Magazine Informatica

L’app fotocamera di Samsung ha svelato molti segreti del nuovo Galaxy S11

Creato il 18 novembre 2019 da Paolo Dolci @androidblogit
Samsung Galaxy S11 concept

Come spesso accade, i produttori di smartphone che sono soliti sviluppare delle app proprietarie per i propri modelli, cominciano a renderle compatibili con i futuri smartphone a distanza d mesi dalla loro presentazione. È ad esempio il caso di Samsung che, nell’ultima versione dell’app della fotocamera, ha inserito diversi dettagli riguardanti il nuovo Samsung Galaxy S11.

Attraverso una prima analisi del codice dell’app disponibile nella One UI 2.0 beta 4, si è scoperta l’aggiunta del supporto alla registrazione video 8K. Considerando che nessuno smartphone attuale supporta tale funzione, è molto probabile che si tratti di qualcosa pensato per il Samsung Galaxy S11.

Ci aspettavamo questa funzione sin da quando è stato annunciato che il SoC Exynos 990 supporta la registrazione video in 4K @ 120fps e 8K @ 30fps. Mentre lo Snapdragon 865 non è stato ancora annunciato (verrà svelato il 3 dicembre), Samsung sta lavorando assiduamente sul proprio SoC che equipaggerà la versione internazionale dello smartphone. È comunque probabile che anche l’865 supporterà la registrazione video in 8K @ 30fps.

Affinché uno smartphone sia in grado di registrare video in 8K, il suo sensore principale della fotocamera deve essere in grado di catturare 33.177.600 pixel. La fotocamera da 12 MP nel Galaxy S10 non la taglia in quanto ha solo 12.000.000 di pixel. Samsung deve quindi utilizzare un sensore per fotocamera con un numero di pixel più elevato, il che si collega alla voce sulla possibile presenza della fotocamera da 108 MP, già fornita a Xiaomi per il suo Mi Note 10.

––’

Pur non avendo una conferma assoluta che queste funzioni si riferiscano al samsung Galaxy S11, la potenza di elaborazione necessaria per questo tipo di registrazione video non è proprio possibile con i processori di fascia media. Detto questo, non possiamo dire con certezza se ciò significa che sarà il Galaxy S11 o un altro dispositivo a supportare queste funzionalità.

Nell’app fotocamera è persino stato trovato un riferimento a un formato 20:9. Sebbene non possiamo dire esattamente quale dispositivo Galaxy avrà un formato 20:9, possiamo almeno dire che Samsung sta lavorando su uno smartphone molto allungato e slanciato. 

VIA

––– samsung2019-11-18Lorenzo Spada

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog