Magazine Informazione regionale

La sfortuna nega la vittoria ai Grigi. Solo un pareggio con il Sudtirol

Creato il 20 febbraio 2011 da Lapulceonline

calcio, lega pro, palloneL’Alessandria esce dalle mura amiche del Moccagatta con un punto in più in classifica e un pizzico di delusione. Nel corso della 24′ giornata di campionato, i grigi non riescono ad andare oltre lo zero a zero contro il Sudtirol, che si è dimostrato un avversario ben organizzato nei vari reparti e molto solido. Gli altoatesini, però, sono stati anche aiutati dalla buona sorte. Per ben due volte, infatti, sono riusciti a mantenere inviolata la loro porta grazie a rocamboleschi salvataggi sulla linea.

Nei primi venti minuti di gioco, l’Alessandria ha faticato un po’ a trovare il ritmo giusto e la squadra ospite ha cercato di approfittarne, sfruttando soprattutto le rapide ripartenze e il gioco in profondità. Tuttavia sono state ben poche le azioni che hanno impensierito Servili. “All’inizio ci hanno messo sotto, poi ci siamo sistemati” ha commentato il difensore grigio Vincenzo Cammaroto. Nel secondo tempo, infatti, l’Alessandria ha alzato il baricentro del gioco e ha cercato ripetutamente di piegare la retroguardia del Sudtirol, la quale si è dimostrata tenace e fortunata. Negli ultimi 15 minuti di gara l’assalto grigio alla porta avversaria è stato furibondo e continuo, ma non ha portato gli esiti sperati. Davvero tante le occasioni create in questa fase dell’incontro e due sono state davvero clamorose. Gli altoatesini Mirri e Nazari, infatti, hanno tolto dalla loro porta due palloni che sarebbero sicuramente entrati.

“Abbiamo disputato un ottimo secondo tempo e i ragazzi hanno sempre lottato con decisione” ha dichiarato il mister Maurizio Sarri nel dopo partita. “E’ stato un match combattuto, nel quale abbiamo fatto un po’ fatica nei primi minuti a venire fuori palla al piede, ma poi la situazione si è equilibrata e alla fine abbiamo preso il sopravvento. Abbiamo creato un’enorme mole di gioco, tuttavia le occasioni sono state poche in proporzione”. Su quanti si sentono scontenti e delusi, Sarri è stato categorico: “Questa non è una squadra che è stata costruita per vincere il campionato o per fare i play off. Il nostro obiettivo è la salvezza tranquilla e lo stiamo per raggiungere. Se qualcuno si è illuso, non è un problema nostro”. Il presidente Giorgio Veltroni, però, non nasconde qualche rimpianto: “Peccato, è stata un’occasione persa. Creiamo sempre tanto gioco ma non riusciamo a metterla dentro. Rimaniamo comunque terzi in classifica”. Veltroni ha poi analizzato la situazione societaria più in generale: “Per andare avanti ci va il sostegno di tutti: dobbiamo lasciare da parte le polemiche. Io sto facendo enormi sacrifici per seguire la squadra e il mio impegno è massimo in tutti i settori. Stiamo lavorando per tamponare poco alla volta i vari problemi del passato. In teoria questa squadra non ci sarebbe dovuta neanche essere, visto la situazione disastrosa in cui versava a giugno. Ora invece ci ritroviamo terzi in graduatoria”. Quello del presidente è un appello alla città: “Dobbiamo essere uniti e guardare avanti per avere grandi soddisfazioni. Io ci credo e ci dovete credere anche voi, altrimenti i risultati non arriveranno”.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :