Magazine Opinioni

Libertà nel mondo, secondo Freedom House il trend è sempre più negativo

Creato il 01 febbraio 2017 da Salvatore Rocca @Saelvig

Libertà nel mondo, secondo Freedom House il trend è sempre più negativoLa libertà nel mondo è sempre più a rischio a causa delle crescenti forze populiste e la continua repressione dei diritti. È il quadro delineato da Freedom House, l'organizzazione internazionale non governativa che si occupa di misurare annualmente il livello di libertà e diritti politici rispettati in ogni paese.

Nel rapporto dal titolo " Populisti e Autocrati: La Doppia Minaccia alla Democrazia Globale" che è stato pubblicato in questi giorni viene sottolineato che " le forze populiste e nazionaliste hanno acquisito guadagni sorprendenti negli Stati democratici, mentre i poteri autoritari impegnati in atti di aggressione e gravi atrocità sono rimasti inalterati in aree di guerra a cavallo tra i due continenti ".

Tutto questo viene segnalato come un " pericolo crescente " per gli equilibri internazionali. Nel report, si legge che ben 67 paesi hanno registrato una sensibile diminuzione di diritti politici e libertà civili nell'anno 2016. Un dato negativo rispetto ai 36 Paesi che sono riusciti a migliorare la loro situazione.

La graduatoria stilata da Freedom House suddivide i Paesi in tre categorie: liberi, parzialmente liberi e non liberi. Negli ultimi 10 anni tra gli Stati che hanno accumulato i peggiori ritardi in questa classifica troviamo la Repubblica Centrale Africana che ha totalizzato un coefficiente di -30, la Turchia di Recep Tayyip Erdoğan con un punteggio di -28 a pari merito con il Gambia e il Mali con -27. Passi indietro anche per Venezuela (-17), Ungheria (-16), Ucraina, (-12) e Russia (-12).

Per quanto riguarda invece la libertà nel mondo relativa al 2017, la classifica è valutata su una scala da 1 a 100. Questi sono i risultati più significativi: su 195 Paesi esaminati, 87 (45%) sono stati valutati liberi, 59 (30%) come parzialmente liberi, e 49 (25%) non liberi. Anche nei paesi liberi, tuttavia, si sono registrati passi indietro in materia di diritti civili e politici. Freedom House annovera in questa cerchia Brasile, Repubblica Ceca, Danimarca, Francia, Ungheria, Polonia, Serbia, Sud Africa, Corea del Sud, Spagna, Tunisia e Stati Uniti.

The following two tabs change content below.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :