Magazine Psicologia

La mente capace di sintesi

Da Lucap12 @lucapittioni
La mente capace di sintesi

La scuola e le organizzazioni pubbliche o private ed anche le istituzioni manifestano principalmente una mentalità di tipo analitico e pertanto inibiscono nei dipendenti o studenti lo sviluppo della mente capace di sintesi. La mente analitica aiuta a misurare, ordinare e formare il mondo materiale ma rimane vincolata alle esigente di base o meno evolute dell'essere umano. La scuola solitamente tende a soffocare lo sviluppo di idee originali provenienti dalla mente sintetica dei giovani o dei docenti. La scuola predispone le persone a gestire la burocrazia ma con una capacità ridotta di affrontare e superare i problemi professionali, sociali e relazionali o di favorire l'evoluzione sana della società. La formazione universitaria solitamente lascia la mente degli studenti arida e quindi incapace di integrare la creatività, l'umanità, la sapienza e la saggezza nonché le idee originali in futuri ruoli dirigenziali o di responsabilità sul lavoro e nell'ambito sociale e relazionale. Le organizzazioni ed istituzioni spesso cercano di bloccare le persone dotate di una mente capace di sintesi a causa di una mentalità tendente al dominio, al controllo ed allo sfruttamento del lavoratore. Le persone con una mente capace di sintesi sono naturalmente oneste ed equilibrate e pertanto le strutture di potere spesso le percepiscono come soggetti scomodi e da emarginare per evitare che emergano i vizi delle organizzazioni. Le istituzioni ed organizzazioni spesso ignorano che le persone con una mente sintetica sono in grado di apportare ad ogni attività professionale la creatività, l'umanità, la saggezza e sapienza che contraddistingue la loro tipologia caratteriale. Queste persone hanno un'autonomia ed indipendenza che prescinde dai titoli di studio conseguiti nel corso della loro vita. Le persone con una mente sintetica sono pertanto inadatte come subordinati o dirigenti nelle organizzazioni ma possono diventare particolarmente utili in qualità di consulenti-supervisori creativi ed esterni dei problemi e delle realtà lavorative, sociali, relazionali o familiari.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog