Magazine Diario personale

La lentezza forzata, ovvero come rimodulare la propria esistenza.

Da Ilcerchiomagico
La lentezza forzata, ovvero come rimodulare la propria esistenza.ed eccomi qui. dopo più di un anno. un anno nel quale sono entrata centinaia di volte in questo blog, ma che non ho mai aperto per scrivere qualcosa. non ne conosco il motivo. forse non avevo niente di importante da comunicare, forse mi sono sentita oberata di altri impegni che hanno appesantito la mia mente. oggi, d'impulso, sono qui. il periodo terribile che ormai fa parte della nostra quotidianità e verso il quale siamo completamente impotenti, ci ha fatto ben capire quanto infinitesimi siamo noi esseri umani. tante volte abbiamo peccato di grandezza e onnipotenza. la storia ci ha smentito. questi giorni ci hanno letteralmente smontato la tesi. siamo, di fatto, chiusi in casa, ossessionati dalla presenza di un nemico invisibile, in agguato, pericoloso. la nostra esistenza, in 48 ore, è stata sconvolta. da amanti del passeggio a topi di cantina, da consumatori consumisti a domiciliati a caccia di beni primari. questo è il tempo della riflessione. del ritorno alle origini ancestrali. la lentezza forzata alla quale ci assoggettiamo nel quotidiano è tempo. tempo per noi, tempo per capire qual è il  nostro ruolo nel mondo. tempo per l'anima. tempo per elencare i nostri tanti limiti.
il tempo trascorso in casa è cosa preziosissima. cerchiamo di occuparlo, di riscoprire il bello del fare, del manipolare, del creare,dello sperimentare cose nuove. questo mio tempo è impiegato per la riflessione, la meditazione..ma anche l'autoproduzione che fino ad un mese fa dovevo centellinare perchè fuori casa per giornate intere.
cosa sto facendo? ve lo racconto nel prossimo post. vi anticipo però che da qualche giorno, qualche minuto prima di pranzare, si fa la pasta in casa, tutti insieme, nella riscoperta di legami soffocati dalla routine quotidiana e dalla velocità supersonica dei nostri tempi.

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog