Magazine Viaggi

La Lapponia Svedese: una terra fatata

Creato il 31 dicembre 2016 da Smilingischic
La Lapponia Svedese: una terra fatata

Ho pensato molto in questi giorni a quale fosse il modo migliore per lasciare andare questo anno così funesto, poco promettente già dagli esordi, un anno bisestile, verso il quale mese dopo mese abbiamo più volte lanciato epiteti sempre più ingiuriosi e offensivi. E ora alle soglie del 2017, ci sentiamo invadere dalla speranza che possa essere sufficiente svegliarsi nel nuovo anno per allontanarsi dal dolore, dalle ansie e che spesso ci hanno immobilizzato. Ma sappiamo in cuor nostro che non sarà facile smettere di aver paura e i muri, minacciati o alzati per combatterla sono ancora tutti su.

Difficile fare un post di buoni propositi, impensabile per me pensare di dare qualche consiglio sui look perfetti per il capodanno. Tornerò a farlo, presto. Ma adesso non è il momento.

Così ho pensato di regalarvi le immagini dell'ultima tappa di uno dei viaggi più belli che abbia mai fatto, quello in Svezia. L'ultima tappa riguarda la Lapponia Svedese. E' stato come entrare in una terra fatata, capace di donare tanta serenità, in una regione che si attraversa con le gambe, con il gli occhi, ma soprattutto con il cuore; una sorta di viaggio in una dimensione parallela, attraverso una natura incontaminata, silenziosa, accogliente e una cultura molto diversa dalla nostra ma che ha così tanto da insegnarci.

Questo vuole essere un modo per ricordarci che c'è tanto di bello intorno a noi, ed è più grande di tutte le nostre paure più alto di tutte le barriere che riusciremo ma a costruire.

La Lapponia Svedese: una terra fatata

La prima tappa nel cuore della Lapponia Svedese è stata a JokkMokk dove abbiamo raccolto informazioni sulla zona presso il centro informazioni per poi dirigerci a Gällivare , precisamente nel delizioso Skogs Hotel, caratteristico ranch immerso nel bosco, dove abbiamo assaggiato piatti tipici sami e sperato tutta la notte di avvistare l'Aurora Boreale. Ma come molti ci hanno detto l'aurora boreale è magica e capricciosa. Anche alle latitudini giuste e nel periodo più adatto non si ha mai la garanzia di poter ammirare questo fenomeno della natura in cui terra e spazio si congiungono. E noi non eravamo neanche nel periodo migliore. Un'utopia. Un valido motivo per ritornarci.

La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata

Il giorno dopo ci siamo diretti verso Jukkasjarvi, piccolo centro sul fiume Torne, decisi ad entrare in contatto il più possibile con la cultura Sami e gli Allevatori di Renne, che tutt'ora continuano nelle loro attività e che sono proprietari di tutte le renne che si trovano sul territorio, docili e mansuete come gattini domestici.

La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata

La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata

A Jukkasjarvi si trova anche il rinomato Ice Hotel, un meraviglioso hotel di ghiaccio, che viene ricostruito ogni anno diversamente dal 1991 e che è realizzato interamente con neve pressata e grossi blocchi di ghiaccio prelevati dal vicino fiume Torne. Tutti gli inverni, dopo mesi frenetici di martellate, scalpellate, tagli e bevute di vodka di scultori artisti, da ottobre a dicembre, prende vita il nuovo Ice Hotel pronto per accogliere gli ospiti nelle sue originalissime suite a -5°, con lampadari, i letti, soprammobili, tutto ghiacciato.

Ogni anno un nuovo albergo e una nuova installazione artistica.

Agli ospiti viene insegnato come vestirsi per resistere al freddo e come preparare il letto con il sacco a pelo che resiste fino a - 25°. Al mattino vengono svegliati con una bevanda calda, ma a loro disposizione c'è una sauna e una sala riscaldata con fuoco scoppiettante aperta 24 ore su 24, per chi necessitasse di un po' di tepore.

Dormire una notte in questo albergo penso che possa essere un'esperienza davvero magica .

Noi abbiamo avuto la possibilità di vedere le splendide foto di molte creazioni artistiche degli anni precedenti, abbiamo bevuto cocktail in bicchieri di ghiaccio e dopo un pranzo decisamente energetico presso l'ottimo ristorante dell'Ice Hotel, ci siamo buttati in un'avventura davvero insolita e divertente. Ci siamo cimentati con le sculture di ghiaccio. Un blocco a testa, lo scalpello, i guanti, tanta fantasia e altrettanta incapacità. Orgogliosi dei nostri risultati mediocri abbiamo lasciato andare le nostre creazioni nelle acque trasparenti del fiume Torne.

La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata

La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata

La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata

Abbandonati gli scalpelli ci siamo diretti verso Björkliden, passando da Kiruna e poi Abisko. Questo tratto del nostro tour lo abbiamo vissuto quasi in silenzio, godendo della vista di paesaggi che più di una volta ci hanno quasi commosso per la loro perfetta bellezza. Un panorama che piano piano si andava modificando sotto i nostri occhi, con la comparsa di cespugli, muschi, arbusti, fiori quasi alpini e laghi di impressionante bellezza.

La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata

Durante il nostro soggiorno a Björkliden abbiamo fatto quello che la mia amica Irene, definisce un buon hiking, molto semplice ed adatto a tutti, di circa 12 km ( io direi invece un massacrante buon hiking di 6 ore, ma sorvoliamo... ). Sicuramente la bravura e la pazienza dell'ottima guida Andreas ha reso più semplice il percorso, senza ombra di dubbio la straordinaria bellezza del Trollsjon e Rissanjaure, il lago che si dice sia il più chiaro e pulito di tutta la Svezia, ha cancellato in un attimo lo sforzo.

La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata

La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata

A Björkliden abbiamo soggiornato nei Cabin, i piccoli chalet con tanto di sauna privata. Accoglienti e ben attrezzati con un impagabile valore aggiunto. La veduta verso il paradiso: il Tjuonavagge o Lapporten, il cosiddetto cancello sulla Lapponia.

La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata

La Lapponia Svedese: una terra fatata
La Lapponia Svedese: una terra fatata

La vista della luna all'ora del tramonto esattamente all'interno dell'apertura circolare, nel cielo dalle mille tonalità rosate, credo che sia davvero un ricordo che non mi abbandonerà mai più.

  • Se decidete di visitare la Lapponia Svedese in inverno per vedere l'Aurora Boreale vi consiglio di andare alla stazione di Abisko, prendere la seggiovia per l'Aurora Sky Station, postazione privilegiata per godere di uno dei più spettacolare fenomeni naturali.
  • La Lapponia offre diverse attività tutto l'anno. Escursioni, sci di fondo e alpino, pesca, rafting e canottaggio, arrampicata, gite in motoslitta, sleddog e slitta trainata da renne, mountain bike, escursioni su navi rompighiaccio. C'è di che scegliere

Un bacio e buon Anno di cuore a tutti voi .

♥♥♥

DETTAGLI :

Foto di Giorgio Leone


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La migliore compagnia per la fideiussione assicurativa.

    migliore compagnia fideiussione assicurativa.

    Elleti Broker S.p.A. è una società presente nel mercato delle cauzioni e fideiussione assicurativa dal 2012 e, da allora, ha maturato molta esperienza che... Leggere il seguito

    Da  Terapixel
    FOTOGRAFIA, LIFESTYLE
  • La strategia della Nato

    strategia della Nato

    Ritagli di Giornale – 05.07.2016 Sul Sole 24 ore del 04.07.2016 Paolo Migliavacca parla del prossimo vertice biennale dei ministri della Difesa della Nato che s... Leggere il seguito

    Da  Conflittiestrategie
    POLITICA, SOCIETÀ, STORIA E FILOSOFIA
  • La Gondoliera

    Gondoliera

    Quando mi sono vista su Chic Unchic - Vanity Fair.it con l'appellativo di Gondoliera un pochino male ci sono rimasta. Tipo trenta secondi dai. Poi mi sono fatt... Leggere il seguito

    Da  Smilingischic
    LIFESTYLE, MODA E TREND
  • La furbizia di Cenerentola

    furbizia Cenerentola

    Quanti giorni son passati dall'ultimo esame? Sei?Bene, non è cambiato nulla. Almeno in meglio.Dopo quel pomeriggio di "pazza gioia" per l'aver vinto contro... Leggere il seguito

    Da  Doppiogeffer
    DIARIO PERSONALE, PER LEI, TALENTI, UNIVERSITÀ
  • La mia stilista taty

    stilista taty

    L'anno scorso credevo di aver perso qualsiasi speranza nel trovare la donna della mia vita,poi ho conosciuto una ragazza come piace a me ,semplice ,dolce e... Leggere il seguito

    Da  Monnalisadolls
    DISEGNI, TALENTI
  • “La storia d’un burattino”

    storia d’un burattino”

    #Accaddeoggi giovedì 7 luglio 1881 (135 anni fa) Il personaggio più amato della letteratura per ragazzi nacque come risposta a un mutamento cruciale della... Leggere il seguito

    Da  Sweet Princess
    CUCINA, RICETTE
  • “La storia d’un burattino”

    storia d’un burattino”

    #Accaddeoggi giovedì 7 luglio 1881 (135 anni fa) Il personaggio più amato della letteratura per ragazzi nacque come risposta a un mutamento cruciale della... Leggere il seguito

    Da  Lella
    RICETTE