Magazine Società

La Serie A aderisce alla Campagna “Every One” di Save the Children. Nel corso di una partita muoiono più di mille bambini

Creato il 16 ottobre 2014 da Stivalepensante @StivalePensante

La Lega Serie A aderisce anche quest’anno alla Campagna “Every One” di Save the Children, dedicando all’iniziativa il prossimo weekend di campionato, 18-19 ottobre. Lo annuncia in una nota l’associazione umanitaria, che sottolinea come la campagna, che vuole dire basta alla mortalità infantile, torni così ad essere protagonista sui campi di calcio, con lo slogan “Diamo un calcio alla mortalità infantile”, il Palloncino Rosso, che rappresenta metaforicamente la vita di un bambino da non lasciare andare via.

La Campagna

La Campagna “Every One” di Save the Children (vivoazzurro.it)

L’adesione della Serie A alla Campagna “Every One” di Save The Children. Il 18 e il 19 ottobre verrà esposto prima delle partite di A uno striscione con lo slogan dell’iniziativa, i capitani delle due squadre e l’arbitro scenderanno in campo accompagnati per mano dai bambini che terranno in mano il Palloncino Rosso, simbolo della Campagna, per dire basta alla morte di 6,3 milioni di bambini che continuano a perdere la vita ogni anno per malattie banali, come una diarrea o una polmonite.

Durante una partita di calcio muoiono, nel mondo, oltre mille bambini. “E’ inaccettabile – afferma il Direttore Generale di Save the Children Italia, Valerio Neri, ringraziando la Lega Serie A per il prezioso supporto - che nei soli 90 minuti di una partita di calcio muoiano ancora più di 1.000 bambini, uno ogni 5 secondi, per cause che sono facilmente prevenibili o curabili. Abbiamo un’occasione unica per fare ‘squadra’ tutti insieme, sportivi e tifosi, per dire basta a tutto questo con un contributo concreto che può dare cure e assistenza a centinaia di migliaia di bambini e madri in molti paesi del mondo. Tutti sanno che nel calcio i veri campioni sono quelli che sanno fare la differenza: possiamo essere tutti campioni per un giorno facendo la differenza tra la vita e la morte per tanti bambini, con un gesto concreto che può farci vincere insieme la partita più importante”. (AGI)


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog