Magazine Informazione regionale

La Banca di Credito Popolare vicina alle scuole contro le ludopatie

Creato il 21 febbraio 2020 da Vesuviolive

La Banca di Credito Popolare vicina alle scuole contro le ludopatie

La Banca di Credito Popolare vicina alle scuole contro le ludopatie Venerdì 21 febbraio. L’Auditorium della Regione Campania ha ospitato oggi oltre 350 studenti delle scuole secondarie di II grado che, nel corso di una mattinata organizzata dalla Banca di Credito Popolare, dalla FEduF in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale per la Campania e la Regione Campania, hanno assistito alla conferenza spettacolo “Fate il Nostro Gioco”, soffermandosi su temi come l’uso consapevole del denaro e legalità e per comprendere i danni che può provocare il gioco d’azzardo quando sfocia in ludopatia. La prima parte della giornata è stata dedicata a una riflessione dal titolo “Il valore dell’educazione finanziaria per i cittadini di domani”, un dialogo con gli studenti sui principali concetti di cittadinanza economica con gli interventi di Lucia Fortini – Assessore Istruzione, Politiche Giovanili, Politiche Sociali Regione Campania, Felice Delle Femine – Direttore Generale Banca di Credito Popolare, Don Tonino Palmese – Presidente Fondazione POLIS e Giovanna Boggio Robutti – Direttore Generale di FEduF. A seguire i ragazzi hanno assistito allo spettacolo divulgativo “Fate il nostro gioco” dei divulgatori scientifici di Taxi 1729, che ha presentato ai ragazzi i meccanismi del gioco d’azzardo, evidenziando effetti e trappole nelle quali è facile cadere. “La consapevolezza di essere banca del territorio – afferma Felice Delle Femine, Direttore Generale della Banca di Credito Popolare – ci responsabilizza e ci spinge ad investire sulla cultura economica delle nuove generazioni. L’impegno che la BCP sente particolarmente vicino alla propria mission e al ruolo sociale che svolge è affiancare le istituzioni e le scuole del territorio nella divulgazione ai giovani della conoscenza di temi economico-finanziari, ed offrire agli stessi la possibilità di riflettere sul valore del denaro e sulla necessità di gestirlo responsabilmente per sé stessi e per la comunità, in un’ottica di cittadinanza consapevole” La conferenza spettacolo ha illustrato agli studenti le regole matematiche applicate alle varie forme di scommesse e al gioco d’azzardo, svelandone i lati nascosti, le scarse possibilità di successo e gli alti rischi, con l’obiettivo di prevenire la diffusione di questo pericoloso fenomeno tra i giovani. Il gioco d’azzardo e le ludopatie sono fenomeni sociali in continua crescita in Italia, con ricadute negative sul capitale finanziario, sociale, relazionale e umano del Paese: basti pensare che la spesa degli italiani in quest’ambito è passata dagli 88,25 miliardi di euro del 2015 ai 106,8 miliardi del 2018. Una criticità che coinvolge in maniera significativa anche i giovani: negli ultimi 12 mesi, ben il 48% degli studenti tra 14 e 19 anni dichiara di aver giocato a giochi di fortuna o d’azzardo. Questi sono alcuni dei dati illustrati a Napoli nel corso della mattinata. “Lo scopo di questa iniziativa, che grazie alla collaborazione tra enti pubblici e privati offre ai giovani campani e ai loro insegnanti un’opportunità importante di sviluppo delle proprie competenze – ha commentato Lucia Fortini Assessore Istruzione, Politiche Giovanili, Politiche Sociali Regione Campania - è quello di dare strumenti concreti per imparare ad avvicinarsi all’uso consapevole del denaro e prevenire in questo modo comportamenti che possono influire negativamente sul futuro dei nostri ragazzi” “Questo incontro realizzato con l’Ufficio Scolastico Regionale per la Campania e la Regione Campania e in collaborazione con Banca di credito Popolare rappresenta  un’occasione  di crescita in linea con la missione della Fondazione – commenta Giovanna Boggio Robutti, Direttore Generale della FEduF – per la promozione della diffusione dell’educazione finanziaria nel Paese, in un’ottica di cittadinanza consapevole e di legalità economica, proponendo ai giovani un approccio valoriale fortemente collegato anche ai principi della sostenibilità”. La BCP a conclusione della mattinata ha omaggiato gli studenti presenti di un Kit per limitare l’uso della plastica, nell’ambito di una campagna per sensibilizzare i giovani alla salvaguardia dell’ambiente. L’iniziativa rientra in un più ampio progetto che la BCP, consapevole che la tutela ambientale costituisca un aspetto basilare nella responsabilità sociale di ogni impresa, sta realizzando con l’obiettivo di rafforzare un percorso di sviluppo sostenibile sul territorio di riferimento, e che l’ha vista impegnata già lo scorso mese con la donazione di oltre 7.500 borracce in alluminio agli studenti di Torre del Greco.

L'articolo La Banca di Credito Popolare vicina alle scuole contro le ludopatie proviene da Vesuvio Live.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog