Magazine Diario personale

L'albero degli orrori

Da Doppiogeffer @DoppioGeffer

<<Che bello, tra meno di venti giorni è Natale!>>Ma non è già passato?<<Cosa stai dicendo?! Siamo ancora ai primi di Dicembre!>>Allora perchè vedo già da un mese addobbi di Natale in giro per la città?! Perchè a casa mia spicca, da metà Novembre, un albero pieno di palle, fiori e altri ninnoli color oro e argento da averlo chiamato "l'albero dei Casamonica"? Perchè son già ingrassata senza nemmeno rendermene conto?<<Perchè mangi come un maiale soggetto a fame chimica?>>Probabile, ma non credo sia questo il motivo. Diciamo che faccio parte della piccola schiera di persone che quando è depressa, stressata o comunque soggetta a gli ormoni, ingrassa anche respirando.<<Seh.....e il pollo allo spiedo di ieri sera?>>Tutte proteine.

Ebbene sì; tra poche settimane sarà Natale. E poi Capodanno, la Befana e via fino a Dicembre 2019. Un ciclo e riciclo di giorni rossi sul calendario, di sbattimento a destra e a manca per organizzare tutto al meglio e un roteare continuo di palle, siano esse appese ad un ramo o metaforiche.Tuttavia la sottoscritta qui presente, a discapito di molte amiche e conoscenti che amano questo periodo, ha completato la sua trasformazione in GRINCH.Già, il Grinch. Solo che lui alla fin fine inizia ad amarlo, il Natale. Io invece nisba. Fosse per me salterei a piè pari questo periodo fatto di stress, nervoso, parenti invadenti, grasso, freddo, malattie di ogni tipo e regali tremendi.A proposito di regali, questo è il primo anno in cui non so nè cosa regalare (mancano i soldi oltre che la fantasia) nè cosa vorrei trovare sotto l'albero. Anche se, ad onor del vero, ci sono due o tre cosucce che mi piacerebbe ricevere, ma sono così complesse e articolate che chiedere un unicorno rosa che caghi oro sarebbe per certo più semplice.Di sicuro però so cosa NON vorrei trovare sotto l'albero. Perchè diciamocelo; di regali brutti se ne vedono e ricevono tanti. Ma TANTI.E così, un po' come post ammazza buchi e un poco per dar segni di vita in questo spazio, ho fatto un salto nei miei Natali passati per ricordare i regali più brutti mai ricevuti. L'albero degli orroriSiete dunque pronti ad avere la nausea?
-Porta gioie con bambola di porcellana: ma come? Un portagioie e una bambola di porcellana sono due regali brutti? No se, per l'appunto, fossero due cose separate e non questa cosa qui in foto. Foto che ho dovuto prendere da internet in quanto il mio, grazie al cielo purtroppo, si ruppe qualche mese dopo l'averlo ricevuto
[fu  una paziente di mio padre a regalarmelo con tanta gioia e sadismo]L'albero degli orrori-Golfino psichedelico tre taglie più grande: non so se fu un regalo riciclato o semplicemente un regalo di merda, ma una mia zia decise di regalarmelo quando avevo otto anni. E fui costretta ad indossarlo fino ai miei 11 anni dato il fatto che fosse grande quanto un tendone da circo.L'albero degli orrori-Presepe in miniatura: Natale vuol dire presepe, Salvini o non Salvini. Quindi quale oggetto può essere più idoneo da regalare? Magari anche in miniatura, così da poterlo esporre anche nel caso in cui si abbia poco spazio a disposizione.Sì sì, tutto bellissimo ma...ma a sette anni non puoi ricevere un presepe in miniatura fatto con gusci di vongole e cozze!!

[l'immagine è presa da internet, il regalo fu fatto dalle "sapienti" mani di una collega di mia madre]L'albero degli orrori-Spazzolino e dentifricio: in concomitanza alla caduta del mio primo dentino da latte, mia zia decise di insegnarmi l'igiene orale. Come? Facendomi trovare sotto l'albero lo spazzolino e il dentifricio Paperino's. Dentifricio che mi faceva venire la nausea solo odorandolo.L'albero degli orrori-Portarossetto: regalo al 100% riciclato (credo fosse di proprietà della mia prozia), era senza ombra di dubbio un oggetto utilissimo per ogni essere di sesso femminile...specie a 10 anni. Cioè, a dieci anni per me era già tanto mettere il burro di cacao! Eppure niente, secondo la prozia era il regalo più idoneo che potesse mai farmi, con quelle sue trame molto orientali e lo specchietto interno rotto.L'albero degli orrori-Camicia da notte della nonna: sinceramente non so cosa abbia fatto di male alle mie ziee e proziee, ma anche questa mi fu regalato da una di loro. Una camicia da notte che nemmeno mia nonna avrebbe indossato. Una camicia da notte talmente brutta che mia madre decise di usarla per spolverare già dal giorno dopo. Per la cronaca, avevo circa 14 anni quando mi fu regalata.L'albero degli orrori-Bacheca porta oggetti in legno: quando si è piccoli e si consumano mediamente tre ovetti Kinder a settimana, è logico che ci si ritrovi circondati da pupazzetti di ogni forma e colore. Pupazzetti che, ovviamente, devono esser mostrati a gli amici per farli rosicare di invidia. Dunque la mia bisnonna, pace all'anima sua, decise di regalarmi una bacheca per metterli in bella mostra. Una bacheca come questa. Solo che la mia era a forma di mela.L'albero degli orrori-Vhs tarocco: ad ogni Natale o giù di lì, usciva qualche bellissimo cartone animato della Disney. Conseguentemente, nell'eventualità in cui non riuscissi a vederlo al cinema, chiedevo la VHS dello stesso. Semplice, no? NO. Perchè ricevevo sì la VHS di quel determinato cartone animato ma sempre nella versione tarocca. Talvolta pure in versione "te l'ha registrato zio dalla tv con tanto amore!", con annessi pezzi di cartone che saltavano e interminabili minuti di pubblicità registrati per distrazione. L'albero degli orrori-Libri fai da te: riporto il dialogo che faccio prima.
PersonaX:<<So che tua figlia ama i libri e ha molta fantasia, quindi le ho preso questo bellissimo libro!>>
Madre:<<Ma è quello che vendono a 2mila lire nei cestoni del supermercato?!>>
PX:<<Embè? Così magari impara a fare qualcosa di carino!>>
Avevo sette anni e la manualità della Venere di Milo.

Ed in fine il regalo che mi causò la gastrite alla tenera età di nove anni. Regalo già ampiamente citato in questo blog ma che sogno ancora la notte quando non digerisco la peperonata.
L'albero degli orrori-I pantacollant con staffa in velluto: dopo questo regalo capì che mia zia mi odiava (e odia tutt'oggi) da morire.
Perchè, santo cielo, perchè?!?! Che senso hanno??? Ma, soprattutto....perchè credevi che una cagata simile potesse piacere ad una bambina di nove anni che bramava tutt'altra cosa (e lo sapevi)?!? Chi ti ha spinta a dire "toh, mia nipote vorrebbe ricevere Barbie Magie delle Feste...e invece no, le regalo 'sti così qui che piacciono tanto A ME."?? 
Ma che t'ho mai fatto di male? Poche ore fa, mia madre.M:<<A Natale avremo tutti qui, che bello!>>
Io:<<C'è pure zia?>>
M:<<Certo! Chissà cosa ti regalerà di bello...io le ho dato qualche indizio, eheeh...>>
I:<<Cioè le hai detto cosa potrebbe piacermi?>>
M:<<Sì!>>
I:<<Allora riceverò qualcosa che non mi piace.>>
M:<<Ma dai, l'anno scorso t'ha regalato quella buonissima crema corpo!>>
Già. Una crema corpo puzzolentissima, formato famiglia, e contenuta elegantemente in un cofanetto in....VELLUTO.
Mia zia mi odia sì, ma di certo ama il velluto.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :