Magazine Cultura

Io e te

Creato il 29 ottobre 2017 da Fra
Abbiamo passato il weekend da sole, io e te. 
Ci siamo rilassate a casa, davanti a un po' di tv. Anche se tu non ti rilassi mai, e corri continuamente da una parte all'altra della'appartamento. Mi fai pure gli scherzi, aspetti che io mi giri e poi corri a nasconderti dietro la tenda, in cameretta.
Mi hai aiutata a stendere il bucato, e poi lo hai tirato giu' di nuovo dallo stendino. Ci siamo mangiate un'ottima pasta col tonno. 
Siamo andate ad una serata tra ragazze- mica siamo tipe da stare a casa il sabato sera, noi. Abbiamo visto la partita, sgranocchiato salatini e tu hai perfino ballato. Quando siamo rientrate alle nove e mezza mi sentivo come quando tornavo alle tre da una serata.
Ci siamo fatte una passeggiata tra le foglie secche, e ti ho fatto vedere quegli strani pirolini che a farli cadere piroettano a terra spinti dal vento.
Mi sono sentita una madre irresponsabile perche' mi sono accorta che non ho pensato di comprarti delle calze di lana adatte alla stagione, e le tue scarpette sono troppo leggere e avevi i piedi freddi.
Cosi' ti ho infagottata nonostante le tue proteste e siamo andate a giocare in un negozio-bar pretenzioso dove c'era una cucinetta di legno da 300 euro. Il commesso ci guardava storte ma noi ce ne siamo fregate. Abbiamo perso il pulcino di peluche ma poi lo stesso commesso l'ha ritrovato e ce l'ha conservato alla cassa.
Abbiamo incontrato gli amici, miei e tuoi, per bere un caffe' con la torta. 
E siamo tornate a casa soddisfatte. Dopo un bagnetto caldo ti sei scolata un biberon e dormi da allora. Io mi sono vista un film davvero bello che era tanto che non mi immergevo cosi' tanto dentro una storia.
Una storia che mi ha fatto venire in mente tante cose, ricordi, domande lasciate in sospeso, cose che si sono evolute senza che io me ne accorgessi molto.
E mi ritrovo oggi, cosi' diversa da solo pochi anni fa. Cosi' lontana da tante cose. Quando c'e' una manifestazione dei sindacati il mio primo istinto e' sbuffare perche' bloccano l'incrocio che mi separa da mio panino. Mi interessso solo del mio orticello, immersa in un'atmosfera di fiduciosa produttivita' meritocratica. 
Ma sto divagando. Volevo solo dire che ho dovuto scrivere qualcosa perche' ho il cuore che trabocca di emozione e tra un po' scoppia a ripensare ai momenti passati insieme in questo weekend meraviglioso.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :