Magazine Italia

L'Emilia-Romagna è considerata una delle regioni più fertili e produttive d'Italia.

Creato il 03 luglio 2019 da Hugor @msdiaz61

L'Emilia-Romagna è una delle venti regioni che compongono la Repubblica Italiana. La sua capitale e la città più popolata è Bologna .
Si trova nell'Italia nord-orientale, delimitata a nord dalla Lombardia e dal Veneto , a est dal Mare Adriatico, a sud dalle Marche, da San Marino e dalla Toscana, a sud-ovest dalla Liguria e ad ovest dal Piemonte .
Con 4 450 451 hab. nel 2013 è la sesta regione più popolata - dietro a Lombardia, Lazio, Campania, Sicilia e Veneto - e con 22.496 km², la sesta più grande, dietro a Sicilia, Piemonte, Sardegna, Lombardia e Toscana.

L'Emilia-Romagna è considerata una delle regioni più fertili e produttive d'Italia.

Con una popolazione di oltre 4.500.000 abitanti, è la sesta regione più popolata d'Italia.

Indice dei contenuti: [ nascondi ]

L'Emilia-Romagna è considerata una delle regioni più fertili e produttive d'Italia.

Gli amanti del mare, del sole e del divertimento scelgono la sponda dell'Emilia Romagna, con la spiaggia più lunga d'Europa, per poter godere delle sue strutture attrezzate anche per lo sport e il tempo libero. Luoghi come Rimini, Riccione, Cattolica sono sinonimo di eccellente accoglienza turistica, relax e tanto divertimento.

Gli Appennini, invece, rivelano la loro bellezza passeggiando tra Parma e Piacenza oa piedi, visitando gli splendidi parchi e le meravigliose riserve naturali.

Popolazione e densità di popolazione.
L'Emilia-Romagna è considerata una delle regioni più fertili e produttive d'Italia.

La Fontana del Nettuno nella Plaza Mayor di Bologna.

Costituita ufficialmente il 7 giugno 1970, è una regione densamente popolata, soprattutto nella pianura centrale.
L'Emilia-Romagna ha una popolazione di 4.405.486 abitanti (2010), con una densità di 196,27 abitanti / km², è appena sopra la media nazionale.
La popolazione di questa regione è tradizionalmente ben distribuita, così che non esiste una metropoli dominante ma un asse di città di medie dimensioni lungo la Via Emilia, dove si concentra la produzione della maggior parte della produzione industriale regionale.

Leggi anche: La Lombardia, a sud delle Alpi, con i suoi grandi laghi glaciali.

Anche la costa romagnola è densamente popolata grazie all'enorme boom del turismo costiero degli ultimi decenni. Nelle aree periferiche delle montagne dell'Appennino e nelle pianure agricole intorno a Ferrara e Plasencia la popolazione è meno densa.

Due regioni in una.


È composto dall'unione di due regioni storiche: l'Emilia, che comprende le province di Plasencia, Parma, Reggio Emilia, Modena, Ferrara e gran parte della città metropolitana di Bologna con la capitale, e la Romagna, con le altre province di Ravenna, Rimini, Forlì - Cesena e la parte orientale della Città Metropolitana di Bologna (Imola e zone limitrofe). La Romagna storica comprende invece piccoli territori nelle Marche e in Toscana.
Le aree che compongono l'attuale regione sono abitate fin dall'antichità, come indicano diversi reperti: il caso più famoso è quello del sito del Monte Poggiolo, nei dintorni di Forlì, dove sono state raccolte migliaia di oggetti risalenti a circa 800.000 anni fa. anni, il che dimostra che l'area era già abitata nel Paleolitico.

Gastronomia.

L'Emilia-Romagna è conosciuta per la sua pasta all'uovo fatta con farina di grano tenero e tartufi all'aglio con salsa al vino bianco. Boloña è famosa per i primi piatti come tortellini, lasagne verdi, gramigna e tagliatelle che si trovano anche in altre città della regione. La Romagna ha cappelletti, garganelli, strozzapreti, spoglia Lorda e tortelli alla Lastra.

L'Emilia-Romagna è considerata una delle regioni più fertili e produttive d'Italia.

Boloña è famosa per i suoi piatti di pasta come i tipici strozzapreti della regione.

In Emilia, da Parma a Plasencia, il riso viene mangiato in misura minore. La polenta è il prodotto principale delle montagne dell'Appennino, sia in Emilia che in Romagna. L'aceto balsamico tradizionale (aceto balsamico) viene prodotto solo nelle città emiliane di Modena e Reggio Emilia, seguendo legalmente le tradizionali procedure obbligatorie.
Il Parmigiano Reggiano viene prodotto a Reggio Emilia, Parma, Modena e Bologna ed è ampiamente utilizzato in cucina. Si mangia molto pesce sulla costa adriatica, ma questa è una regione in cui predomina la carne, tra cui agnello romagnolo, maiale mora romagnola e selvaggina.
La regione ha molti prodotti a base di carne suina: prosciutto di Bologna, Parma e Modena, tra cui il culatello e il salame Felino di Parma e la pancetta e la coppa di Plasencia. Popolare anche il maiale cotto come la mortadella e il salame rosa di Bologna, lo zampone, il capello di prete e il cotechino di Modena e la salama da sugo di Ferrara.

Cultura artistica


La cultura artistica ha trovato terreno fertile in questa terra e ha piantato le sue radici profonde. Ne sono testimonianza, dalle opere di Verdi e la poesia di Pascoli al cinema dell'inconfondibile Fellini, che è diventato un mito grazie ai suoi numerosi capolavori, i cui copioni hanno preso vita in questa regione.
L'Emilia Romagna ha dato vita a uno dei più importanti compositori della storia della musica: Giuseppe Verdi. La canzone più famosa di questa terra è "Romagna mia", scritta nel 1954 da Secondo Casadei.

In Emilia Romagna è possibile diventare spettatori ovunque; basta scegliere lo spettacolo da una lista infinita. L'Emilia Romagna confina con il terzo paese più piccolo d'Europa, la Repubblica di San Marino.

Musei.
L'Emilia-Romagna è considerata una delle regioni più fertili e produttive d'Italia.

Facciata del Tempio Malatestiano di Rimini.

Per quanto riguarda i musei della regione, spiccano le seguenti:
I musei archeologici (Museo Archeologico Nazionale) di Parma e Ferrara.
Gallerie d'arte e gallerie:
Museo Civico di Plasencia, dove è possibile vedere una Vergine col Bambino con Juan Bautista de Botticelli;
Galleria Nazionale di Parma che si trova a Palazzo Pilotta e conserva opere di Bronzino, Correggio, El Greco, Beato Angelico, Ludovico Carracci e Parmigianino;
La Galleria Estense nel Palazzo dei Musei di Modena;
La Pinacoteca Nazionale di Bologna, dove si trovano la Vergine nella gloria del Perugino e l'Estasi di Santa Cecilia de Rafael, oltre alle opere dei maestri dell'Emilia-Romagna;
Museo del Duomo di Ferrara;
Museo Nazionale di Ravenna;
Altri musei, specializzati o tematici, sono:
La Ferrari Gallery nello stabilimento Ferrari, che comprende auto d'epoca.
Museo di Anatomia umana normale a Bologna;
Museo Internazionale della Ceramica a Faenza.

L'Emilia-Romagna è considerata una delle regioni più fertili e produttive d'Italia.

Interno gotico della chiesa di San Petronio a Bologna.

Leggi anche: Le regioni d'Italia sono un mosaico multicolore naturale di straordinaria bellezza naturale e artistica.

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog