Magazine Cucina

La torta Linzer - Le gâteau Linzer - The Linzer cake

Da Euge
Purtroppo la scuola, quella con la S maiuscola, è finita. Devo fare qualcosa che mi impedisca di abbruttirmi davanti alla televisione. Ho trovato un corso di pasticceria, fatto con un pasticciere professionista. Uno spettacolo. Vale la pena di arrivare a casa alle 23 e sempre più bollito....Fra le tante meraviglie c'è questa torta, la più antica di cui si abbia notizia (1653).
Praticamente è una crostata in cui la frolla contiene anche della polvere di nocciole. Idea grandiosa....Ci vuole il suo tempo ma il gioco vale davvero la candela....
Ingredienti per una mezza gastronorm (30x40) o una tortiera rotonda da 28 cm.
300 grammi di zucchero a velo (chi ha il Bimby lo faccia col Bimby, che è perfetto)275 grammi di burro (morbido)2 grammi di sale3 grammi di cannellascorza di limone q.b., o a piacere5 grammi di lievito chimico110 grammi di uova (intere)500 grammi di farina di grano tenero 00200 grammi di polvere di nocciole tostateconfettura di un frutto acido (ribes rosso, amarene).
Nella planetaria metti: burro, zucchero a velo, sale, cannella e limone. E giri con la foglia fino a che non sia tutto ben amalgamato. Aggiungi le uova e il lievito. Continui a girare. Alla fine aggiungi la farina e la polvere di nocciole tostate.Quando l'impasto è pronto lo metti nel sacchetto e lo sbatti in frigo, almeno un'ora, meglio una notte.
Lo tiri fuori e lo stendi nella tortiera. Fai i buchetti con la forchetta o con l'attrezzo apposito. Stendi bene la marmellata. Fai le strisce e le disponi a rombi con cura. Cerca di fare anche una cornice sul bordo. Spalmi le strisce e il bordo con un uovo sbattuto. Sul bordo, infine, ci appoggi la mandorle tagliate a filetti.
Infine: cottura a 170 °C per 25 minuti in forno statico.
Eccolo, lo Chef, discretamente contento per il risultato ottenuto..... anche se qualche striscia è un po' storta e rotta.... ma è piaciuta tanto lo stesso.
La torta Linzer - Le gâteau Linzer - The Linzer cake



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :