Magazine Carriere

La ricerca del lavoro: sfrutta la potenza dei social network

Da Ireneferri

Social network utili per creare un brand o social network luoghi di perdizione e cazzeggiamento?

La domanda è precisa e nasce da quello che senti dire (ancora) da molti sedicenti imprenditori del 2014. “Ah, quella roba lì è inutile, non serve a niente stare tutto il giorno al piccì. Meglio le buone, vecchie pratiche del passaparola” [leggi: se non sei raccomandato o non hai appoggi locali, you're fucked. Sic.]

Una cosa è certa. E’ difficile capire le potenzialità di uno strumento se non lo annusi, non lo utilizzi, non ti ci avvicini neppure. E conosco molti startuppari [?] che al solo pensiero di aprire una pagina Facebook hanno una crisi epilettica.

 

Perciò, twittiamolo subito.

Tweet: E' fondamentale trattare i social network come strumenti al servizio del nostro brand. Non...Click To TweetPowered By CoSchedule

 

Come attuare una buona strategia per la ricerca del lavoro on line?

La circolazione virale di idee ed eventi avviene tramite i social network. Una sorta di grossa piazza pubblica dove è possibile selezionare chi vogliamo incontrare.

Allo stesso modo, la presentazione delle proprie competenze e del proprio know how avviene proprio tramite twitter, linkedin o facebook.

Le relazioni si stringono on line e sono destinate a diventare significative anche nell’esistenza reale. Parlo soprattutto delle conoscenze lavorative e delle possibili collaborazioni che possono nascere.

Perché questo?

Per la possibilità di

  • Conoscere gente con i nostri stessi interessi
  • Riconoscersi in una particolare nicchia
  • Condividere passioni ed emozioni
  • Allargare gli orizzonti spaziotemporali (impara le lingue, eh)

 

Costruisci il tuo brand sui social

Dimentichiamo il concetto di posto fisso (che ormai, contenti o no, è un miraggio) e tiriamo fuori creatività e la pelle da camaleonte. Stringiamo amicizie e relazioni che possono favorire il passaggio da un lavoro all’altro, anche in differenti contesti.

Adottiamo il “curriculum emotivo”: la sintesi professionale deve essere calda, emozionante, immediata. Con un vero e proprio storytelling del nostro brand.

Ecco come fare

  • dedica pochissimo spazio a competenze e formazione
  • amplia molto la parte dedicata all’esplorazione della motivazione
  • fai emergere obiettivi, progetto di vita, sogni professionali.

Coaching di Storytelling

Voglio saperne di più

 

Il valore dei social network al servizio delle competenze

I social sono diventati da “contenitore dove si trovano vecchi amori e compagni di scuola persi di vista vent’anni fa” a “piazza virtuale dove incontrare e farsi incontrare da persone che condividono interessi ed obiettivi”.

Gli avatar sono reali e interagiscono nella realtà, facendo fiorire e circolare idee e progetti.In un mondo privo di prospettive comunitarie è importante stringere e coltivare relazioni umane.

 

E’ come stare in un bar, in una piazza o ad un colloquio. Il modo in cui saprai porti sarà essenziale per la tua popolarità. Tu come ti poni sui social? Scrivimelo nei commenti.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :