Magazine Società

“La rupe del Re Leone” della Compagnia Santa Caterina di Colmegna conquista anche l’Apollonio

Creato il 31 ottobre 2017 da Stivalepensante @StivalePensante

Un altro grande successo è quello riscosso dalla rappresentazione teatrale della Compagnia di Santa Caterina di Colmegna a Varese, domenica, al Teatro Apollonio, quando hanno messo in scena lo spettacolo "La rupe del Re Leone".

"Occhi emozionati e cuori in subbuglio - spiegano i protagonisti luinesi dello spettacolo 'La rupe del Re Leone' -. Era un via vai qui dietro, nel backstage, come tanti ingranaggi di una perfetta catena di montaggio, smontare, sistemare, caricare. E' lo stesso procedimento di ieri mattina, in senso inverso, ma con una grande differenza... la tensione ha lasciato il posto al sorriso suoi nostri volti, qualcuno forse è un po' stremato, ma tutti soddisfatti e felici! Si caro pubblico, siamo proprio felici! Di aver dato tanto anche questa volta e di essere riusciti a far emozionare, ridere, coinvolgere e far sognare anche i più scettici".

Il Teatro di Varese e il suo pubblico, infatti, domenica hanno accolto la compagnia con calore. "E' stato meraviglioso percepire l'attesa, sentire la partecipazione fin da subito, ancora al buio, ancor prima che si aprisse il sipario e iniziasse la magia. L'adrenalina è cresciuta in noi alla velocità di un lampo e come un fuoco d'artificio è partito il primo botto: entrano gli animali, parte la prima canzone, la tensione inizia a stemperarsi".

Lo spettacolo decolla sin da subito, fluido ma sempre più scoppiettante: attori, staff e pubblico, tutti insieme avvolti da una crescente magia che unisce e trascina in un tripudio di costumi, colori, emozioni, danze coinvolgenti, suoni. Il pubblico segue attento le vicende del piccolo Simba e del suo papà, conquistato dalla simpatia di Zazu, Pumba e Timon, incuriosito e intimorito da Scar e dalle sue iene, conquistato dalla padronanza di Rafiki e dalla dolcezza di Nala e le sue Leonesse.

E' scrosciante il lungo applauso finale che accompagna la chiusura del sipario.

"Il Re Leone e gli animali della savana - concludono i protagonisti dello spettacolo - sono più carichi che mai e vi faranno compagnia nei vostri sogni, come se la fiaba non finisse mai, fino a quando potremo rincontrarci su un nuovo palco, per vivere insieme una nuova splendida avventura. Un ringraziamento ai padroni di casa, la Onlus 'Il Ponte del Sorriso', che ancora una volta ha creduto in noi e a tutti voi, dai più piccini ai più grandi, per aver preso parte e vissuto con noi la nostra favola... che non finisce qui! A prestissimo amici, una ruggente settimana a voi".


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :