Magazine Società

Lettera al Presidente della Repubblica: I diritti dei cittadini "rinviati a data da destinarsi".

Creato il 01 novembre 2019 da Paplaca @paplaca
Lettera Presidente della Repubblica: diritti cittadini
Visto che, a parte qualche comunicato stampa scritto (come appare dal tono) quasi per dovere di ruolo e pubblicato dagli organi di stampa altrettanto distrattamente, sembra che l'argomento non interessi a nessuno a parte logicamente chi subisce passivamente la situazione, ho scritto al Presidente della Repubblica informandolo della vergognosa vicenda, ancora in atto, che riguarda la Commissione medica di idoneità patenti della ASP di Reggio Calabria. Mi auguro che un suo auspicabile intervento serva a risolvere il grave disservizio creato dall'inefficienza amministrativa e forse dalla malafede di qualche politico, più interessato forse a ben utilizzare a fini elettorali le sue prerogative che a tutelate l'interesse dei cittadini (ed elettori). Sotto, il testo della missiva spedita oggi al Presidente Mattarella.
Signor Presidente, mi rivolgo a Lei per metterla al corrente di una incredibile vicenda che coinvolge, oltre che me personalmente, migliaia di cittadini di Reggio Calabria e della provincia.La Commissione Medica Locale d’idoneità alla guida presso l’ASP di Reggio Calabria, costituita ai sensi dell'art. 330 del DPR 495/92 e dell'art. 119 c.4 del Codice della Strada non siriunisce ormai da tempo a causa della mancata sostituzione del Presidente della stessa, andato in quiescenza, a quanto pare quasi improvvisamente. Mi permetto di riepilogare brevemente la funzione della citata Commissione, che detiene in esclusiva la titolarità al rilascio del certificato medico d’idoneità alla guida ai soggetti colpiti da specifiche patologie, oltre che in tutti i casi in cui il possesso della patente di guida deve essere autorizzato a seguito di particolari controlli sanitari disposti dall’Autorità Giudiziaria o altre Autorità. La Commissione inoltre rilascia in esclusiva il certificato d’idoneità alla guida per i titolari di patente D e D+E ultrasessantenni e patente C e C+E ultrasessantacinquenni anche se non colpiti da patologie invalidanti. Ne consegue che il normale funzionamento della Commissione in oggetto è essenziale al fine di garantire ai cittadini che si trovano nelle condizioni descritte il diritto a detenere la patente di guida, seppur magari sottoposti a limitazioni, purché ovviamente rientrino nella casistica che lo permette. A Reggio Calabria questo diritto viene da qualche tempo negato a migliaia di cittadini, che si trovano sprovvisti di titolo di guida e quindi sottoposti a disagi in molti casi anche gravi, se si considera che spesso si tratta di soggetti portatori di handicap. Si tratta di cittadini di tutte le età, che usano il proprio mezzo per andare al lavoro, a fare la spesa, oppure, e credo che anche questo sia un diritto, per recarsi in un luogo idoneo a prendere una boccata d’aria. Sono coinvolti anche cittadini che con la patente di guida svolgono il loro lavoro, e che in assenza di rinnovo della stessa non possono farlo.  Di ciò mi risulta che siano stati messi al corrente tutte le Autorità locali, se non altro tramite gli organi di stampa, ma fino ad oggi, alla data in cui Le scrivo, non si hanno notizie di azioni messe in atto dagli organi preposti (Consiglio Regionale della Calabria e ASP di Reggio Calabria) al fine di sanare la grave carenza. Ogni giorno che passa, oltre che un giorno in più di disagi, fa aumentare il numero dei soggetti coinvolti, con l’immaginabile caos che ne scaturirà quando, una volta designato il nuovo Presidente, la Commissione riprenderà la propria attività. Le chiedo quindi di volere gentilmente intervenire in merito con la Sua indiscutibile autorevolezza.La ringrazio, e, di là dallo specifico argomento, mi permetto con l’occasione di esternarle la mia simpatia verso la Sua persona. Simpatia che non deriva solo dalla Carica che ricopre. Le auguro buon lavoro.Codiali salutiPasqualino Placanica

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog