Magazine Cultura

Le vite impossibili di Greta Wells: trama e recensione

Creato il 26 novembre 2018 da Stefaniaesse

vite impossibili Greta Wells: trama recensionePorta la firma dello scrittore statunitense Andrew Sean Greer, vincitore del Premio Pulitzer 2018 per il romanzo "Less", l'incredibile storia narrata ne "Le vite impossibili di Greta Wells".Questo inconsueto ed originale lavoro di narrativa contemporanea, imperniato di magia, narra la singolare avventura di Greta Wells, una giovane donna del 1985 a cui la vita riserva una serie di brutte sorprese. Tutto prende avvio dalla morte dell'amatissimo fratello Felix e dalla rottura della pluriennale storia d'amore con lo storico compagno Nathan. Greta si ritrova nel giro di poco tempo in una esistenza triste e vuota che non riconosce più come propria, in cui non riesce affatto ad adattarsi e trovare la spinta per ripartire.L'unica via d'uscita per sconfiggere la depressione in cui è piombata sembra quindi quella di sottoporsi a un trattamento psichiatrico alternativo e sperimentale che promette di farle accettare e superare il dolore e l'apatia. Purtroppo però qualcosa non va come previsto e Greta si trova a dover fare i conti con degli inaspettati effetti collaterali. Quello che avrebbe dovuto essere un innocuo elettroshock infatti si rivela essere una vera e propria macchina del tempo che permette a Greta Wells di risvegliarsi ad ogni seduta in 3 epoche diverse del 1900 e a vivere le vite di tre diverse versioni di sè. 
La Greta Wells del 1918 è una donna infedele che, mentre il Nathan dell'epoca è al fronte a combattere, si concede una pericolosa relazione clandestina con il suo unico vero amore. La Greta del 1941 invece è moglie e madre devota, l'amato fratello Felix è vivo e il compagno di sempre, Nathan, le è accanto come marito perfetto.Quello che accade però mentre Greta vive queste realtà alternative di se stessa è che nelle altre epoche, le altre Grete, uniche e imprevedibili, mettono in moto degli eventi che rischiano di cambiare tutto, di modificare gli equilibri, di falsare la realtà.Allo scadere dei 25 trattamenti psichiatrici, Greta si troverà a dover decidere che vita vivere cercando di collocare le altre due Grete nelle epoche dove gli eventi hanno subito le evoluzioni più congeniali ad ognuna di loro."Le vite impossibili di Greta Wells" è un romanzo delizioso. Un viaggio nel tempo unico alla riscoperta del proprio sè, che comporta una crescita interiore, la necessità di dover scegliere, di dare vita agli eventi per il bene di tutti.Andrew Sean GreerAndrew Sean Geer è stato capace di congegnare alla perfezione un impianto narrativo complesso, con personaggi tanto ben delineati da sfoggiare in ogni epoca singolari lati della propria personalità. La scrittura ha ritmo cadenzato. Non è un libro che si divora ma che si gusta, che si fa sostare nel palato per goderne al massimo il sapore, che ti porta a rileggere un capoverso per la finezza e l'eleganza della scrittura e del concetto.L'atmosfera è magica e unica tanto da far desiderare la trasposizione cinematografica di questo incantevole romanzo. Assolutamente consigliato.

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog