Magazine Cucina

Irlandando 2017: English market di Cork e Kinsale

Da Ilviaggiatore
Irlandando 2017: English market di Cork e Kinsale
I mercati sono il cuore pulsante delle città. Nascondono piccole fortune e grandi soprese a chi è capace di perdersi tra i banchi e lasciarsi guidare dal proprio olfatto. I mercati sono un concentrato di varia umanità e accolgono clienti delle più disparate classi sociali. I mercati sono un esperimento sociologico, non c'e' dubbio. Un calderone di voci urlanti e angoli discreti. Il cibo ha tutto un altro sapore, acquista la dignità perduta nei grandi centri commerciali. Diventa cultura mescolandosi con il venditore e l'acquirente che chiede informazioni e cerca di tirare sul prezzo. Nei mercati si odora prima di comprare, si palpa, si assaggia. Si percorrono chilometri a piedi facendo sempre lo stesso giro, perchè ad ogni passaggio avviene una nuova scoperta. In alcuni mercati si mangia su sgabelli più o meno comodi, immersi in un'isola nella quale i cinque sensi ballano continuamente. Sono luoghi stimolanti. Portatemi in un mercato e mi farete felice.
L'English market è uno dei miei preferiti. Pur non essendo un carnivoro devo ammettere che per gli amanti della ciccia è una gran bel vedere. L'Irlanda è povera di vegetali ed è costretta ad importare da tutto il mondo, ma in quanto a carne e alcuni tipi di pesce allora chapeau. I pascoli immensi e ricchi di erba fresca consentono di produrre carni eccellenti, tra cui il famoso Angus Irlandese. Camminando per i banchi ci si accorge della qualità della carne soprattutto dal colore, ma da come viene presentata e manipolata da esperti macellai. I banchi del pesce sono ricchi di salmone e di pesci dell'oceano. A me il salmone basta e avanza. Dimenticatevi quello che mangiate a Natale o che trovate nei supermercati nostrani. Questa è tutta un'altra storia. E se venite a Cork, invece dei soliti souvenir comprate del salmone per i vostri amici, li renderete persone felici. Nell'English Market si mangia, e anche molto bene. E si spende poco. Consiglio sempre la zuppa del giorno, preparata fresca quotidianamente e diversa ogni volta. Accompagnatela con del pane appena sfornato e del burro salato, non ve ne pentirete. Se amate i viaggi e la cucina come me, non potete perdervi assolutamente questo posto!E grazie a Daniela (la mia guida speciale e personale) che me l'ha fatto conoscere.
Kinsale è una cittadina di mare a un'ora circa d'auto da Cork. Ci sono stato due volte. La prima, per una passeggiata, una visita alle case colorate e un pranzo da Dino's. La seconda, per pranzare direttamente da Dino's. Fino ad ora, il miglior fish and chips mai mangiato. Le porzioni sono abbondanti, i prezzi assolutamente in linea con la qualità dei piatti e il locale è molto carino. Anche il servizio è impeccabile e il personale gentile. Non è un posto turistico per fortuna e il menù non presenta una grande varietà di piatti. Oltre al fish and chips, vi consiglio la fish cake e la chowder soup, a dir poco gustosissima! Se siete nelle vicinanze non lasciatevi scappare un pranzetto in questo delizioso ristorante sul mare!
Irlandando 2017: English market di Cork e Kinsale
Irlandando 2017: English market di Cork e Kinsale
Irlandando 2017: English market di Cork e Kinsale
Irlandando 2017: English market di Cork e Kinsale
Irlandando 2017: English market di Cork e KinsaleIrlandando 2017: English market di Cork e KinsaleIrlandando 2017: English market di Cork e Kinsale
Irlandando 2017: English market di Cork e Kinsale
Irlandando 2017: English market di Cork e Kinsale

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :