Magazine Astronomia

La nebulosa della Carena, una fabbrica di supernovae

Creato il 21 giugno 2011 da Sabrinamasiero

La nebulosa della Carena, una fabbrica di supernovae

L’immagine Chandra della Nebulosa della Carena (Crediti: NASA/CXC/PSU/L.Townsley et al.)

di Marco Castellani

Una recente immagine di Chandra ci mostra nuovi intriganti dettagli della Nebulosa della Carena, una regione di alta formazione stellare posta nel braccio “Sagittario-Carina” della nostra Via Lattea, ad appena 7500 anni luce dalla Terra.

L’immagine è stata acquisita in banda X; i diversi colori rappresentano dunque diverse “durezze” dei raggi X provenienti dalla regione (quelli più “duri”, di più alta energia, sono in colore blu, quelli di energia minore sono in rosso). L’occhio assai attento della sonda Chandra ha potuto scorgere ben 14.o00 stelle nella regione, rivelando anche un alone diffuso di radiazione in banda X. Ha anche fornito una decisa evidenza di come con ogni probabilità diverse stelle siano già esplose in supernova in tale attivissima regione.

La survey Chandra ha qualcosa di spettacolare, a pensarci. La tecnica di creazione dell’immagine stessa è straordinaria: ci sono voluti oltre 1,2 milioni di secondi di osservazione (circa due settimane) per creare questo mosaico, fatto in realtà di ben 22 diversi puntamenti (con un campo di vista di circa 1,4 gradi quadrati, niente affatto piccolo). Il frutto di tale lavoro ha appunto permesso di rilevare l’ingente numero di stelle citato.

Secondo un approccio sempre più utilizzato (e sempre molto fecondo), i dati sono stati posti a confronto con osservazioni in altre bande: Spitzer e il Very Large Telescope hanno fornito preziosi dati in banda infrarossa della stessa regione.

Le cose che si imparano dall’analisi dei dati così raccolti sono molteplici.

Diverse evidenze supportano il fatto che la produzione di supernovae nella regione sia già iniziata. Ad esempio, il deficit di raggi X che “affligge” l’ammasso stellare chiamato Trumpler 15 (localizzato nei pressi del centro della regione) lascia pensare che molte delle stelle più massicce (a vita più breve), forti produttori di raggi X, siano già “scomparse” dalla scena, esplodendo appunto a supernovae.

Similmente, l’alone in banda X diffuso potrebbe essere dovuto a supernovae già esplose (oltre che a venti stellari originati da stelle di grande massa)

Questo quadro è anche supportato dalla scoperta di sei stelle di neutroni, che dovrebbero essere niente altro che i residui di altrettante supernovae (in precedenza se ne conosceva una soltanto).

Si è anche scoperta una “nuova” popolazione si stelle giovani e di grande massa; questo raddoppia il numero conosciuto di stelle probabilmente destinate ad essere distrutte con spettacolari esplosioni a supernovae.

Nel complesso, una raccolta dati molto accurata e – si direbbe – molto ben pianificata, che non ha mancato di dare risultati importanti per lo studio delle supernovae, e delle regioni di forte formazione stellare.

Chandra Press Release: http://chandra.harvard.edu/photo/2011/carina/

Marco


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La borsa riprende la ..

    Novità: Portafoglio obbligazionario per cassettisti,rendimento netto 5% come fare per visualizzarlo??? Scrivimi a : [email protected] Leggere il seguito

    Da  Lamiaeconomia
    ECONOMIA
  • la paura

    paura

    Il giornale di scienza “Galileo” pubblica lo scorso novembre l’articolo “la paura corre su più fili” : “Ad avvertire la paura e dare l’allarme sono aree del... Leggere il seguito

    Da  Genioallopera
    CURIOSITÀ
  • La scintilla

    scintilla

    Esplorazione dell'elemento umano in alcune foto di anni diversi dal mio archivio. Come una scintilla spesso l'elemento umano non è il soggetto principale... Leggere il seguito

    Da  Antoniotrincone
    FOTOGRAFIA, LIFESTYLE
  • La fiera

    L’ottavo racconto breve: La fiera. Buona lettura.La vecchia chiude la porta di casa, si fa il segno della croce e scende le scale; un passo alla volta, si... Leggere il seguito

    Da  Marcofre
    CULTURA, TALENTI
  • La matryoshka

    matryoshka

    Comoda, pratica, leggera, morbida. La Matryoshka di Carolina Herrera ha colpito nel segno. Cinque dimensioni che, come una bambolina russa, possono stare una... Leggere il seguito

    Da  S
    LIFESTYLE, MODA E TREND
  • La principessa

    principessa

    Paula Rego Girava per la Firenze di molti anni fa, indisturbata ed arrogante, vecchia e sfrontata, con sempre un mazzo di fiori in mano e vestita trionfalmente... Leggere il seguito

    Da  Odio_via_col_vento
    ARTE, CULTURA
  • La trattativa

    A maggio e a luglio dell’anno prima c’erano state le stragi di Capaci e di Via d’Amelio. Nel maggio del 1993, a Firenze, la mafia fa strage in Via dei... Leggere il seguito

    Da  Malvino
    SOCIETÀ