Magazine Sport

Kondogbia-Valencia: riscatto a 25 milioni, clausola da OTTANTA (e 30% spetterebbe all’Inter…)

Creato il 28 ottobre 2017 da Agentianonimi
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Ottime notizie in casa Inter. Non soltanto quelle che giungono dal campo, e neanche dall’assemblea degli azionisti, che nella giornata di ieri ha confermato di essere rientrati nei parametri del fair play finanziario. Le buone nuove questa volta giungono dal mercato: Kondogbia ha infatti convinto il Valencia che lo riscatterà per 25 milioni di euro.

Plusvalenza e percentuale di rivendita

Le prestazioni fornite fin qui dal francese in Liga hanno decisamente rinobilitato un giocatore che in Italia non era mai riuscito a convincere. Difficile però pensare che i nerazzurri lo rimpiangeranno. I 7 milioni di risparmio sull’ingaggio, sommati ad altrettanti 7 milioni di plusvalenza sulla vendita, costituiranno per l’Inter un tesoretto prezioso in vista delle prossime sessioni di mercato.

Ma non soltanto. Ai 14 milioni di guadagno “immediato”, in caso di ulteriore cessione di Kondogbia da parte del Valencia, nelle casse della Beneamata confluirà un ulteriore 30% del prezzo di vendita. 30% che, alla luce della clausola rescissoria di cui si vocifera, potrebbe costituire una somma davvero notevole.

Riscatto, rinnovo e clausola

Ma non è tutto. Perché una volta pagati i 25 milioni all’Inter per l’acquisto a titolo definitivo del francese, il Valencia pare intenzionato da subito ad offrire al giocatore un nuovo contratto. Si parla di un quadriennale (l’ingaggio non è ancora noto) che includerebbe tra le altre una clausola rescissoria monstre da, attenzione attenzione!, 80 milioni di euro. E considerato quanto detto in precedenza in merito alla percentuale che spetterebbe all’Inter in caso di rivendita…

A cura di Marco Ivaldi

Facebook
twitter
google_plus
linkedin
mail

L'articolo Kondogbia-Valencia: riscatto a 25 milioni, clausola da OTTANTA (e 30% spetterebbe all’Inter…) proviene da Agenti Anonimi.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :