Magazine Cultura

#Intervista-dì Claudia Torresan

Creato il 24 settembre 2019 da Soleeluna

Intervista a Claudia Torresan

Autrice de La paura torna sempre

Benvenuta nel Sole e Luna Blog per scrittori esordienti! Ti va di presentarti al nostro pubblico? Dove vivi? Come riempi le tue giornate?

Ciao! Sono Claudia Torresan. Sono laureata in scienze biologiche e vivo a Vigevano, una città in provincia di Pavia. Durante le mie giornate scrivo, leggo e mi documento per creare i miei romanzi. Ormai questo è diventato ciò che rafforza e accresce la mia esistenza e in più è una buona automedicazione. Scrivere è terapeutico, più efficace di ogni farmaco. Quando scrivo siamo io e il mio romanzo e riesco in quei momenti a tenere preoccupazioni e problemi fuori dalla porta, e quindi dalla mente.

Com’è nata la passione per la scrittura?

Il mio amore per la scrittura nasce proprio dall’effetto addirittura traumaturgico che ha su di me e dal modo in cui ne traggo beneficio. E nasce dalla passione che da anni coltivo per i thriller. Li leggo, li guardo e ora li scrivo. Sentivo di volerci mettere qualcosa di mio

Ti va di raccontarci in breve la trama del libro che ci vuoi presentare?

LA PAURA TORNA SEMPRE. MA STAVOLTA FINIRA’ IL LAVORO è ambientato a Roma. All’improvviso comincia a verificarsi una serie di decessi, spesso difficili da spiegare. Omicidi che sembrano suicidi e viceversa. La realtà viene volutamente alterata dal colpevole, anche completamente distorta. Ivan Tedesco sarà l’ispettore che si occuperà di questa indagine in prima linea. E non senza conseguenze negative. Ivan si troverà a dover prendere decisioni che lo coinvolgeranno in toto, anche sentimentalmente. L’uomo, ancor più del poliziotto, soffrirà e lotterà contro una realtà che gli causa rabbia e sconforto.

Sarà un protaginista a cui ci si affezionerà facilmente.

Hai preso spunto da te stessa o da alcune tue conoscenze per tratteggiare i personaggi del libro?

Di me c’è molto nei miei libri. Se non le esperienze personali, le mie emozioni, che spero di poter trasmettere al lettore. Se si crea condivisione di emozioni tra autore e lettore, allora si crea un legame forte. Questo per me è il fine da raggiungere. Creare questa condivisione.

Perché pensi che un lettore dovrebbe dedicare parte del proprio tempo al tuo libro?

Quando scrivo curo due aspetti in modo particolare.

1-La psicologia dei personaggi, maggiori quanto minori. Tutti sono immancabili e insostituibili. E nessuno è chi che ci si aspetta. Il buono non è un supereroe, ma un uomo come tanti, coi suoi dubbi, le sue paure, la voglia in certi momenti di arrendersi. Questo fa sì che il buono non venga visto da lontano da parte del lettore, come fosse su un piedistallo. Il lettore deve sentirsi coinvolto nel caso.

2-Le ricerche della scientifica. Io insinuo dei dubbi nel lettore, faccio in modo che si ponga delle domande. Poi il cerchio si deve chiudere. Le domande devono trovare risposta e i dubbi sparire. Le prove scientifiche lo permettono.

Hai già tenuto delle presentazioni? Come sono andate? Quale credi sia il modo migliore per promuovere il proprio libro?

Ho già tenuto presentazioni dei miei scritti, sia dal vivo, che sul web. E’ fondamentale saper coinvolgere e incuriosire il lettore.

Cosa pensi dell’attuale editoria italiana?

Penso che l’editoria italiana non aiuti per niente un autore ad emergere, a meno che non sia già noto perché magari viene da altri ambienti artistici, tipo Faletti, prima noto per altre attività e poi scoperto come grande giallista. Per questo sono nettamente a favore dell’autopubblicazione, spesso più complessa, specie per tentare di realizzare da soli un marketing che sia valido, ma certamente molto più economica. La proporzione tra costi ed effettivo aiuto della casa editrice sono assurdi.

Vuoi indicarci un indirizzo o una pagina web dove poterti seguire?

Questo è l’indirizzo del mio blog: https://claudiatorresanscrittricethriller.com .

Quali i tuoi progetti futuri in ambito letterario?

I progetti sono sempre legati alla realizzazione di romanzi thriller, rigorosamente ambientati in Italia, che di nulla è priva sia culturalmente, che come ambientazioni disponibili. Ho cominciato con le Dolomiti, poi mi sono spostata sul lago di Como e poi sono approdata a Roma. La girerò un po’ tutta! Paesaggi, storia e cultura rendono questo Paese uno splendido mondo da esplorare! E uno sfondo ottimo per dei romanzi thriller.

Grazie per essere stato con noi e buon proseguimento.

Rosanna Sanseverino

L'articolo #Intervista-dì Claudia Torresan proviene da BLOG PER SCRITTORI EMERGENTI.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog