Magazine Cultura

#Intervista-dì Antonella Salottolo

Creato il 05 novembre 2019 da Soleeluna
#Intervista-dì Antonella Salottolo

Benvenuta nel Sole e Luna Blog per scrittori esordienti! Ti va di presentarti al nostro pubblico? Dove vivi? Come riempi le tue giornate?

Grazie, per me è un vero piacere! Sono napoletana. Dopo aver conseguito la laurea in filosofia mi sono specializzata nel marketing e da quel momento ho cominciato a occuparmi di web marketing nella mia città. Scrivo, infatti, testi per siti web, blog e social media, praticamente mi occupo di tutti i contenuti e le attività che possono essere utili per promuovere e far conoscere le aziende in rete. Al momento, però, sono in pausa e trascorro le mie giornate con il mio piccolo Andrea.

Com’è nata la passione per la scrittura?

Sin da piccina ho sempre avuto molta fantasia e adorato ascoltare storie. Uno dei miei giochi preferiti era inventare nuove favole. Ho cominciato a metterle su carta appena ho imparato a scrivere.

Ti va di raccontarci in breve la trama del libro che ci vuoi presentare?

Il fuoco, il vento e l’immaginazione racconta un viaggio attraverso fantasie, libri e luoghi che portano la protagonista ad apprezzare l’importanza dell’immaginazione. È un puzzle che prende forma piano piano grazie alla comparsa graduale di storie, manoscritti e personaggi. È un vero e proprio mix di generi. Le prime pagine sembrano un diario della protagonista che fa conoscere la sua famiglia e la tradizione campana del focarazzo di Sant’Antonio e racconta un’avventura, che ha deciso di donare a quel falò e al vento. Pagina dopo pagina, però, la storia prende un’altra piega: ampio spazio è dedicato ai racconti di viaggio, ai treni, ai suoi passeggeri, alla gastronomia, a miti e leggende. Prendono forma favole per adulti e per bambini. L’atmosfera nei primi capitoli è allegra, ma pian piano diventa amara grazie alla comparsa di un racconto dal carattere noir. Le storie narrate sono tante, ma tutte legate e incentrate su un unico concetto: l’immaginazione. Immaginazione che apre la mente dei protagonisti dei singoli racconti e illumina tutta la storia.

Chi è il protagonista assoluto della storia?

È l’IMMAGINAZIONE che sprigiona tutta la sua forza, mostrando ogni sua sfaccettatura. Fa intravedere il suo lato intrigante, svela il suo lato amaro, rivela il suo lato pericoloso e folle e, infine, palesa il suo lato magico.

Hai preso spunto da te stesso o da alcune tue conoscenze per tratteggiare i personaggi del libro?

Beh si, tutto quello che scrivo trae ispirazione da ciò che mi capita, leggo, vedo nella vita di tutti i giorni.

Perché pensi che un lettore dovrebbe dedicare parte del proprio tempo al tuo libro?

Il fuoco, il vento e l’immaginazione è un romanzo insolito, accattivante, molto articolato, che tiene con il fiato sospeso dall’inizio alla fine.

Hai già tenuto delle presentazioni? Come sono andate? Quale credi sia il modo migliore per promuovere il proprio libro?

Si, all’inizio del mese di marzo c’è stata la prima presentazione. È stata una bella festa, ricca di spunti. Grazie al dottor Giuseppe Iaquinta, anche lui scrittore, che ha condotto con maestria l’intera serata, i lettori hanno potuto intravedere le tante sfaccettature del romanzo. Le splendide parole del professor Amedeo Arena hanno suscitato grande curiosità. Il tutto poi è stato accompagnato dal maestro Lorenzo Iaquinta con la sua viola e dalla voce dell’attore Luca D’agostino. È stata una serata davvero ricca d’emozioni. Grazie all’ospitalità dei padroni di casa Gianni e Luca Di Costanzo e alla gentilezza di tutto lo staff della Libreria Raffaello di Napoli credo sia stato proprio un bell’evento. Io ero emozionatissima e sono stata felicissima di avere lì accanto a me tutta la mia famiglia e gli amici più cari. È stata una bellissima esperienza. Credo che il modo migliore per far conoscere un romanzo sia quello di cercare di farlo girare in ogni modo: in rete tramite blog e social, con interviste, segnalazioni, recensioni; partecipando a concorsi e attraverso presentazioni. Il WOM, il passaparola è fondamentale.

Cosa pensi dell’attuale editoria italiana?

Prima di questa esperienza avevo al riguardo poche idee e anche confuse. Devo dire che ho imparato molto e ho capito che si tratta di un mondo complicato e difficile. Oggi è difficile essere un autore, ancor di più essere un esordiente ed è davvero impegnativo essere un editore. Le logiche che dominano questo settore sono spietate e il momento storico ed economico complesso. Capisco gli autori che spesso si sentono delusi e, però, capisco anche gli editori che devono combattere con colossi come amazon e tutte le piattaforme di auto pubblicazione. Ciò che mi preoccupa tra i tanti editori che ormai si occupano solo della stampa e l’auto pubblicazione è la qualità. Un altro problema enorme poi oggi è far girare e far conoscere i libri. Io mi occupo di pubblicità, ma devo dire che questo settore credo sia tra i più complicati.

Vuoi indicarci un indirizzo o una pagina web dove poterti seguire?

Ecco a voi

la pagina web del libro: http://www.kuberaedizioni.it/prodotto/il-fuoco-il-vento-e-limmaginazione/

La pagina facebook: https://www.facebook.com/Il-fuoco-il-vento-e-limmaginazione-505236399990534/

E il booktrailer: QUI

Quali i tuoi progetti futuri in ambito letterario?

Credo che i personaggi de Il fuoco, il vento e l’immaginazione abbiano ancora tanto altro da dire. Sto lavorando al secondo libro… spero tanto che venga pubblicato presto.

Grazie per essere stata con noi e buon proseguimento.

Grazie a voi per il tempo che avete dedicato a me e al mio primo romanzo!

Sole e Luna Blog

L'articolo #Intervista-dì Antonella Salottolo proviene da BLOG PER SCRITTORI EMERGENTI.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines