Magazine Editoria e Stampa

Intervista di Francesca Saitta a Orlando Donfrancesco, autore del libro “Il Sole a Occidente”. (Historica Edizioni)

Creato il 11 ottobre 2016 da Rassegna Dei Libri @rassegnalibri

Intervista di Francesca Saitta a Orlando Donfrancesco, autore del libro “Il Sole a Occidente”. (Historica Edizioni)

Come è possibile sentire la mancanza di qualcuno che non hai mai conosciuto realmente ma in un sogno di carta lo hai vissuto?

Sono stata a Venezia, per la prima volta nella mia vita, a passo, tra le pagine di un libro. Ho visto i canali, attraversato i ponti, sentito l'odore della laguna, ho passeggiato con Tancredi, Liliane ed Enrico, sono stata anche al Carnevale di Venezia. E' stato un viaggio bellissimo.

Ho sorriso, pianto, ascoltato musica; ho provato dolore, piacere, malinconia, inquietudine, apatia, oblio e quiete. Ho sentito "la felicità di essere triste". Questo è il sentimento, in assoluto, che l'ho trovato in Tancredi. Lui è felice di essere triste.

Una tristezza che vive nella costruzione della memoria, della Bellezza, della stessa vita.

diceva che Victor Hugo "la malinconia è la gioia di essere tristi";
Romano Guardini, in "Ritratto della Malinconia" scriveva:

"Noi uomini, non siamo esseri armonici. Profondi conflitti si esprimono in noi [...] volontà del piacere e volontà del dolore s'intrecciano intimamente. Tutto è gioia e precipizio"

Questo pensiero per farvi capire quando la magia di una storia ti coinvolge e diventa il successo del suo autore e di come ho avuto modo di vivere i personaggi per poi perderli.

di Il Sole a Occidente Orlando Donfrancesco ti lascia dentro una luce, proprio come un raggio di sole che non si spegne o non vuoi spegnere. Una storia di spiritualità e interiorità, la storia di Tancredi, circondato da altre figure ammalianti, ognuna con un suo significato, ti cattura dalla prima all'ultima riga. Amore Assoluto, ho trovato anche questo, un amore per la bellezza e la poesia. Un amore per l'amore, estremo e vero. E poi tanta filosofia da Voltaire, (il migliore dei mondi possibili, quello in cui crede anche Tancredi) a Sartre, Nietzsche.

L'autore stesso definisce il suo romanzo Decadente, come leggerete nell'intervista.

Ma che cos'è decadente oggi?

Personalmente penso che la decadenza è verità, e tutto ciò che è verità fa paura.

Oggi c'è tanta decadenza. L' essere definito "normale", fare parte della massa, vivere come un clone, seguire una moda o un'altra è la normalità, l'abitudine.

Chi si stacca da questo stato per vivere invece la "Bellezza" in tutte le sue forme, è identificato, dalla maggior parte della società, un Folle.

Allora, Signori, Viva la follia, se serve a sentirsi vivi.

Vi lascio all'intervista con l'autore, Buona Lettura!

Intervista di Francesca Saitta a Orlando Donfrancesco, autore del libro “Il Sole a Occidente”. (Historica Edizioni)

Orlando Donfrancesco vive tra la campagna romana e la capitale. Ha pubblicato racconti brevi per la Giulio Perrone Editore (2005) e la Writers Magazine Italia (2008). "Il sole a occidente" è il suo primo romanzo, finalista al premio "Orlando Esplorazioni" (2015).

" Un giovane artista sceglie di rifugiarsi nella sua torre d'avorio a Venezia e di fare della propria esistenza un'opera d'arte, elevando l'estetismo a etica di vita al di là del bene e del male. Nella sua sofferta quanto anacronistica ricerca di bellezza, questo dandy contemporaneo condurrà i suoi giorni oltre ogni regola morale e materiale tra la città lagunare, Roma, Parigi e l'India. Romanzo neo-decadente, provocatorio, ironico, controcorrente, poetico e allo stesso tempo crudo, che trascina il lettore in una realtà governata dalla sola ragione estetica, destinata inevitabilmente a scontrarsi con un mondo massificato in cui la Bellezza è ormai sconfitta.

Questo stato, magnifico per un lettore, l'ho provato per tutto il resto della lettura de "Il Sole a Occidente". Sono la prima a dirtelo oppure hai già avuto riscontri del genere?

Orlando: Molti lettori mi hanno riferito di non essere riusciti a staccarsi dal libro prima di arrivare alla fine, spesso rimanendo svegli di notte per terminarlo. Mi piace sapere che il mio romanzo ha avuto l'effetto di un thriller, pur non essendolo affatto. Comunque sei la prima a utilizzare il concetto di "apnea" che trovo particolarmente centrato, e lusinghiero.

Intervista di Francesca Saitta a Orlando Donfrancesco, autore del libro “Il Sole a Occidente”. (Historica Edizioni)


Che cos' è per te il "Languore"?

Di solito un'artista che vive in questo stato vive la sua prostrazione come un'elevazione creativa o uno stato di benessere. Che ne pensi?

Orlando: La quartina iniziale di Langueur racchiude magicamente i temi e lo stato d'animo di tutto il romanzo, e del protagonista ovviamente. Più che una prostrazione, definirei il "languore" una condizione di "inattività attiva" che può portare allo stesso modo verso la (auto)distruzione o verso un'incredibile elevazione creativa. Non verso uno stato di benessere, però. E nemmeno di malessere.

Francesca: Come nasce la tua passione per la scrittura? E come è nato Il Sole a Occidente?

Francesca: Definisci Bellezza e Decadenza.

Orlando: No, non si può definire la Bellezza, si può soltanto percepire. Sulla Decadenza invece si è detto e scritto di tutto, spesso in maniera ottusa o sbrigativa. La Decadenza non è statica, è un processo che inizia nel punto raggiunto dalla Bellezza un attimo dopo il suo apice, e che permette alla Bellezza stessa di "accorgersi" di aver appena passato l'apice. Proprio per questo la Decadenza ha una carica emozionale ben maggiore della Bellezza al momento dello zenith. Pensiamo di osservare una spiaggia, il mare, in un'assolata giornata di metà luglio, e di tornare alla stessa spiaggia dopo due mesi, alla fine dell'estate. Anche se il clima e la temperatura non sono cambiati, l'emozione sarà completamente diversa, più carica, malinconica, struggente: il "langueur". C'è una Bellezza matura e senza speranza nella Decadenza. Per me è quello lo zenith.

...Ma per essere tali bisogna essere creatori di illusioni...

...Cacciatori di sensazioni, di emozioni...

Raccontaci di loro e di questo pensiero.

Orlando: Da quando ero un adolescente che si rimpinzava di Decadentismo ho sempre immaginato di scrivere un romanzo ambientato ai giorni nostri, ma che conservasse quella poetica. Per esempio, "Controcorrente"di Huysmans è un libro che adoro, ma come si adora un quadro in un museo, un classico, una natura morta. È chiaramente un romanzo improponibile ai giorni nostri, come lessico, durata, lentezza, argomento, ma il suo spirito è vivo ed è proprio quello a entrarti dentro, non l'elenco di dieci pagine delle pietre preziose o delle essenze con cui si inebria il protagonista. Quelle sono solo dei mezzi - adatti ai suoi tempi, al 1884 - per comunicare al lettore lo spirito del romanzo. Ecco, io ho fatto mio quello spirito per poi cercare di infonderlo in una storia attuale, con uno stile di scrittura contemporaneo, senza riesumazioni.

Ti faccio questa domanda perché ho Amato il modo in cui si sono Amati i personaggi, di un Amore Assoluto, senza limitazioni, giudizi.

Orlando: Amare equivale a vivere, sono due sinonimi per me. Purtroppo la parola Amore viene abusata e mistificata da secoli, avendo ormai un significato così vasto che se ne perde quasi il senso. Infatti bisogna aggiungervi un aggettivo per capire meglio di quale sfumatura parliamo, e una di queste è l'Assoluto che hai utilizzato te. Sì, il concetto di Amore Assoluto, sebbene non ne abbia mai scritto esplicitamente, scorre come un fiume carsico per tutto il romanzo. E per me Amore Assoluto significa amare in reale assenza di (pre)giudizi, di limiti di spazio e di tempo, di morale comune, ma soprattutto significa amare la libertà della persona amata, anche se proprio questa libertà potrebbe farci soffrire.

Orlando: Grazie a te, Francesca. Ti sono grato per esserti immersa in apnea nel mare che ho creato, e di essere entrata in perfetta sintonia con il suo "langueur". E insieme a te ringrazio tutti i miei lettori.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Lichtena Sole – Prodotti Abbronzanti

    Lichtena Sole Prodotti Abbronzanti

    Il conto alla rovescia per le vacanze è ufficialmente iniziato. Manca poco per varcare l'inizio del mese di Giugno che sancisce magicamente l'avvento... Leggere il seguito

    Da  Pamela Soluri
    MODA E TREND, PER LEI
  • 209. se il sole muore

    209. sole muore

    Avevo poco più di sedici anni quando cominciai ad appassionarmi ai racconti di Oriana Fallaci, poco più di 18 quando lessi "Se il sole muore", e ne rimasi così... Leggere il seguito

    Da  Mavi
    OPINIONI, PER LEI
  • Francesca Natale e i suoi Angry Birds

    Francesca Natale suoi Angry Birds

    La prossima uscita del film Angry Birds ci regala l’occasione per conoscere Francesca Natale, la disegnatrice italiana che ha preso parte alle illustrazioni.... Leggere il seguito

    Da  Folliacreativa.com
    MARKETING E PUBBLICITÀ, MEDIA E COMUNICAZIONE
  • Intervista a Silvia Maira

    Intervista Silvia Maira

    Le interviste create attraverso il gruppo Facebook Sognatori Erranti ad autori e altri rappresentanti del mondo letterario/editoriale. #sognatorierranti Ciao... Leggere il seguito

    Da  Beltane64
    EDITORIA E STAMPA, LIBRI
  • La Mer, dal mare al sole

    Mer, mare sole

    Scopri il rituale per un colorito baciato dal sole. La Mer presenta due novitá per esaltare sulla pelle la naturale luminositá del sole durante tutta... Leggere il seguito

    Da  Annaritaz
    BELLEZZA, PER LEI
  • Intervista per trendonline

    Intervista trendonline

    Una nuova intervista rilasciata a Rossana Prezioso, nota columnist di Trendonline.com. Per chi fosse interessato, è possibile leggerla attraverso il seguente... Leggere il seguito

    Da  Finanza E Dintorni
    BORSA, ECONOMIA, FINANZE
  • I prodotti del sole

    prodotti sole

    Ebbene si!!!Difendo il made in Italy!Credo che molti di voi abbiano ormai capito, quanto io sia legata a questa terra, forse è meglio dire a questa Nazione. Leggere il seguito

    Da  Balu
    CUCINA, RICETTE