Magazine Salute e Benessere

La Necessità Di Rompere Gli Schemi

Creato il 03 aprile 2016 da Robertosan

rompere gli schemi“Basta seguire la strada e prima o poi si fa il giro del mondo, non può finire in nessun altro posto, no?” Jack Kerouac

Ogni tanto c’è la necessità di rompere gli schemi per ritrovare la motivazione e sopra tutto la voglia di continuare, perchè siamo da così tanto tempo in cammino che abbiamo dimenticato il motivo per cui ci siamo messi in viaggio.

Il rischio di finire in nessun posto

La metafora del viaggio torna sempre. Ma se nel post sulla felicità la meta stessa era il viaggio è anche vero che fare un viaggio senza controllare ogni tanto dove si va, si rischia di finire in nessun posto. E’ questo che vuoi? Certamente no. Non basta solo seguire la strada, quello che devi fare è iniziare a rompere gli schemi e rivedere gli automatismi.

  • Interrompi le vecchie abitudini
  • Apriti a nuove prospettive
  • Resilienza
  • Un nuovo te

Vediamoli uno alla volta.

Interrompi le vecchie abitudini

E’ necessario rivedere quelle che all’inizio erano abitudini valide che ti aiutavano a crescere, nel tempo invariabilmente si sono intossicate e hanno preso il sopravvento rallentandoti o addiritura portandoti su binari morti.

quattro abitudini da interrompere:

Obiettivo in automatico. A distanza di tempo gli obiettivi cambiano o meglio si aggiungono nuove conoscenze e quello che all’inizio era un punto di arrivo magari è diventato solo uno step per arrivare più lontano.

Checklist: Adesso, con le conoscenze che hai acquisito, è sempre lo stesso obiettivo a motivarti o stai semplicemente facendo le cose per abitudine?

Azioni quotidiane. Trasformi tutto in una routine noiosa e demotivante? La routine quotidiana, fare tanto per fare, toglie energie e potenza all’azione. Ti sei abituato a fare quelle quattro o cinque cose sempre allo stesso modo  sapendo che ottieni sempre un discreto risultato, ma inconsciamente ti sei seduto sugli allori, la sicurezza ti fa stare nel tuo orticello e non ne esci più.

Checklist: E se facessi le cose in modo diverso?

Rimandare. Nel tempo l’idea che quello che devi fare puoi rimandarlo è l’abitudine che più intossica la tua vita. In genere si rimanda per due motivi, la paura di sbagliare o la paura di dover cambiare gli schemi acquisiti.

Checklist: Qual è la cosa che dovrei fare e invece rimando?

Distrazioni: E’ chiaro che non puoi mantenere la mente costantemente concentrata su quello che devi fare, ma negli ultimi tempi ti fai distrarre sempre più da cose che ti danno un piacere più immediato ma ti portano via tempo e ti allontanano dalla meta.

Checklist: Cos’è che mi distrae e mi porta via tempo?

Le abitudini sono il pilota automatico che ci guida lungo il viaggio di crescita, ma ogni tanto è necessario che tu riprenda il controllo.

Apriti a nuove prospettive

Prendiamo la domanda del punto due: Se facessi le cose in modo diverso? A seguire ti dovresti confrontare con altre due domande:

  • Quali risultati otterrei?
  • Quali nuove prospettive avrei davanti?

La rottura degli schemi abituali porta inevitabilmente a immaginare nuovi scenari, torni al primo giorno del tuo viaggio quando solo con la mente potevi immaginare cosa ti riservava la strada. Anche allora avevi una necessità, la necessità di muoverti per cambiare, per migliorare per provare a te stesso che eri capace di realizzare il tuo sogno. Ora a distanza di tempo, saresti capace di dare una risposta alle due domande? saresti in grado di rompere gli schemi e aprirti a nuove prospettive?

Resilienza

Da Wikipedia: la resilienza è la capacità di far fronte in maniera positiva agli eventi traumatici, di riorganizzare positivamente la propria vita dinanzi alle difficoltà.

Ti sei costruito una corazza. Abitudini, routine e convinzioni che ti fanno stare bene con la coscienza sono il tuo scudo, ma quanto resisterebbero ad un urto con un evento traumatico? Quanto resterebbe in piedi del tuo mondo? Ogni tanto mettiti alla prova prima che avvenga un evento che ti costringa a “cadere senza rete di protezione” mettiti alla prova. La necessità di rompere gli schemi è questa; comprendere quanto di te sia capace di resistere, adattarsi e riorganizzarti senza crollare sotto i colpi della vita.

Un nuovo Te

La polvere del viaggio si accumula nelle scarpe, nello zaino si solidifica addosso e lentamente ci ricopre fino a nascondere chi siamo davvero. Rompere gli schemi è rinascita. Togli il superfluo, togli le cattive abitudini che hai accumulato come polvere, lava via la falsa illusione che dove sei ora sia il posto migliore che puoi trovare. Torna alle origini e come un nuovo Te riprendi il viaggio, la strada è ancora da percorrere e con nuovi schemi, nuove prospettive sarai più motivato e più curioso di scoprire dove puoi ancora arrivare e cosa puoi ancora scoprire.

Image courtesy of digitalart at FreeDigitalPhotos.net


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :