Magazine Arte

La c'è la Provvidenza?

Creato il 25 febbraio 2020 da Jet @lucecolore

La c'è la Provvidenza?

Vera Effigie di S. Maria del Soccorso che si venera dalla di lei Confraternita
a capo il Borgo di S. Pietro, e per cui l'anno 1527 cessò il contagio...,
Ioachinus Pizzoli Academicus Clementinus Inv. ;
Lodovicus Matthioli Academicus Clem.us incidit [Bologna, s.n., 1719],
stampa, acqf.; 367 x 255 mm. Collocazione: G.D.S. AA.VV. Cart. XVIII.


La c'è la Provvidenza?
“Non di solo pane vive l'uomo”, è scritto nel Vangelo, ora, non di solo Coronavirus si muore. Il panorama globale assomiglia sempre più a quello allucinante del racconto di Poe, La Mascherata della Morte Rossa.  Il Coronavirus, che tanti in USA pensavano causato dalla birra Corona, forse perché di fabbricazione messicana, ci costringe a trincerarci, con mascherine non carnevalesche, a livello di paesini, di metropoli, di intere nazioni.  Ad Ischia, non passa lo straniero, Codogno è off limits, controllata dalle forze dell'ordine. Vista dai droni, pare una ghost-town.  Altri problemi precedenti sono ora accantonati, anche se provocano morti in misura ben maggiore e non esistono né mai verrano inventati o scoperti antivirali efficaci per contrastarli e sconfiggerli.  Intendo parlare di mafia, camorra e 'ndrangheta, che causano pandemie, nazionali e planetarie, con centinaia di vittime. Le aziende di ogni settore continuano a vomitare nell'atmosfera multiveleni a tonnellate, nessuno si muove, tra il silenzio o l'indifferenza di tutti, o quasi, per triste rassegnazione e inveterata sfiducia.  Ci arrostiamo lentamente, a base di CO2, inaliamo ogni giorno polveri sottili, ma Greta, ora, è passata in seconda fila.  Ora, tutti siamo sintonizzati sul Coronavirus e dintorni.  Mancano, però, descrizioni drammatiche, degne di quelle del Boccaccio o del Manzoni; in compenso, girano fake news maligne e vergognose. Non si notano untori, ma truffatori, a fingere, con persone anziane, di eseguire tamponi per il virus, mentre gli svaligiano la casa.  Padre Fanzaga, da Radio Maria, annuncia tuonando funeste ire virali della Madonna, che infiniti lutti adduce su di noi, le chiese sbarrano i portoni, niente più riti religiosi, scambi del segno di pace, le ostie sono offerte con le pinze. La confessione, ce la raccontiamo via smartphone, per evitare dialoghi ravvicinati tra peccatori e confessori?  La non c'è più la Provvidenza?  E Feltri afferma che l'Untore è lo Stato, non Renzo Tramaglino. Franco Bifani

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog