Magazine Sport

La Lazio vola in semifinale: 1-2 con l’Inter

Creato il 31 gennaio 2017 da Il Blog Dello Sportivo @blogdsportivo

Succede di tutto a Milano: Lazio in vantaggio con Felipe Anderson, Miranda viene espulso e Lucas Biglia raddoppia su rigore. Radu espulso e Marcelo Brozovic accorcia le distanze, ma é tardi. La Lazio affronterà la vincente di Roma-Cesena.

FORMAZIONI:

Inter (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Murillo, Miranda, Ansaldi; Brozovic, Kondogbia; Candreva, Banega, Perisic; Palacio. All. Pioli.

Lazio (4-3-3): Marchetti; Gabarron, De Vrij, Hoedt, Radu; Parolo, Biglia, Murgia; Anderson, Immobile, Lulic. All. Inzaghi.

CRONACA:

La prima palla-goal capita al 4’ sul destro di Perisic, ma il croato spedisce a lato da buona posizione. Poco dopo ci prova anche Banega, ma ad andare vicinissimo al goal è Kondogbia che al 16’ lascia partire un bolide di destro che scheggia il palo alla sinistra di Marchetti. A passare in vantaggio, però, è la Lazio: sul traversone di Lulic, Felipe Anderson brucia Ansaldi e batte di testa Handanovic. La reazione dell’Inter non arriva e sono anzi gli ospiti ad avere la palla buona per il raddoppio ma Immobile, involatosi a tu per tu con Handanovic, non inquadra la porta con un destro tutt’altro che preciso. Azione fotocopia meno di un minuto dopo e stavolta è Felipe Anderson a divorarsi il raddoppio, facendosi ipnotizzare da Handanovic. Dopo le due palle-goal divorate, la Lazio rischia di subire il pareggio ma Marchetti è bravo a disinnescare al 35’ la conclusione di Brozovic. L’ultima opportunità della prima frazione nasce da un calcio di punizione dal limite che Perisic calcia troppo alto.

La ripresa si apre con l’ingresso in campo di Icardi e Joao Mario al posto di Palacio e Banega: Pioli dimostra una volta di più di voler davvero arrivare in fondo alla competizione, ma è Parolo – dopo appena 3 minuti – a gettare alle ortiche la palla buona per il raddoppio, calciando alto un pallone che era più facile spedire alle spalle di Handanovic. Al 55’, però, la partita subisce uno scossone: Immobile si invola verso il portiere sloveno, Miranda lo stende: rigore ed espulsione. Dal dischetto va Biglia, la cui esecuzione è perfetta e vale il raddoppio. L’Inter però non molla e pochi minuti dopo Murillo prova a riaprire il match con un colpo di testa che termina di poco alto sulla traversa. Felipe Anderson ha nuovamente tra i piedi i pallone per chiudere definitivamente i conti, ma calcia incredibilmente fuori al termine di una rapida ripartenza che aveva colto di sorpresa l’Inter. La gara vive di fiammate e l’Inter ha una doppia occasione per tornare in partita ma, prima Icardi e poi Kondogbia, non riescono nell’intento.

#TIMCup #InterLazio 1-2 FT!
Serviva un'impresa, l'impresa è arrivata 🏆 #ForzaLazio pic.twitter.com/P0eqMYB8HY

— S.S.Lazio (@OfficialSSLazio) 31 gennaio 2017


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine