Magazine Carriere

La Chiesa al lavoro

Creato il 30 ottobre 2017 da Propostalavoro @propostalavoro

La Chiesa al lavoroBy Zebra48bo (Own work) [CC BY-SA 4.0 (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0)], via Wikimedia CommonsDa sempre, la Chiesa di Papa Francesco è stata molto attenta alle questioni sociali ed ai temi del lavoro.

Non stupisce, quindi, l'intervento della Cei, nel corso della Settimana Sociale dei Cattolici Italiani, che, quest'anno, si è svolta a Cagliari, dedicata proprio al lavoro ed alle sue problematiche.

Dal convegno, infatti, sono uscite una serie di proposte e progetti, allo scopo di dare una scossa al Governo e di permettere alla Chiesa di scendere direttamente in campo, per tentare di sbrogliare l'intricata matassa, in cui è piombato il lavoro italiano.

Quattro le iniziative, da subito attuabili, che la Cei sottopone, con un documento programmatico, allo Stato:

  1. Rafforzare il sistema educativo professionalizzante, allo scopo di preparare al meglio i giovani al lavoro;
  2. Estendere le agevolazioni dei PIR – introdotte dalla scorsa Legge di Bilancio -, anche alle piccole imprese non quotate;
  3. Valorizzare, maggiormente, il Codice dei Contratti Pubblici, inserendo determinati parametri imprescindibiliresponsabilità sociale, tutela dell'ambiente, responsabilità fiscale -, in modo che siano preferibili, negli appalti pubblici, al criterio del massimo ribasso;
  4. Aliquota IVA agevolata, per quelle aziende che rispettano determinati criteri sociali e ambientali, misurabili e verificabili.

La Cei, però, non si è solo limitata a presentare queste proposte, ma ha anche fatto sapere di avere intenzione di prendere l'iniziativa, tramite dei programmi che, sfruttando la presenza capillare delle parrocchie, verranno applicati al territorio:

  • Sfruttare gli oratori come laboratori, allo scopo di educare i giovani al lavoro libero, creativo, partecipativo e solidale;
  • Stanziare borse lavoro, a livello diocesano, dedicate ai Neet, per stimolarne il reinserimento nel tessuto lavorativo locale;
  • Introdurre la figura del Cercatore di LavOro, il cui scopo, all'interno della diocesi, sarà: mappare il territorio, per poter individuare e studiare le migliori pratiche sul lavoro, in modo da esportarle in altre realtà locali; fungere da punto di incontro e di dialogo tra imprenditori, pubblici amministratori e scuole e realtà formative professionali, per favorire lo scambio di idee e progetti, da realizzare sul territorio.

Insomma, sembra proprio che la Chiesa voglia mettersi al lavoro: speriamo, proprio, che anche lo Stato ne segua l'esempio.

Danilo


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines