Magazine Curiosità

Le bufale sulla morte di Noa Pothoven: ” Non si vive di sole Bufale”

Creato il 08 giugno 2019 da Lucrezia Mastroianni

Pseudo e Bufalite

Le bufale sulla morte di Noa Pothoven: ” Non si vive di sole Bufale”

“Non si vive di sole Bufale”

Sicuramente vi sarete interessati alla polemica tutta Italiana riguardo alla Bufala circa la notizia
dell’eutanasia concessa dall’Olanda alla 17enne Noa Pothoven che in realtà sarebbe deceduta a casa sua il 2 giugno rifiutando cibo e bevande
Non mi piace di scrivere su persone scomparse , soprattutto su adolescenti , ma il groviglio di informazioni mi spinge ad interessarmi e di provocare in voi un dibattito:

Il mondo delle Bufale è strettamente connesso con quello degli Anti bufala: I Bufalari sono così per un principale motivo : visibilità e guadagni , gli Anti : per fini nobili sicuramente ! Ma per fini nobili , guadagnano, ottengono visibilità (che comporta comunque guadagno ) in ogni caso se non esistessero i bufalari , di che vivrebbero gli Anti?

Per cui si è sviluppato un vero e proprio mercato che talvolta diventa ossessivamente e volutamente esagerato e va a debunkare quella che è la notizia ovvero il succo della Notizia, il caso di Noa Pothoven ( speriamo di non sbagliare nomi io soffro di Totò-ite) è veramente emblematico. dovrebbe veramente far riflettere chi usa una penna per lavorare

La storia di Noa Pothoven

Una storia di violenza perpetrata e Ri-perpetrata su di  una bambina poi adolescente per tre volte in epoche differenti , fatti che hanno lasciato cicatrici, anzi ferite ancora aperte indelebili che hanno ammalato gravemente Noa: “depressione e stress post traumatico” che ne hanno ridotto a minimi termini la qualità della sua vita , vita che diventa insopportabile tanto da far richiesta per ottenere l’eutanasia, richiesta negata dalle autorità olandesi. Perciò’ avrebbe deciso di lasciare la vita, semplicemente rifiutando sistematicamente cibo e bevande

Dal giorno 4 Giugno una rissa di notizie: prima con un invasione di bufale relative al fatto che il governo olandese avesse accettato la richiesta di Eutanasia poi qualcuno finalmente ha provato a chiedere meglio

Marco Cappato noto per la sua lotta per legalizzare l’Eutanasia ha così dichiarato alla stampa

“Ho chiesto informazioni a una mia amica, per sapere che cosa stessero scrivendo i giornali olandesi sul caso e lei mi ha risposto che non ne stavano parlando perché in realtà la ragazza aveva semplicemente smesso di magiare e di bere. Inoltre è venuto fuori anche che lei aveva fatto richiesta per ottenere l’eutanasia, ma la domanda le era stata rifiutata”.

“A leggere la stampa italiana sembrava invece che l’Olanda avesse eutanasizzato una ragazza depressa di 17 anni. Il fatto che un caso del genere fosse esploso in Italia, in prima pagina ovunque, senza che in Olanda se ne parlasse minimamente mi ha fatto capire che c’era qualcosa che non tornava”.

“In Italia, peraltro, in una situazione del genere il caso avrebbe potuto essere trattato allo stesso modo perché nessuno può essere costretto a nutrirsi e idratarsi se non si dimostra che è una persona incapace di intendere e di volere e allora si procede con un Tso. Ma se non fai un Tso, la persona si lascia morire. A creare confusione è stata l’espressione ‘legal euthanasia’ utilizzata in un articolo inglese. La ragazza non ha agito contro la legge, se si usa ‘legal’ in quel senso può anche andare bene, ma Noa non ha avuto accesso a quella che noi chiamiamo ‘eutanasia legale’ e dunque una pratica che avviene sotto controllo medico e con autorizzazione legale da parte delle istituzioni”,

Insomma ci spiega alla fine come si è arrivati alla bufala circa L’eutanasia autorizzata…

Prima di continuare diamo uno sguardo al significato nelle diverse accezione del termine Eutanasia e Suicidio assistito facendo copia e incolla agli scritti di wikipedia

EUTANASIA

L’eutanasia, letteralmente buona morte  è il procurare intenzionalmente e nel suo interesse la morte di un individuo la cui qualità della vita sia permanentemente compromessa da una malattia, menomazione o condizione psichica.
l’eutanasia è attiva diretta quando il decesso è provocato tramite la somministrazione di farmaci che inducono la morte (per esempio sostanze tossiche).
l’eutanasia è attiva indiretta quando l’impiego di mezzi per alleviare la sofferenza (per esempio: l’uso di morfina) causa, come effetto secondario, la diminuzione dei tempi di vita.
l’eutanasia è passiva quando è provocata dall’interruzione o dall’omissione di un trattamento medico necessario alla sopravvivenza dell’individuo (come nutrizione artificiale e idratazione artificiale).
l’eutanasia è detta volontaria quando segue la richiesta esplicita del soggetto, espressa essendo in grado di intendere e di volere oppure mediante il cosiddetto testamento biologico.
l’eutanasia è detta non-volontaria nei casi in cui non sia il soggetto stesso ad esprimere tale volontà ma un soggetto terzo designato (come nei casi di eutanasia infantile o nei casi di disabilità mentale).
l’eutanasia è detta involontaria quando è praticata contro la volontà del paziente

Le bufale sulla morte di Noa Pothoven: ” Non si vive di sole Bufale”

COME E’ REGOLATA L’EUTANASIA E SUICIDIO ASSISTITO IN EUROPA
CREDIT: agi

SUICIDIO ASSISTITO

il suicidio assistito è invece l’aiuto medico e amministrativo portato a un soggetto che ha deciso di morire tramite suicidio ma senza intervenire nella somministrazione delle sostanze.

Adesso vediamo cosa dice la legge in Olanda circa eutanasia e suicidio assistito

L’eutanasia è ammessa «quando motivata da inaudite sofferenze o estrema debolezza fisica e perdita della dignità». Le sofferenze possono essere sia fisiche sia psichiche quindi riguardano non solo patologie terminali, degenerative o irreversibili. Per questo sono incluse nel perimetro della legge anche la malattia mentale e la depressione.

fonte : Corriere.it

…Dopo le parole di Cappato: Assistiamo alla corsa per rettificare, smentire e cancellare tutti quegli articoli il tutto raggiunge il suo apice con un articolo su open ,dove si fa un resoconto cronologico dell’evoluzione della bufala , si ipotizza che tutto nasce da un articolo del Daily Mail

cosi sentenziava Open

4 giugno 2019 ore 12:35 ora italiana – Il Daily Mail, testata giornalistica da prendere estremamente con le pinze e – giusto per farlo notare – rifiutata categoricamente come fonte da Wikipedia, pubblica un articolo dove sostiene che la ragazza sia morta per eutanasia. In un primo momento il titolo era «Dutch girl, 17, who was sexually abused at 11 and raped as a 14-year-old is legally euthanised at her home by ‘end-of-life’ clinic because she felt her life was unbearable due to depression», ma a seguito delle polemiche – e forse dalla vergogna – il titolo è cambiato in «Dutch girl, 17, who was sexually abused at 11 and raped as a 14-year-old is legally allowed to die after contacting ‘end-of-life’ clinic because she felt her life was unbearable due to depression».

Le bufale sulla morte di Noa Pothoven: ” Non si vive di sole Bufale”

Continua poi dichiarandosi colpevole per poi evidenziare  la loro rettifica avvenuta alle 10 52 del giorno dopo

Le bufale sulla morte di Noa Pothoven: ” Non si vive di sole Bufale”

Salvo poi scoprire chi è stato il responsabile della Bufale

Le bufale sulla morte di Noa Pothoven: ” Non si vive di sole Bufale”

poi alla fine fa il resoconto di chi ha rettificato o meno la notizia

Le bufale sulla morte di Noa Pothoven: ” Non si vive di sole Bufale”

E no signori non vi è nessuna rettifica che possa giustificare open e altri del resto  lo stesso PAPA ha dichiarato recentemente alla associazione stampa estera in Italia tre l’altro «…Una rettifica è sempre necessaria quando si sbaglia, ma non basta a restituire la dignità, specie in un tempo in cui, attraverso Internet, una informazione falsa può diffondersi al punto da apparire autentica. Per questo, voi giornalisti dovreste sempre considerare la potenza dello strumento che avete a disposizione, e resistere alla tentazione di pubblicare una notizia non sufficientemente verificata…»

questo è l’indirizzo per leggere l’articolo completo

No signori avevate tutto il tempo: dalle ore 7,30  quando è stato pubblicato la notizia dal daily, dalle 12,30 circa in cui lo stesso ha aggiornato l’articolo con la giusta notizia, sino  alle 19,30 ora in cui avete pubblicata la notizia bufala e sino alle 10:30 di mattina del giorno dopo quando avete fatto la rettifica – oramai la bufala si era sparsa in maniera potenziale

Tutto il tempo materiale… e poi scusate non vi è sembrato opportuno verificare la fonte iniziale il Daily Mail che voi stesso lo dipingete come “ da prendere con le pinze” e che la stessa wikipedia ha rifiutato come fonte ‘?

Signori forse, dico forse,  il vostro errore( di tutti o quasi tutti)  è quello aprire un inutile dibattito di bufale, rettifiche ed altro dimenticando la cosa più grave di tutta questa storia ,ovvero che una adolescente abbia rifiutato la vita! No non è importante che si sia arresa al dolore, insopportabile dolore, No! è importante il modo o come abbia deciso di togliersi la vita, le bufale chi avesse rettificato e chi no

Non trovate per nulla grave  che in Olanda come ha affermato il buon Marco Cappato questo fatto non abbia fatto notizia ?

No?  l’importane è chi ha bufalato, smentito rettificato. Forse dimenticandovi o ci di farvi o ci 3 semplici domande

  1. Considerando che il governo Olandese non gli abbia concetto l’autorizzazione all’eutanasia : Noa non aveva nessuna speranza ” Scienrifica” di guarire dalle sue malattie ? o quantomeno conviverci raggiungendo una sufficiente qualità di vita ?
  2. Vi è stato un doveroso supporto alla famiglia al fine di poter aiutare consigliare sostenere la figlia per combattere una malattia grave come quella della depressione
  3. Una persona colpita de depressione ha la sufficiente capacità di intendere e volere per poter decidere tale da non procedere ad una Tso ?

Domande forse a cui e difficile rispondere…ma forse bisogna aver il coraggio di porre

No per carità l’eutanasia è una conquista sociale e di dignità ma non può derogare i principi o i valori della vita come dono

Se dovessi scegliere tra una non vita e la morte forse sceglierei la morte, ma se dovessi scegliere tra la morte e speranza scientifica di vita il discorso si fa differente

Ecco che quindi il twit del papa che compare e scompare miracolosamente su alcuni articoli che cita «L’eutanasia e il suicidio assistito sono una sconfitta per tutti. La risposta a cui siamo chiamati è non abbandonare mai chi soffre, non arrendersi, ma prendersi cura e amare per ridare la speranza» assume una logica impressionante ed è un preciso atto d’accusa

forse il PAPA  non si è preoccupato della bufala ma su altro cui non è necessario scrivere oltre

Vi lascio con un estremo atto di ribellione e forse di amore verso la vita  contro le barbarie di maledette vite

Le bufale sulla morte di Noa Pothoven: ” Non si vive di sole Bufale”

“Voglio arrivare dritta al punto: entro un massimo di 10 giorni morirò. Dopo anni di continue lotte, sono svuotata. Ho smesso di mangiare e bere da un po’ di tempo, e dopo molte discussioni e valutazioni, ho deciso di lasciarmi andare perché la mia sofferenza è insopportabile. Respiro, ma non vivo più”.

P. S. Per Pseudo Bufalite si intende tutto ciò che naviga nel mondo degli Anti bufala

scaricalo in pdf

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog