Magazine Attualità

La frittata di fave fresche, la primavera in tavola

Creato il 28 marzo 2020 da Yellowflate @yellowflate

La frittata di fave fresche, la primavera in tavolaLa frittata di fave fresche è un secondo vegetariano. Piatto tipico della primavera, la frittata di fave fresche si prepara con i legumi freschi.

Le fave fresche vengono raccolte e commercializzate a primavera. Sono una buona fonte di minerali come il ferro, il fosforo ed il calcio. Apportano vitamine del gruppo B, acido folico e tante fibre.

Le fave fresche sono alla base di numerose ricette tradizionali come la vignarola . Quando sono piccole e tenere si possono aggiungere alle insalate mentre le più grosse possono essere sbollentate oppure cucinate in padella con aglio e cipolla.

Invece, le secche si trovano in vendita durante tutto l'anno e si prestano a tantissime ricette. Possono essere aggiunte ai minestroni e alle zuppe oppure si possono frullare ed accompagnare a verdure e carni.

Le fave non possono essere consumate da tutti. I soggetti fabici, a causa della carenza di un enzima, sono allergici sia alle fave che ad alcune categorie di farmaci.

Ecco come preparare il nostro piatto primaverile.

1 chilo di favette freschissime olio extra vergine d'oliva

Sgusciamo le favette e mondiamo i cipollotti; affettiamoli sottilmente. In una padella capiente mettiamo abbondante olio e dopo qualche minuto aggiungiamo i cipollotti. Saliamo e lasciamoli soffriggere; uniamo le fave, giriamo ed abbassiamo la fiamma. Cuociamo per circa 5 minuti. Se è necessario aggiungiamo poca acqua calda.

A parte sbattiamo le uova aggiungendo una tazzina di latte. Mischiamo con cura. Versiamo il composto di uova e latte sulle fave e con un cucchiaio mescoliamo bene. Continuiamo a cuocere e a girare così che il composto non si compatti. Prima che sia completamente rassodata spegniamo.

Decoriamo con qualche foglia di menta fresca e serviamo.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog