Magazine Cultura

Le case dei miei scrittori di Évelyne Bloch-Dano

Creato il 14 febbraio 2020 da Paolo Castellano @castelpao

Le case sono plasmate dallo spirito di chi le abita

Le case dei miei scrittori di Évelyne Bloch-Dano

Ho scovato questo libro in una domenica noiosa ad una Feltrinelli in cui sono capitato per caso. Le mie mani sfioravano volumi in cerca della quarta di copertina per trovare uno stimolo per leggerli. Una copertina rosa, un disegno di una finestra attraverso la quale s'intravede l'arredamento di una casa. Chi l'abiterà? Quante volte mi faccio questa domande scorgendo gli ambienti domestici dalla strada mentre passeggio per Milano. Soprattutto la sera col buio, quando la luce degli interni esalta le librerie, i quadri e i mobili.

Le case dei miei scrittori (Add editore) della scrittrice e professoressa di critica letteraria Évelyne Bloch-Dano ci trascina nelle case degli scrittori che la studiosa ha amato di più. Un viaggio nel tempo per conoscere i luoghi che hanno contribuito a creare i capolavori letterari - francesi in prevalenza - che tutti noi abbiamo letto almeno una volta nella vita.

Credo che la casa sia uno stato d'animo che spetti a noi farne risuonare l'eco, talvolta lontana. È il riflesso della nostra vita intima, non soltanto perché vi si proietta la nostra personalità, ma anche perché il nostro modo di abitarvi è unico

Curzio Malaparte

Personalmente ho comprato le versione digitale del libro. 217 pagine che scorrono lentamente per la ricchezza dei dettagli. Ho fatto un po' di fatica a inquadrare al meglio gli elementi sospesi tra biografia e opera letteraria. Tuttavia ciò non significa che Le case dei miei scrittori non sia un libro degno di nota. Ci fossero stati più autori italiani sarebbe stato ancora più appetibile. D'altronde non si può avere tutto.

Vi lascio la lista degli scrittori citati nel volume. Può essere un buon punto di partenza per fare nuove conoscenze.

  • Alain-Fournier - Il grande Meaulnes
  • Honeré de Balzac - Le illusioni perdute
  • Simone de Beauvoir - Memorie di una ragazza perbene
  • Samuel Beckett - Aspettando Godot
  • Walter Benjamin - L' opera d'arte nell'epoca della sua riproducibilità tecnica
  • Karen Blixen - La mia Africa
  • Henri Bosco - Il fanciullo e il fiume
  • Albert Camus - La peste
  • Bertolt Brecht - L'opera da tre soldi
  • André Breton -Nadja
  • Cartesio - Discorso sul metodo
  • Louis Ferdinand Céline - Viaggio al termine della notte
  • Francois-René de Chateubriand - Atala-René
  • Jean Cocteau - I ragazzi terribili
  • Colette - L'ingenua libertina
  • Charles Dickens - Grandi speranze
  • Alexandre Dumas - Il conte di Montecristo
  • Erasmo da Rotterdam - Elogio della follia
  • Jean Giono - L' uomo che piantava gli alberi
  • Ernest Hemingway - Festa mobile
  • Victor Hugo - I miserabili
  • Henry James - Il giro di vite
  • John Keats - I ragazzi che amavano il vento
  • Pierre Loti -
  • Curzio Malaparte - La pelle
  • Stéphane Mallarmé - Poesie e prose
  • Guy de Maupassant - Una vita
  • Montaigne - Saggi
  • Nietzsche - Così parlò Zarathustra
  • Henry Miller - Tropico del cancro
  • Jean-Paul Sartre - La nausea
  • Flora Tristan - Le peregrinazioni di una paria
  • Philippe Soupault - Paolo Uccello
  • Edgar Allan Poe - Le avventure di Gordon Pym
  • Jacques Prévert - Questo amore. Poesie per giovani innamorati
  • Marcel Proust - Alla ricerca del tempo perduto
  • Arthur Rimbaud - Opere in versi e in prosa
  • Jean-Jacques Rousseau - Il contratto sociale
  • George Sand - François le Champi
  • Georges Simenon - La camera azzurra
  • Germaine de Stael
  • Turgenev - Padri e figli
  • Verlaine - Romanze senza parole
  • Rimbaud - Una stagione all'inferno
  • Jules Verne - Viaggio al centro della Terra
  • Boris Vian -
  • Voltaire - Saggio sulla tolleranza
  • Edith Wharton - L'età dell'innocenza
  • Marguerite Yourcenar - Le memorie di Adriano
  • Emile Zola - Germinale
Le case dei miei scrittori di Évelyne Bloch-Dano Categorie Le case dei miei scrittori di Évelyne Bloch-Dano Scritto il Letture archiaviate,Saggistica

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines