Magazine Informazione regionale

LIBRI:Recensione: “La Fisica di Dio” di Sabato Scala – Fiammetta Bianchi

Creato il 25 aprile 2012 da Goodmorningumbria @goodmrnngumbria

LIBRI:Recensione: “La Fisica di Dio” di Sabato Scala – Fiammetta Bianchidi: Diego Antolini – Thexplan.net

Si tratta di un libro che, per quanto gli autori si siano impegnati nel rendere la lettura il più comprensibile possibile a tutti, tratta concetti molto complessi, seppur di estremo interesse sociale. Si perché con il tentativo di unificare la Teoria della Relatività di Einstein (valida per la struttura del Macrocosmo) e la Teoria dei Quanti di Schroedinger, Planck, e Heisenberg (valida per le strutture del Microcosmo) con la Teoria Neurale dell’Universo pensante e Creatore, in pratica si tenta di spiegare le origini dell’Uomo. Non a caso il volume si apre con il Maestro dell’Inconscio Collettivo Carl Gustav Jung, collegando l’idea dell’atomo con il concetto dell’archetipo. Per chi possiede una conoscenza di base delle discipline alchemiche e della simbologia esoterica, molti spunti trattati dagli autori suoneranno comprensibili a livello concettuale (sul piano prettamente matematico è un discorso riservato ai soli matematici). In ogni caso all’inizio e alla fine di ogni capitolo gli autori hanno inserito delle “guide” per facilitare la lettura: una bussola che introduce l’argomento che sarà poi sviluppato nelle pagine successive; e una sintesi che riassume per punti quanto appena esposto. La tesi che gli autori propongono muove dalla Mass Theory di Burkhard Heim, una Teoria del Tutto che considera la presenza, al di fuori della nostra realtà fisica dello Spazio-Tempo, di almeno altre tre variabili “invisibili”: Spazio delle Strutture, Spazio delle Informazioni, Spazio della Mente di Dio. Tali variabili vengono rappresentate a “cascata”, dove l’una si sovrappone all’altra e comunicano attraverso particelle visibili (fotoni) e invisibili (gravitofotoni). Tale sistema a piani ha fatto parte della concezione cosmologica di Celti e Maya sin dall’inizio della loro cultura. Gli autori sviluppano tale teoria per concepire il nostro Universo come una proiezione olografica di una matrice che “vibra” negli spazi al di fuori della nostra realtà. Tale matrice è stata quantizzata da Heim nell’unità minima indivisibile chiamata Metrone, che ha una struttura poliedrica vibrante e, soprattutto, neurale. Ecco quindi che l’Universo Olografico Quantizzato si pone come una Mente Suprema (nello spazio riservato a “Dio”) che proietta informazioni e strutture che poi si condensano nella nostra realtà fisica come materia. Materia che a questo punto, secondo la teoria degli autori, diviene illusoria, e non può non tornare alla mente il famosissimo Mito della Caverna di Platone con le sue Ombre e le sue Idee. Nell’ambito dell’aspetto neurale della “Materia Olografica”, da notare l’interessante descrizione di come il gravitofotone arriva al nostro cervello e ai neuroni attraverso il biofotone sui “binari” della Tubolina, e di come solo in condizione di Gel essa possa ricevere input che trasforma in informazioni. Ma a cosa porta questa “Mente di Dio” in un Universo dominato dalla legge entropica del Caos? [...]

La recensione integrale può essere letta su:

http://www.thexplan.net/Rubriche/recensioni/unoinfinito_lafisica.htm

 



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Un uovo alla Scala

    uovo alla Scala

    Comincia con un uovo spiaccicato sul fanalino posteriore di una delle automobili delle sua scorta, la vita da presidente del consiglio di Mario Monti,... Leggere il seguito

    Da  Dagored
    SOCIETÀ
  • Fisica e cinema

    Fisica cinema

    Il tema dell'edizione natalizia del Carnevale della Fisica, visto che si tiene su un sito di Design Massmedia, è Il cinema e la fisica. Ho pensato allora di... Leggere il seguito

    Da  Paopasc
    SOCIETÀ
  • Parole e Personaggi: La Scala

    Mi stavo facendo carusiare dal mio barbiere, che ho soprannominato Beethoven, perché gli piace tanto la lirica. Alla radio, su cui armeggia in maniera... Leggere il seguito

    Da  Aronne
    SOCIETÀ
  • Intervistato.com | Diego Bianchi

    Intervistato.com Diego Bianchi

    Diego Bianchi, autore di Tolleranza Zoro e di The Show Must go Off su La7, ci ha raccontato più in dettaglio alcuni dei fatti più rilevanti dal punto di vista... Leggere il seguito

    Da  Intervistato
    ATTUALITÀ, MEDIA E COMUNICAZIONE, SOCIETÀ
  • Fisica o chimica

    Fisica chimica

    (Física o Química) è una serie televisiva spagnola del genere teen drama prodotta dalla Ida y Vuelta Producciones e trasmessa in Spagna sul canale Antena 3 a... Leggere il seguito

    Da  Marvigar4
    MEDIA E COMUNICAZIONE, RELIGIONE, SOCIETÀ, TELEVISIONE
  • Bianchi ricordi

    Bianchi ricordi

    Io la nevicata dell'ottantacinque la ricordo bene. Più o meno le ricordo un po' tutte le nevicate di queste parti. Dopo quella dell'ottantacinque, che è... Leggere il seguito

    Da  Maestrarosalba
    CULTURA, FAMIGLIA, SOCIETÀ
  • Abbonarsi alla fisica (gratis!)

    Abbonarsi alla fisica (gratis!)

    Vi segnalo una bellissima rivista trimestrale dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), consigliata per chi conosce già la fisica ma non si accontenta... Leggere il seguito

    Da  Zaxster
    POLITICA, SOCIETÀ