Magazine Cultura

La parola nella relazione d'aiuto

Creato il 07 marzo 2018 da Marcodallavalle
La parola nella relazione d'aiuto
Questo pomeriggio terrò una lezione inserita in un percorso formativo destinato agli operatori socio-sanitari dal titolo La parola nella relazione d'aiuto. Venticinque professionisti di varie discipline, sia medici che non medici dell'ULSS 2, saranno i miei compagni di viaggio per attraversare insieme il mondo della biblioterapia e provare a conoscerla. Ogni volta che mi dedico a questo tipo di attività, soprattutto quando il gruppo non è troppo numeroso, ne esco entusiasta e spero sarà così anche questa volta. E' certamente vero che chi partecipa a corsi che riguardano la comunicazione e la relazione si auto-seleziona e perciò avrò buone probabilità di incontrare persone motivate.  E' con gruppi di tale conformazione che spesso si riesce ad andare oltre alla classica lezione frontale e ad arrivare a un interscambio tale, tra docente e discenti, da creare un dibattito che crea un'opportunità di crescita professionale ulteriore, sia di chi apprende sia di chi insegna. E non si tratta della produzione di un dialogo qualsiasi, ma della nascita di esperienze che nascono dall'amore per i libri e, quindi, su di un piano completamente diverso dalla formazione consueta. Insegnare i modi di utilizzare la biblioterapia come tecnica è una cosa, ma condividere la passione per i libri e fonderla con l'attività sanitaria è qualcosa che non è semplice da generare e i cui risultati in termine di ricaduta pratica possono essere veramente notevoli. Sarà così anche stavolta? Da parte mia, ce la metterò tutta perché questo avvenga.

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines