Magazine Società

Koussa moussa , uno dei fedeli a gheddafi, diserta. i ribelli gioiscono e chiedono che venga processato nel loro paese

Creato il 01 aprile 2011 da Madyur

Moussa Koussa sits behind Muammar Gaddafi, the Libyan Ruler, at an Arab League summit in 2009

I ribelli hanno chiesto che Koussa Moussa, ex ministro degli Esteri libico, che ha disertato nel Regno Unito, venga restituito al popolo libico per essere giudicato per omicidio e crimini contro l'umanità .

Mustafa Gheriani, un portavoce per il consiglio rivoluzionario a Bengasi, ha detto che i ribelli non erano intenzionati a vendicarsi nei confronti dei funzionari del regime, ma che alcuni dei più stretti collaboratori di Gheddafi "hanno un sacco di sangue sulle loro mani" e devono andare in tribunale.

Il ministro degli Esteri britannico, William Hague, ha detto che La Gran Bretagna non ha offerto l'immunità dai procedimenti giudiziari a Koussa E ha invitato le figure del regime ad abbandonare Gheddafi.

Gheriani Koussa ha sostenuto che era stato in parte responsabile per l'assassinio di esponenti dell'opposizione in esilio, repressione interna e bombardamento aereo a Lockerbie.

"Vogliamo portarlo in tribunale", ha detto Gheriani. "Questo personaggio ha tanto sangue sulle sue mani. Ci sono uccisioni, torture documentate . C'è documentazione di ciò che Moussa Koussa ha fatto. Ritengo una volta che abbiamo il nostro governo , le cose si saranno normalizzatie vogliamo che lui venga processato qui. Penso che il diritto internazionale che ci dia ragione ".

"Lui è una persona molto, molto importante . Gheddafi si fidava di lui più di alcuni dei suoi figli. Ora Gheddafi non può nemmeno fidarsi del suo stesso popolo ", ha detto Gheriani.

Gheriani ha detto che un alto funzionario militare di Kufra, il colonnello Saleh al-Zaroug, aveva disertato per i ribelli. Aveva servito in una divisione dell'esercito comandato da uno dei figli di Gheddafi. La defezione era impossibile da confermare.

L’Aia ha detto che a Koussa non era stata offerta alcuna immunità dalla giustizia britannica o internazionale. Era venuto nel Regno Unito su un aereo privato dalla Tunisia dopo aver lasciato la Libia di sua spontanea volontà. "Gheddafi deve pensare a se stesso: 'Chi sarà il prossimo a lasciarlo " L’Aia ha detto.

E’ molto probabile che molti funzionari sono contrari alle azioni di Gheddafi Koussa è ora in un luogo sicuro nel Regno Unito e parla volontariamente a funzionari britannici, compreso il personale dell'ambasciata a Tripoli in Gran Bretagna che ora è a Londra.

La defezione Koussa fornisce una fonte impareggiabile di informazioni sullo stato del cerchio interno del sovrano libico. Ma il suo arrivo nel Regno Unito ha portato anche alle aspettative del possibile interrogatorio sul suo coinvolgimento in alcune atrocità tra cui l'attentato di Lockerbie e l'omicidio di Yvonne Fletcher.

Jim Swire, la cui figlia, Flora, è stata uccisa nel bombardamento a Lockerbie “All'interno del regime libico, [Koussa] era nella migliore posizione per dirci ciò che il regime conosce o ha fatto," ha detto. "Sarebbe una fonte impareggiabile di informazioni."

Koussa è stato espulso dal Regno Unito nel 1980 e divenne il capo libico di intelligence straniere per 15 anni, compreso il periodo dei bombardamenti a Lockerbie, avvenuto nel 1988. Egli ha sempre negato che la Libia fosse coinvolta.

Jack Straw, ex segretario , ha descritto Koussa come un personaggio chiave con un ruolo "fondamentale" nelle trattative per portare la Libia nel consesso internazionale. "Defezione apparente di Moussa Koussa , di certo la sua visita non programmata qui, sarà un fattore molto importante in aggiunta al peso contro il regime di Gheddafi e pendere la bilancia contro di lui", ha detto Straw alla Bbc.

Accanto alla defezione Koussa, è emerso che Barack Obama ha firmato un ordine segreto che autorizza ad aiutare i ribelli libici.

I combattenti dell’ opposizione stanno cercando di recuperare parte del territorio ripreso da un contrattacco del governo che ha portato ancora una volta le forze di Gheddafi a breve distanza tra Bengasi.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog