Magazine Psicologia

La mia storia: come prima di essere consulente, ho avviato una mia attività

Da Dottmurray

La mia storia: come prima di essere consulente, ho avviato una mia attività

Come fu che da clinico diventai una piccola imprenditrice


Finiti gli studi universitari ero in grado di fare una diagnosi ma non sapevo come promuovere il mio studio professionale. Se siete psicologi, o un liberi professionisti in generale, la distanza tra studi universitari e avviare da soli un lavoro, probabilmente vi suona familiare.
Per capire come aprire il mio primo studio, mi sono rimboccata le maniche: ho saccheggiato la biblioteca comunale della mia città di testi di economia e marketing ed ho avviato la mia attività.

Per 20 anni ho gestito uno studio privato di psicologia grazie al blog

Ho seguito centinaia e centinaia di persone. Non è stato semplice far crescere un'attività, completamente da sola, senza nessun aiuto. L'unico e solo aiuto è stato il mio blog. E ringrazio tutti i giorni l'idea che ho avuto di aprirne uno.
Era il 2005 e dopo avere fatto seminari in città, giro di tutti i medici curanti e tante ore di volontariato, ho capito che non era possibile mettere i miei affari, il mio fatturato, nelle mani di altri: una persona che mi manda un conoscente, un medico che m'invia un paziente. Insomma il passaparola è la strada verso il fallimento. Perché due su tre, i pazienti "from hell", guarda caso, sono sempre quelli che arrivano con il passaparola: hanno aspettative irrealistiche e non hanno motivazione, mentre tutti i pazienti che mi hanno contattato perché hanno letto il mio blog, chiamavano con consapevolezza ed erano già pronti alla frustrazione che li attendeva, perché sul blog già vedevano chi sono, sapevano già cosa aspettarsi leggendo i miei post, guardando le mie immagini e quello che raccontano. Sapevano che io sono sempre stata una terapeuta per i tempi lunghi, il lavoro faticoso, perché quando si sta male non si vuole perdere tempo in chiacchiere e favolette, ma si vuole lavorare sodo per ottenere risultati reali e concreti.

10 anni fa ho iniziato un nuovo lavoro


Tutta l'esperienza accumulata nell'avviare un'attività come libero professionista da 10 anni è offerta ai miei clienti che mi cercano come consulente d'immagine: chiariamo, non che vada a rifare il guardaroba (sebbene a volte ci sia bisogno anche di quello), ma aiuto professionisti e piccoli imprenditori a creare un'immagine visiva sul web per raccontare il loro lavoro.
Credo che ogni consulente e professionista debba trovare la sua unicità, io posso dire che come consulente so bene cosa voglia dire avviare un'attività, perché l'ho fatto anche io, quindi so cosa vuol dire stare dall'altra parte.
Conosco tutti i dubbi: la paura di esporsi; il timore di essere criticati da altri colleghi più, come dire, tradizionali; la paura di perdere tempo; la pressione di far quadrare i conti e avere sufficienti clienti o pazienti.
Insomma conosco tutto il mondo della libera professione, per questo anni fa ho deciso di ridurre il mio lavoro di terapeuta e dedicarmi a sfruttare tutta l'esperienza che ho raccolto in questi anni per fornire il servizio che non c'era quando io ho aperto la mia attività 20 anni fa.
E ora tocca a voi: qual è la vostra unicità a lavoro? In cosa sentite di poter fare la differenza con i vostri servizi e i vostri prodotti, perché nascono da una vostra competenza extra, da un vostro interesse o dalle vostre esperienze?

Sei un professionista o un imprenditore e ti stai chiedendo come la comunicazione d'immagine possa aiutarti nel raggiungere più obiettivi nel tuo lavoro?
Scopri la mia CONSULENZA 1 ORA


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog