Magazine Cultura

L’artista Giuseppe Carta nei castelli della Puglia

Creato il 11 febbraio 2019 da Dfalcicchio

L’artista Giuseppe Carta nei castelli della Puglia

FlipMagazine conosce i lavori dello scultore Giuseppe Carta e nel ricordo ci rimane, in modo particolare, l’impatto visivo e spaziale del ‘suo’ peperoncino gigante, visto all’Euroflora a Genova.

Carta è un artista che realizza grandi sculture raffiguranti grandi frutti, uno installato all’entrata di FICO a Bologna, poi davanti al Colosseo, a Pietrasanta e ora in 4 castelli Pugliesi, mentre nei prossimi mesi un suo mega peperoncino gigante sarà protagonista in Cina.

Grandi sculture di limoni, fragole, peperoncini, cipolle, uva animano l’interno di quattro castelli pugliesi.  E’ l’Epifania della Terra, un evento da non perdere del Polo museale della Puglia per l’Anno del cibo, promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali in collaborazione con il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali

La freschezza e i colori vivi della frutta, fino alla fine di aprile, danno vita a interni ed esterni di quattro spazi: il Castello svevo di Bari. il Castello di Manfredonia, il Castello di Gioia del Colle e il castello in Trani.

Un progetto di valorizzazione che ha portato alla scelta di Carta, come scrivono dal Polo museale della Puglia: “Pittore virtuoso che passa con la medesima maestria dalla natura morta al ritratto, abile scultore già coinvolto in numerosi eventi di richiamo internazionale”.

Come accennavano prima, le installazioni di Giuseppe Carta hanno arricchito monumenti italiani millenari e contemporanei come il Colosseo, le piazze di Pietrasanta ed un suo peperoncino gigante accoglie gli ospiti di FICO a Bologna. Ma le sue opere sono state esposte in numerosi altri spazi pubblici delle maggiori città italiane: da Roma a Genova. Oltre i confini nazionali, Carta ha realizzato opere esposte in Cina, dove nei prossimi mesi è prevista l’inaugurazione di una nova installazione.

Carta ci porta a riflettere sulla natura e la sua forza, che spesso ci sovrasta, quasi a volersi difendere dall’uomo. Le dimensioni delle opere realizzate dall’artista ci suggeriscono anche una spontanea imponenza che la natura ha sempre e spingono l’occhio ad ammirarne forme e contorni, grazie ad un impatto visivo e spaziale di rara suggestione.

Chantal Fortini


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog