Magazine Cucina

Lezione 1: Giochiamo al fast food?? Crocchette di pollo per i più piccoli...e non solo...

Da Lauradepalma
Quante volte passando davanti ad un fast food i vostri piccoli vi chiedono di andarci?? Mille e più, vero?! Anche la mia, nonostante  è ancora piccola, è attirata da quelle belle foto, giochi, corone e pagliacci...
Però, non che voglia fare la moralista, ma perchè portarli già piccolini a mangiare quelle "cibaglie"?? Perchè fargli fare, poi, pure i compleanni??? Questo lo trovo assurdo...
Sapete che in Italia stanno sempre più aumentando i casi di obesità infantile?
L'obesità infantile è un problema di notevole rilevanza sociale. Il fenomeno, denunciato a gran voce dai più autorevoli nutrizionisti (in Italia colpisce un bambino su quattro) è il risultato di un bilancio energetico positivo protratto nel tempo; in pratica si introducono più calorie di quante se ne consumano.
La definizione di sovrappeso/obesità nel bambino è più complessa rispetto all’adulto, il cui peso ideale è calcolato in base al BMI (...) Pertanto si definisce obeso un bambino il cui peso supera del 20% quello ideale; in soprappeso se supera del 10-20%, oppure quando il suo BMI è maggiore del previsto. (...)
Ci sono mamme che passano ore in palestra, praticano jogging, bilanciano le calorie della propria dieta in maniera eccessiva, ricorrono in casi estremi alla chirurgia plastica per eliminare accumuli di grasso e cellulite, ma paradossalmente non si accorgono dei chili di troppo dei loro figli: è sufficiente questa valutazione per decidere di affrontare il problema.
Principali fattori di rischioL’obesità infantile ha una genesi multifattoriale, essendo il risultato di diverse cause più o meno evidenti che interagiscono tra loro; in primo luogo una eccessiva/cattiva alimentazione, legata o meno ad una ridotta attività fisica e a fattori di tipo genetico/familiare; rari i casi di obesità legati ad alterazioni ormonali quali ipotiroidismo o disfunzioni surrenaliContinua nel sito:
http://www.salute.gov.it/dettaglio/pdPrimoPiano.jsp?id=92&sub=0&lang=it
Cosa possiamo fare noi mamme? Di certo cucinare tante verdura sempre, preferendo quella fresca e non surgelata, insegnado ai bambini a mangiare in modo corretto, ma anche a muoversi tanto...
E se poi viene voglia di fast food..ecco la soluzione...delle crocchette di pollo simili a quelle che troverete da loro, ma molto più leggere e gustose.Mi raccomando fatevi aiutare dai vostri piccoli cuochi, è importante fargli capire cosa mangiano...
Oggi prima lezione: LE CROCCHETTTE DI POLLO
Lezione 1: Giochiamo al fast food?? Crocchette di pollo per i più piccoli...e non solo...
Lezione 1: Giochiamo al fast food?? Crocchette di pollo per i più piccoli...e non solo...Mezzo petto di pollo tagliato a bocconcini1 uovo1 cucchiaio di formaggio grattuggiato200g di pane grattuggiatoun cucchiaio raso di concentrata di pomodoro Muttisale
Preparate l'impanatura per il petto di pollo unendo il pane grattuggiato, il cucchiaio di concentrata di pomodoro e il formaggio. L'impanatura diventerà di colore rosso, più aggiungete concentrata e piùil pollo prenderà gusto di pomodoro.Adesso, in un'altro contenitore sbattete l'uovo con un po' di sale e immergetevi il pollo, successivamente passatevo nel pane grattuggiato.Adagiate i pezzetti impanati su di una teglia foderata con della carne da forno e cuocete per 15 minuti in forno caldo a 170°.Ricordatevi che la cottura dipende anche da quanto sono grossi i vostri bocconcini.
Se volete potete servire con della passata di pomodoro.
Lezione 1: Giochiamo al fast food?? Crocchette di pollo per i più piccoli...e non solo...
Venerdì alla festa Mutti, lo chef ha proposto del tonno preparato con la stessa impanatura, vi consiglio di provarci, io con il pesce non l'avevo mai provato,l' unico accorgimento è quello di  ungere i bocconcini con dell'olio evo e poi impanarli, quindi senza utilizzare uovo.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines