Magazine Curiosità

L’inconscio familiare sui bambini agisce con una rapidità sorprendente.Decodificazione e astrogenealogia.

Creato il 10 maggio 2016 da Davidejungometrolibri @jungometro

Picture 001

Ciao, la tua spiegazione sulla bio-decodificazione della data natale è molto
interessante, e vorrei sapere se mio figlio, che è nato il 17/9 del 2014 , può
essere doppio della nonna materna che è nata il 09/09 e suo padre,il 11 / 09,
e la nonna paterna, il 24/09.In questo caso è doppio con tutti.Uno altro degli
aspetti più interessanti riguardo alle trasmissioni inconsce familiari è quello
riferito ai bambini che hanno meno di 7 anni.

Secondo la bio-decodificazione(astro-genealogia) della data natale, essi sono
ancora dipendenti dai trascorsi e dalle influenze familiari che agiscono sulla
madre(dai 7 ai 14 passano a quelli del padre),attraverso i legami della data
materna con gli altri membri familiari e antenati,ricavabili,come vi ho spiegato,
dalla tabella delle fratrìe e dell’albero genealogico(2-5-8-11 etc).

Questa conoscenza è di indubbio valore soprattutto quando
la realizzazione dell’albero genealogico,riscontriamo che il figlio/a
è fortemente collegato a qualche antenato e comincia da presto
a produrre dei sintomi o conflitti particolari.

Ad esempio, a quei bambini che a scuola mostrano “deficit di
attenzione e altre disarmonie” ,questa disciplina spesso li associa
alla sindrome del bambino di sostituzione o fantasma di qualche
antenato, morto prima che lui nascesse, a volte si riferisce anche
agli eventuali aborti,che hanno preceduto la sua nascita.
Questo nei casi conclamati in l’albero genealogico conferma che
egli è legato a qualche antenato.Mentre più semplicemente,può
essere un semplice problema comportamentale,cioè che si annoia,
in quel periodo a quel tipo di scuola.

Quindi è possibile intervenire sui bambini al di sotto dei 7 anni,
attraverso lo studio della struttura dell’albero genealogico della madre.
Mentre,sempre con amore e delicatezza,è possibile dire attraverso qualche racconto,fiaba,che il suo disagio del momento non le appartiene.
Forse si può fare un “rituale” insieme …così come la lettura, mi viene in
mente che si può anche fare scrivere o dire, ciò che essi sentono e metterlo
su carta, e poi si può andare insieme a comprare un vasetto , bruciare la
carta insieme e seppellire le ceneri nella terra … oppure chiederle di realizzare
qualcosa con la terra,plastilina o simile, facendole fare quello che in quel
momento piace fare al bambino,oppure giocare con il simbolo di qualcosa che
non ci serve più, in modo che possiamo farlo uscire da noi(insieme).


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :