Magazine Musica

LETHA RODMAN MELCHIOR, Mare Australe

Creato il 22 agosto 2019 da The New Noise @TheNewNoiseIt

LETHA RODMAN MELCHIOR, Mare Australe

Mare Australe è la versione in vinile di una manciata di brani originariamente pubblicati durante il 2014 all’interno di un nastro edito da Fabrica. In questa edizione sono contenute solo le tracce di Letha Rodman Melchior e viene quindi estromessa “Paulix Redux”/ “Tropical Hospital” del marito Dan Melchior, noto per essere un musicista che sperimenta volentieri con molteplici stili. La coppia aveva suonato negli Und Das Menace, mentre lei incideva del materiale anche con la sua band Tretetam, oltre a portare avanti la passione per differenti forme di arte visiva (dedicandosi alla produzione di libri artigianali, alla grafica e alla pittura ad acquarello). Con il trascorrere del tempo, inoltre, Letha si era avvicinata a una materia musicale impalpabile, che pur affondando le radici nei suoi trascorsi rock, era perlopiù riconducibile a un collage di ambient e field recordings: dopo la sua scomparsa, seguito di una lunga malattia, durante il 2015 sarebbe uscito un interessante album postumo su Siltbreeze, culmine di una ricerca musicale iniziata anni prima nel ruolo di bassista delle band Cell e Ruby Falls.

In Mare Australe ci sono interi episodi assemblati accostando spoken word e suoni della natura, come il canto degli uccelli o il rimbombo di oggetti che cadono. C’è un’armonia infinita nella modalità in cui questi input si intersecano, creando una trama sonora allo stesso tempo melodica e (sottilmente) inquieta. Lo scrosciare della pioggia echeggia tanto quanto le rare note di un pianoforte proveniente da lontano, che di tanto in tanto riemergono per poi essere inghiottite nuovamente dal dolore. Sarebbe lecito aspettarsi un album ostico, ma in realtà in esso si trovano una rara delicatezza compositiva e un afflato poetico per nulla scontato. Poche parole pesate con cura e i molti frammenti di una vita conclusasi prima del tempo. Fragile.

Tracklist

Lato A

01. Marsh Of Decay
02. Cleomedes
03. Messala
04. Pallas D
05. Pallas F

Lato B

01. Petavius
02. Rheita Valley
03. Mutus
04. Biela
05. On Hold With Glen

Dischi 2019, feeding tube records, letha rodman melchior

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog