Magazine Società

Judo Bu-Sen Luino, buoni risultati da nord a sud Italia. Emma Petrolo vola a Torino

Creato il 19 marzo 2019 da Stivalepensante @StivalePensante

Buon fine settimana per il Judo Bu-Sen Luino su due fronti: il Maestro Leo Marano a Martina Franca e l'allenatrice Elena Benecchi a Torino.

Sabato 16 al "Turin Cup judo 2019", trofeo svoltosi al Palazzetto dello Sport "Le Cupole" di Torino, sono stati impegnati Emma Petrolo e Luca Lo Porto. Elena Benecchi, a bordo tatami, ha seguito i due atleti luinesi che hanno portato a casa ottimi risultati. Emma si è riscattata brillantemente da una prolungata assenza di podio, andando meritatamente al primo posto nei kg. 70. Incontri vinti per ippon e mettendo al "tappeto" anche la vice campionessa italiana 2018, la torinese Alice Sperlinga del Judo Kumiai. Emma è riuscita anche a rifarsi dopo la mediocre uscita sportiva di sabato scorso al Gran Prix Cadetti del Città di Colombo a Genova, dove ha perso malamente la finalina per il terzo posto, anche se era riuscita a vincere con tenacia le altre due gare. "Ci sono altre manifestazioni in programma ed è questa la strada giusta per sperimentare la tecnica", spiega Elena Benecchi.

Anche Luca Lo Porto ha disputato una buona gara: al primo incontro la sfida con un francese era quasi impossibile, e così il trasalpino, che poi ha vinto la categoria kg.73, ha portato a casa la vittoria. Nei recuperi il luinese, però, ha vinto per ippon il primo incontro, ma va fuori dal podio dopo aver perso il secondo per un eccesso di sicurezza.

Dal nord al sud, domenica 17 marzo, il Maestro Leo Marano è arrivato con Noemi Pignatiello e il primo tifoso papà Davide, per il 1° Trofeo Italia Esordienti/b 2019, a Martina Franca in Puglia. Grande attesa al PalaWoityla: dopo aver chiuso il peso alle ore 13, la categoria di Noemi ha preso il via alle ore 18.30. Nella sua categoria kg. -70 iscritti ben ventidue atleti e, superato un turno per sorteggio, Noemi ha affrontato la prima avversaria con determinazione, vincendo per ippon. Al secondo incontro si porta in vantaggio con waza-ari, risultato che avrebbe dovuto solo amministrare, ma l'irruenza dell'avversaria l'ha intimorita e bloccata al punto tale da subire il recupero e la sconfitta con due waza-ari per la rivale. Nei recuperi è arrivata una vittoria contro un'atleta di Parma.

"L'incontro successivo le è stato letteralmente rubato - racconta il maestro Marano -, i giudici hanno rivisto il filmato dell'ippon di Noemi contro Virgilio Sara del Judo Trapani e, dopo un'accesa discussione, le è stato annullato, andando a perdere a causa di un waza-ari a sfavore che le ha precluso l'incontro per il terzo posto". Noemi è così arrivata settima.

Sabato e domenica al 10° Trofeo del Lago Maggiore a Castelletto Ticino, si replica. In gara sabato 23 i pre-agonisti e domenica 24 gli agonisti, per un totale di tredici judoka targati Bu-Sen Luino.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog