Magazine Politica

Israele ha permesso di far entrare abbigliamento e calzature a gaza

Creato il 06 aprile 2010 da Madyur

Abbigliamento e calzature avranno permesso di entrare a Gaza per la prima volta in quasi tre anni. Mercanti ha detto che hanno dovuto pagare 2.000 shekel (£ 356) al mese per far sostare le loro merci al porto israeliano di Ashdod per gli ultimi tre anni. Essi ha anche detto che la spedizione non era sufficiente a riempire i loro le scorte, e ha chiesto che Israele rilasci più beni detenuti nei suoi porti dal 2007.

gaza-protest-large

"Posso dire che la metà delle merci è ancora buono, ma l'altra metà è danneggiata. Temo di non essere in grado di recuperare la mia spesa ", ha detto Ziad Barbakh, un commerciante, durante il controllo della spedizione dei suoi vestiti.

Israele è sotto la pressione internazionale per rilassare il blocco, che è stato messo in luogo a causa della politica di Hamas, che promette di distruggere Israele. Il governo israeliano vieta le spedizioni di cemento e acciaio a Gaza per il fatto che Hamas potrà servirsene a scopi militari.

La sua lunga lista di beni controllati anche gli elementi che i critici dicono che non hanno un apparente valore militare, come i pastelli dei bambini e libri.

A Gaza , la maggior parte dei suoi beni di consumo, entra attraverso tunnel dalla vicina Egitto, gestito da contrabbandieri che aggiungono pesanti sovrapprezzi. Egitto sta costruendo un muro per bloccare il tunnel, che sono stati spesso bombardati da Israele da quando ha lanciato un'offensiva nella Striscia di Gaza 14 mesi fa per frenare il lancio di razzi transfrontaliero da parte di militanti palestinesi.

madyur

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :