Magazine Cultura

"La frivolezza del cristallo liquido" il nuovo romanzo di Irina Turcanu

Creato il 15 ottobre 2010 da Cataruz0419


La Cover del libro

Se cercate un romanzo duro, dolce, coinvolgente, ricco di spunti di riflessione, allora ecco il titolo giusto: La Frivolezza del Cristallo Liquido di Irina Turcanu. Non è un thriller, nonostante abbia gran parte delle caratteristiche tipiche del genere. Sì, vi farà rabbrividire. Un assassinio, dà il via alla narrazione. Non il classico crimine. A morire non è un corpo, bensì un’esistenza, un’anima, quella di Marta, giovane ragazza alla quale il destino riserva un’esperienza sconvolgente. La firma Sandu, il risultato di una società profondamente maschilista nella quale non c’è spazio per la donna, per la sua libertà di vivere secondo le proprie scelte. La donna, certe volte, non ha il diritto di dire “no”.  Se a un uomo cade in terra il cappello, con una scrollata allontana la polvere e lo può indossare nuovamente. Non vale lo stesso per la donna, recita un detto popolare. Non nei paesi dell’Est Europa, per la precisione a Chisinau. Ma forse non è un aspetto tipico dei paesi con clima temperato e gli inverni rigidi. La donna che stimola gli appetiti, colpevole delle reazioni, è pensiero comune in molti luoghi del mondo, anche laddove il sole riscalda ancora persino a novembre.Con mano ferma e sapiente, Irina Turcanu traccia i contorni di una realtà che non può essere ignorata, una realtà troppo vicina nonostante l’ambientazione. Alla narrazione non manca nulla perché vi tenga incollati alle pagine: nero quanto le strade buie dove troppe ingiustizie accadono, un spruzzo di giallo come le luci soffuse di un focolare che appartiene ad altri, una sfumatura di rosa che nasce dalla sete d’amore di Marta, il rosso scarlatto sintomo di passione ma non solo, bianco come la neve che rallenta la corsa verso la salvezza, verde quanto la speranza che la giustizia fatta da soli ha lo stesso effetto di un’esecuzione in piazza. Forse Turcanu ha creato un nuovo genere: il bianco, appunto perché l’insieme di tutti i colori.
Inizia così la storia:
L’odore di ortica le invadeva le narici. Lo shampoo, mal diluito nell’acqua in un torbido verdastro, gorgogliava attraverso il troppopieno della vasca da bagno. Marta chiuse il rubinetto e s’immerse frettolosa nell’acqua gelida, prese la spugna e la strofinò con forza sulla pelle arrossata. I denti battevano con violenza. La ragazza si alzò di scatto lasciando la schiuma scoppiettare sotto la stretta dell’asciugamano. Le labbra violacee tremavano con un respiro corto che appannava lo specchio così illuminato da rendere fastidiosamente visibili le imperfezioni del giovane volto. Aveva soltanto sedici anni, ma quegli occhi di un insolito bluette ipnotico nascondevano le incisioni di segreti inconfessati. Erano segreti dal sapore nauseabondo, un cocktail di orrendo e di repulsione che la rendevano fragile e sporca.
Info e acquisto.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La Bambarana

    Bambarana

    Sabato 22 Gennaio 2011 12:22 Scritto da nonnAnna Mi ero intrattenuta sino a tardi presso i miei amici di Chivasso e stavo ritornando un pochino insonnolita vers... Leggere il seguito

    Da  Fiaba
    CULTURA, LETTERATURA PER RAGAZZI, LIBRI
  • La Rosa

    Rosa

    Tanto tempo fa, quando l’eternità faceva ancora carezze alla terra, c’era una Rosa.Regnava da millenni in un incantevole castello di fiocchi di neve posto su... Leggere il seguito

    Da  Fiaba
    CULTURA, LETTERATURA PER RAGAZZI, LIBRI
  • La frivolezza del cristallo liquido di Irina Turcanu

    frivolezza cristallo liquido Irina Turcanu

    Marta ha solo sedici anni, ma dietro i suoi begli occhi si nascondono le incisioni di segreti inconfessati, orribili ferite dall’odore nauseabondo. Gli uomini... Leggere il seguito

    Da  Edizionialtravista
    CULTURA, LIBRI
  • La Cicogna

    Cicogna

    Vi chiederete come mai un articolo sulla cicogna… Il motivo è semplice, ho iniziato a scrivere una fiaba dal titolo “Viola, la Cicogna” per una nascita che... Leggere il seguito

    Da  Saraconlacca
    CULTURA
  • La papessa

    papessa

    Nonostante le varie tirate femministodi non è un film male e questo dimostra la mia teoria secondo la quale un bel film è quello che piace nonostante... Leggere il seguito

    Da  Tanci86
    CINEMA, CULTURA
  • La horde

    horde

    Regia di Yannick Dahan e Benjamin Rocher Francia 2009 Un gruppo di poliziotti trasgredisce a ogni regola deontologica e cerca vendetta come nel Far West. Leggere il seguito

    Da  Mcnab75
    CINEMA, CULTURA
  • La vanità...

    <<Si, si, la vanità è indubbiamente la forza motrice che spinge il mondo ed è l'adulazione che lubrifica le ruote. Se volete... Leggere il seguito

    Da  Faith
    CULTURA

Dossier Paperblog

Magazines