Magazine Attualità

L’età della politica e dei media cazzari (4) – RIECCOLI! E RIECCOLA!, LA DONNA DELLO SCHERMO! Sull’Italia ostaggio della casta, sulla “profezia” di Giulio Sapelli e su Denis Verdini for President, subito!, mentre Renzi twitta “Buon lavoro!” #buonlavoro

Creato il 12 dicembre 2016 da Rosebudgiornalismo @RosebudGiornali

Anche se il risultato della filosofia è semplice, non può esserlo il metodo per arrivarci. La complessità della filosofia non è quella della sua materia, ma del nostro intelletto annodato.
(Ludwig Wittgenstein)

Quelli che la crisi impone sacrifici: babbo, babbo c'è la dentiera della nonna che nuota nella tua cassoulet.... Zitto e mangia! (Rina Brundu)

Rieccoli! Tutti quanti, da Alfano alla Boschi, fresca di trasformazione in novella madonna dello schermo fiorentina, con annessa e connessa la Finocchiaro dell'Ikea! Insomma, abbiamo il paese, la sua economia, la sua politica, ostaggio di Matteo Renzi, come ha fatto giustamente notare quel Ferruccio De Bortoli che per me resta sempre l'ideale direttore de Il Corriere della Sera, nonché ostaggio del revanscismo renzista: cos'altro potrebbe volere di più un popolo dopo un voto referendario e anti-governativo così tonante?

Rieccoli! Scagli la prima pietra il cittadino che in questa settimana non ha sentito la mancanza dell'onnipresente Angelino Alfano, adesso orgoglioso Ministro degli Esteri, o delle querimonie di Maria Elena da Banca Etruria che avrebbe richiesto per sé almeno uno scrannetto nel "nuovo" Esecutivo (un incarico da sottosegretario era il minimo! Anche sotto-sotto-sotto sarebbe andato benissimo!), nonché degli altri figuri del Giglio Magico che tramano, inciuciano, fanno e disfano agli ordini del Ducetto di Rignano per insediarsi ad infinitum (altro che vado via, lascio la politica!) nell'apparato centrale dello Stato onde gestirlo a piacimento.

Rieccoli! C'é da temerli per certi versi e più il tempo passa più le parole dell'economista Giulio Sapelli, nell' aftermath della Renxit, somigliano ad una "sinistra" profezia: "La situazione è disastrosa. Quest'uomo (i.e. Renzi) può combinarne di tutti i colori. I rumours che vengono dal Quirinale su come ha gestito la crisi sono preoccupanti".

Rieccoli! Finanche prigionieri dei diktat dell'Ala verdiniana che essendosi vista sfuggire "l'osso", lo scranno pagato dal contribuente, non dovrebbe dare la fiducia al nuovo governo: viva la faccia e "l'onestà", Denis Verdini for President, subito!

"Buon lavoro!" ha invece twittato l'infaticabile Matteo Renzi all'indirizzo di Paolo Gentiloni. Come a dirgli: stai sereno, Paolo! Dati i precedenti, e se non fossimo contrari a incensare la superstizione, bisognerebbe suggerire al nuovo Premier di fare una buona scorta di aglio e cornetti napoletani quanto prima!

Rieccoli! Ma davvero possiamo dire che non ce l'aspettavamo? Per quanto mi riguarda, confesso che attendevo proprio questo risultato, al punto che avevo già deciso di cambiare titolo a questa nuova rubrica titolata: L'età della politica e dei media cazzari! Mi pareva questo un costrutto, un titolo brutto, pregno di un lessico volgare dove ogni lemma viveva svuotato di qualsiasi significato: avevo ragione, la composizione del "nuovo" Esecutivo docet!

Confermo dunque che il titolo lo cambio subito: vado immediatamente a controllare il Nuovo Dizionario degli Escrementi e cercherò dei sinonimi di "politica" e di "media" meno scurrili agli occhi del signor Rossi qualunque (e, suo malgrado, da oggi in poi pure trombato da Renzi): l'educazione prima di tutto, anche in Rete! Sic!

Bisogna avere in sé il caos per partorire una stella che danzi. -- (---) -- Il mio tempo non è ancora venuto; alcuni nascono postumi.

Non voglio seguaci, persone ubbidienti. Voglio amici intelligenti, compagni di viaggio.

Platone è il mio amico, Aristotele è il mio amico, ma il mio migliore amico è la verità.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :