Magazine Musica

Le Carogne – TuttiFuzzy

Creato il 04 dicembre 2019 da Iyezine @iyezine

Pubblicato il

Scritto da Il Santo

Le Carogne – TuttiFuzzy
Si? No? Può darsi? Può un imbratta fogli (recensore mi sembra un termine decisamente troppo impegnativo e inopportuno per quanto mi riguarda) avere un'etica professionale nel parlare di un disco?

In questa occasione tenterò, nonostante svariati motivi, di essere scevro da qualsiasi circostanza possa portami ad avere un giudizio di parte che la band, almeno non la sua interezza, non merita.

Innanzitutto partiamo dalla copertina che è decisamente bella e che valorizza un formato già di per sé molto particolare come il 10″. Un'altra cosa che temevo era che il gruppo, dopo aver intitolato i precedenti album: omonimo, secondo e triodo potesse cedere alla suggestione zeppeliniana di chiamare questo disco 4 o qualcosa del genere (l'unico rimando al numero sta nella boccia che contunde uno fra i malcapitati giocatori di carte). Al contrario parafrasare il tutti pazzi di hardcoriana memoria in un'espressione garage risulta essere una trovata molto interessante.

Ulteriore piccola annotazione è il maggior uso da parte del combo imperiese dell'idioma inglese nel comporre i testi delle canzoni, passaggio che aggiunge ulteriore interesse all'intera operazione.

Tre sono i pezzi incisi su questo disco a stagliarsi decisamente sopra la media l'iniziale A tua Immagine e Somiglianza caratterizzato da ottimi cambi di ritmo e dall'ottimo lavoro della chitarra, una canzone dotata di spiazzanti crescendo ma senza perdere in coesione.

Night and Years che mostra il lato più "space" delle Carogne, un suono alla secondi Man or Astro-Man? che ho sempre trovato uno dei loro punti di forza della band e I'Ve Lost my Way una brano forse più malinconico nel quale le tastiere la fanno da padrone, alla grande. Se nel primo disco era Pedissequamente, nel secondo Pittore e nel terzo Primo della Lista anche questo TuttiFuzzy ha la sua canzone top, o almeno quella che io prediligo di gran lunga, ed è Fermo Immagine.

E' infatti quando i nostri si lasciano andare alla loro vena più garage che mostrano il loro lato migliore.

Bene, come dice il guardiano della prigione di Arancia Meccanica alla fine della funzione religiosa nella quale Alex fa da chierichetto: ed ora avanti cantate Carogne!

Track List
1) A tua Immagine e Somiglianza,
2) Peonia,
3) Night and Years,
4) Screen Addicdet,
5) I'Ve Lost my Way,
6) Fermo Immagine,
7) Monster


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazine