Magazine

Invitalia Fondo Perduto 2017: come richiedere i finanziamenti per piccole imprese

Creato il 29 ottobre 2017 da Rodolfo Monacelli @CorrettaInforma

Per determinate imprese è possibile richiedere dei finanziamenti a fondo perduto. Oggi vedremo esattamente come ciò è possibile con i finanziamenti a fondo perduto Invitalia riservati alle piccole imprese.

Finanziamento a fondo perduto o a tasso zero Invitalia: come funziona

L’Invitalia, l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo delle imprese, mette a disposizione dei finanziamenti a fondo perduto e a tasso zero per determinati tipi di imprese. Ci sono varie categorie di progetto in base alle quali si può fare domanda per ricevere questi tipi di finanziamenti, vediamoli insieme.

Le imprese che vogliono svilupparsi nel settore del turismo, della creatività e della cultura possono richiedere il loro finanziamento con un contributo a fondo perduto che può arrivare sino al 90%. Una grande possibilità è data in questo senso alle donne. Possono ricevere un finanziamento a fondo perduto le ditte gestite da donne; quelle che hanno almeno il 60% del personale femminile ed imprese che abbiano il 70% dei possessori delle quote che siano donne. Tutti questi dati relativi alle quote rosa dovranno restare stabili almeno per i cinque anni successivi alla concessione del finanziamento a fondo perduto.

Smart&Start di Invitalia per start up e imprese giovani

Un altro fondo che può essere concesso prende il nome di “Smart & Start” ed è dedicato a tutte quelle imprese, nella maggior parte dei casi giovani, che si pongono l’obiettivo di innovare. Stiamo parlando, come ci fa intuire il titolo di questa tipologia di finanziamento, delle Start up. Imprese giovani, veloci, che verticalizzano subito. Le start up, per poter partecipare a questo bando, devono essere nate da non più di quattro anni. Possono accedere a questo bando però, non solo start up, ma anche persone singole che vogliono costituire una start up nuova. Un’altra categoria di impresa che può accedere a questo bando “Smart & Start” sono quelle straniere, che però hanno intenzione di fondare almeno una delle loro sedi in territorio italiano.

L’agevolazione che tutte queste imprese e/o persone fisiche potranno avere se vinceranno questo bando sarà la possibilità di ricevere un finanziamento che  fino al 70% delle spese sia a tasso zero. Se i componenti della start up sono solamente donne e sono under 35, la percentuale può arrivare fino a all’80%. L’importo prestato dovrà essere restituito nell’arco di dieci anni a tasso zero. Vi è poi una agevolazione in più riservata alle regioni del mezzogiorno ed alle zone sismiche aquilane che consiste nel fatto che le imprese residenti in queste zone potranno essere esentate dalla restituzione del 20% del finanziamento.

Requisiti per richiedere finanziamenti Invitalia a fondo perduto 2017

Un altro finanziamento a tasso zero è rivolto alle imprese appena nate o comunque giovani affinché possano svilupparsi al meglio. La restituzione di questo finanziamento deve essere fatta in otto anni e le spese che verranno coperte potranno arrivare sino al 75% del totale. La parte che ne resterà fuori dovrà essere spesa da parte dell’impresa stessa. Un altro fattore necessario per la richiesta di finanziamento è il fatto che i progetto dovrà realizzarsi durante i 24 mesi che si susseguiranno alla firma contrattuale. Le imprese che potranno partecipare al bando per la richiesta di questo tipo di finanziamento devono essere del settore dell’artigianato, industriale, servizi a persone o ad imprese, come ad esempio il commercio ed il turismo. Non possono partecipare a questo bando invece settori come quello della pesca e dell’acquacoltura. Anche in questo caso il bando privilegia le donne ed i giovani. Infatti se un’impresa è gestita in maniera prevalente da donne o da giovani che non abbiano superato i 35 anni, ha la possibilità di accedere a questo finanziamento. Importante è però che la società si sia costituita a meno di 12 mesi dal giorno in cui viene presentata la domanda. Anche in questo caso si favoriscono le persone fisiche, che però, per ottenere effettivamente l’agevolazione economica, dovranno costituire una società entro i 45 giorni successivi all’accesso al finanziamento.

Come abbiamo notato molte di queste agevolazioni sono riservate ai giovani, cosa molto positiva per tutti quei ragazzi che hanno idee, tanta buona volontà e la voglia di mettersi in gioco. Anche per le donne sono state prese delle attenzioni particolari.

Questi sono solamente alcuni dei finanziamenti che sono stati messi a disposizione da Invitalia, per essere sempre più informati ed al passo con i bandi e le possibili novità che il mondo finanziario ha da offrire, non resta che essere sempre attenti ed informati


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :