Magazine Poesie

La Belle Époque

Da Miryam
La Belle Époque
Guardi oltre la linea rossa Scivoli sulla grande scala a pioli Ogni volta che cerchi un guizzo nel futuro Maschere violacee danzano con la linea rossa
Una folata di vento t'abbraccia E abbandoni il penetrare l'ignoto T'arrendi al piano snodato per te E ti tuffi nelle pieghe dei vezzi
Fantasmi passati incartano spettri futuriTra tuoni tempestosi e gocce di piovigginìo T'avvolge questo tempo crudo di baci Cammini su sabbia e non lasci orme
Il tuo viso di plastica raggela le smorfie Mentre leggi "L'Infinito" di Leopardi Affondi la testa nel cosmo dei grandi E t'attende il dolore nel gregge insensato

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines