Magazine Cultura

Letteratura erotica e pregiudizio

Creato il 06 marzo 2018 da Leggiamasogna @leggiamasogna

Letteratura erotica e pregiudizioSe chi scrive o legge gialli non viene giudicato un criminale, e chi scrive o legge thriller non viene reputato uno psicopatico, allora perché chi scrive o legge narrativa erotica viene additato come pervertito, depravato o maniaco, se uomo, o poco di buono se è donna?

La cosa assurda, poi, è che se una penna nota pubblica un romanzo erotico, magari scritto anche senza mezzi termini, usando un linguaggio esplicito, scurrile e che un pubblico sensibile può anche giudicare volgare, incontra orde di critici pronti a osannarne la lungimiranza, l’apertura mentale, la spregiudicatezza di un linguaggio senza se e senza ma che vuole portare alla ribalta la cruda realtà. Se invece è un autore poco conosciuto o addirittura esordiente a cimentarsi con l’erotico e magari lo fa attraverso la poesia, le metafore, la soavità delle parole tenui e sussurrate trova per lo più solo insulti e pregiudizi.

L’arte non trae spunto solo dal vissuto dell’artista, ma è frutto di menti creative guidate da una spiccata fantasia, da una fervida immaginazione e dall’innata empatia che fanno sì che l’opera creata prenda vita e sembri realmente accaduta, ma ciò è frutto solo della maestria dello scrittore di turno.

I libri regalano a chi li scrive e a chi li legge la possibilità di vivere tutte le vite possibili. Attraverso di essi ci si può immedesimare in un assassino o in un poliziotto, in un eremita o in un instancabile viaggiatore senza muoversi dalla propria poltrona, e gli erotici non fanno differenza. Sono libri che danno la possibilità di vivere tutte le esperienze che stuzzicano la fantasia, ma che non si ha il coraggio o la voglia di sperimentare sulla propria pelle.

Consiglio a tutti di leggere prima o poi almeno un romanzo erotico, ce ne sono veramente per tutti i gusti, e alcuni sono talmente sublimi, raffinati ed eleganti da far pentire di non averli letti prima.

I libri sono viaggi, avventure, esperienze che fanno riflettere e sognare.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines