Magazine Cucina

Is Pistoccus o savoiardi sardi.

Da Peppeaifornelli
Is Pistoccus o savoiardi sardi.

Per lo scambioricette di Dicembre/Gennaio sono stato abbinato a Ileana Conti del blog " Cucina per gioco". Un bel blog che non conoscevo e che ho apprezzato moltissimo per i suoi meravigliosi contenuti. La scelta come sempre è stata difficile, ma ho voluto replicare una ricetta che ad Ileana è molto cara e piena di ricordi. Ho scelto una ricetta della sua infanzia, di quelle ricette che profumano di casa. I suoi Pistoccus si sono rivelati nella loro semplicità, veramente molto buoni e gustosi. Il mio invito è quello di provare anche voi a realizzarli perchè sono molto facili, genuini e tanto buoni. Ideali per una sana e gustosa colazione o merenda.

Is Pistoccus o savoiardi sardi.

Preparazione

Setacciare la farina e riporla in una ciotola. Montare a neve ferma gli albumi con un pizzico di sale e metà dello zucchero (65 g). Lo zucchero va aggiunto un pò per volta a cucchiaiate. Montare i tuorli con il restante zucchero (65 g) e la vanillina. Renderli spumosi e quasi bianchi. Unire i tuorli montati agli albumi. Alternare anche con cucchiaiate di farina, stando attenti a mescolare sempre dal basso verso l'alto senza mai far smontare l'impasto. Preriscaldare il forno a 180°C. Versare l'impasto in una sac a poche con bocchetta liscia. Foderare delle teglie con carta forno. Creare dei bastoncini di impasto lunghi da 5 a 10 cm ben distanziati tra loro (scegliete voi la grandezza che preferite). Spolverare abbondantemente con zucchero semolato e zucchero a velo e poi cuocere in forno caldo per circa 15 minuti e fino a doratura. Una volta pronti lasciarli intiepidire e poi possono essere conservati in una scatola di latta o in un sacchetto per alimenti.

    Is Pistoccus o savoiardi sardi.
Is Pistoccus o savoiardi sardi.

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog