Magazine Cultura

Liebster Award 2017

Creato il 18 luglio 2017 da Luz1971
Liebster Award 2017Eccomi qui, di ritorno da un viaggio in Sicilia che mi ha lasciato frastornata di bellezza. Mi riaffaccio sul blog e mi vedo insignita di un bel premio: il Liebster Award (il mio Mac me lo corregge continuamente a Lobster, ma non si tratta di aragoste) da parte di Ivano Landi - trovate il post qui. Non è il primo "coccardone" che ricevo, già lo scorso anno ne ero stata insignita da Cristina Cavaliere, ed ecco questo piacevole bis. Ebbene, procediamo con tutto ciò che occorre.Le regole:
1. Ringraziare chi ti ha premiato e rispondere alle undici domande che ti sono state poste.2. Premiare altri undici blogger che abbiano meno di 200 followers e che ritenete meritevoli.3. Comunicare la premiazione nelle bacheche dei "vincitori".4. Proporre a vostra volta undici domande. 
1. Ringraziare chi ti ha premiato e rispondere alle undici domande che ti sono state poste.Ringrazio Ivano Landi, del blog Cronache del Tempo del Sogno, che mi ha insignita del premio. Il blog di Ivano è uno di quelli che frequento assiduamente e Ivano è stato uno dei primissimi blogger che ho conosciuto quando ho messo su questo posticino. Insomma, la stima negli anni continua. 
2. Premiare altri undici blogger che abbiano meno di 200 followers e che ritenete meritevoli.Qui le cose si fanno difficili proprio per il vincolo dei 200 followers. Ci sono blogger che stimo assai e non possono entrare in questa categoria, sgrunt (e altri nominati già da Ivano). Comunque, ne comprendo il senso. Il Liebster è fatto per far conoscere "realtà minori" rispetto alle piattaforme più grandi, tant'è. P. S. Ho appena finito di scegliere gli 11 blogger da premiare e salta all'occhio che il vincolo dei followers è assai relativo. Rispetto la regola ma premio blog che sono anche molto seguiti. 
Marina Guarnieri de Il taccuino dello scrittore; Glò, Michele e PiGreco de La nostra libreria;Romina Tamerici del blog omonimo;Julia di Tanto non importa;TOM di The obsidian mirror; Patty di Changes. Chances; Virginia di Virginia e il Labirinto;Giacinta e Giuliano di Il cavallo di Brunilde; Mami di Mami tra i libri; Grazia Gironella di Scrivere Vivere; Michela Piccarozzi di Appuntario.
Passiamo alle domande di Ivano.
1. Da quale pittore o scultore ti piacerebbe farti immortalare in un ritratto? (vale anche citare un artista del passato).Sarei molto tentata di rispondere "Tamara de Lempicka", per la stima che nutro verso questa grande pittrice del passato, ma scelgo Gustav Klimt, per le atmosfere, l'eleganza, la sublimità della sua arte. 2. La tragedia occupa da secoli un posto più alto rispetto alla commedia nella considerazione degli uomini considerati di cultura. Questo vale per il teatro greco e elisabettiano come per il cinema. Si può quindi dire, parafrasando Kundera, che più qualcosa è pesante più è intellettualmente comodo da portare in giro?Eh, questa mi sa tanto ispirata da alcuni miei post :) (magari non è così ma "gioco in casa"). La domanda presagirebbe una risposta complessa, mi limiterò a risponderti che se guardiamo al teatro classico il principio in sé parrebbe contraddetto dalla scelta del pubblico, che sceglie comunemente la commedia ma che non è del tutto costituito da gente "intellettualmente non dotata". Il principio è contraddetto dalla commedia antica e shakespeareana, che a volte ha più da dire della tragedia. Io inveisco verso ciò che impropriamente si definisce "commedia" ma il più delle volte finisce con l'essere puro cabaret, il prodotto di un travisamento dei contenuti del teatro delle origini e di ciò che è stato nei secoli. 3. Woody Allen dice, in un celebre momento del suo film Manhattan:Cosa rende la vita degna di essere vissuta?... Per me, Groucho Marx, per dirne una... e Willie Mays… il secondo movimento della sinfonia Jupiter[la quarantunesima e ultima di Mozart]... l’incisione discografica di Potatohead Blues di Louis Armstrong... i film svedesi, naturalmente… L’educazione sentimentale di Flaubert... Marlon Brando, Frank Sinatra... le incredibili mele e pere di Cézanne... i granchi serviti nella catena di ristoranti Sam Woo... Ti invito a sostituire nomi e opere a piacere e creare, sulla base di questo, il tuo personale elenco di cosa rende la vita degna di essere vissuta (può essere anche più breve o più lungo di così).Questa è davvero bella. Io direi: Cosa rende la vita degna di essere vissuta?... Per me, Charlie Chaplin, per dirne una... e William Shakespeare… tutta la seconda parte del Requiem di Mozart[dal Dies irae ai Lacrimosa]... l’incisione discografica di What a wonderful world di Louis Armstrong... i film inglesi, naturalmente… Memorie di Adriano di Yourcenar... Al Pacino, Meryl Streep... le incredibili tele di Frida Kahlo... i cannoli alla crema e pistacchio serviti a Siracusa... 
4. Quale fiaba associate più di tutte le altre alla vostra infanzia?Alice nel Paese delle meraviglie, per tutti i voli di fantasia che ho fatto da piccola e i mondi che ho creato disegnando.
5. Un mostro sacro della letteratura, uno dell’arte e uno del cinema, anche se già passati a miglior vita, che secondo te avrebbero reso un servizio più utile a zappare la terra...Parrebbe una contraddizione in termini. Cosa può aver fatto ritenere un "mostro sacro" qualcuno più utile a zappare la terra? Mi devo riferire al presente, in cui spesso impera il nulla o l'incomprensibile o il mediocre o il brutto o tutti questi aspetti assieme: per la letteratura Andrea De Carlo, per l'arte Keith Haring, per il cinema Christian De Sica.6. Dì solo
no ai Valori della Famiglia
Un giorno che
vai per strada
e vedi un carro funebre
con una bara,
seguita da un’auto piena di fiori
e da limousines;
sai che il giorno è favorevole
e che i tuoi piani avranno
successo;
ma il giorno che
vedi una sposa e lo sposo,
e una festa di nozze,
fa’ attenzione;
guardati bene,
può essere un cattivo segno.
Dì solo no
ai valori della famiglia,
e non lasciare
il lavoro quotidiano….

Questo è l’inizio di una lunga poesia di John Giorno, da lui composta il giorno della morte di William S. Burroughs. Gliela sentii recitare (in italiano) molti anni fa, a un reading di poesia beat. Sei d'accordo con lui o no? Viva o abbasso i valori tradizionali?Vengo dal sud, dove i valori tradizionali sono da sempre anche un baluardo culturale. Però da quando ne sono partita ho meglio focalizzato col tempo tante cose. Una di queste, la tendenza a fare dei legami familiari un obbligo, anche a costo di rimetterci la salute. Per molti i valori tradizionali finiscono con l'essere un vincolo a senso unico, un annullarsi nell'altro perché così si fa e perché altrimenti cosa dice la gente. Non c'è possibilità di scelta, piuttosto si fa spallucce e si accetta stoicamente l'obbligo. Ecco, quando i valori tradizionali finiscono con l'essere questo, allora meglio l'apertura delle tante culture in giro per il mondo. 7. Ti sentiresti più a tuo agio ad abitare una casa progettata da Antoni Gaudì o una progettata da Frank Lloyd Wright?Questa è adorabile. Ho avuto modo di studiare entrambi in due esami di Storia dell'architettura all'università, poi ho visto da vicino le loro creazioni. Beh, per il mio estro poetico-artistico che finisce con l'essere sempre una deformazione, direi Gaudì. 8. Disponi nell’ordine dal preferito al meno preferito i seguenti generi letterari, da me elencati in ordine alfabetico: Erotico, Fantascienza, Fantasy, Giallo, Horror, Noir, Rosa, Storico, Western.Storico, Giallo, Fantascienza, Fantasy, Western, Noir, Rosa, Horror, Erotico. Però dipende. Se per esempio penso ai grandi film western degli anni Novanta, allora quel genere verrebbe prima del giallo, che occupa il secondo posto solo perché adoro le serie su Sherlock Holmes. Erotico occupa l'ultimo posto perché il solo grande film di genere che ho apprezzato è stato L'amante di Annaud, che ha trasposto egregiamente il libro della Duras. 9. Qual è il tuo rapporto con i moderni blockbuster cinematografici?Comunemente pessimo. Ho già avuto modo di descrivere il mio vagheggiare le ultime vere produzioni cinematografiche di almeno un ventennio fa. 10. Metti di trovarti a partecipare a una serata di visioni obbligate ma a maggioranza democratica tra amici, voti per un classico Disney o per un anime giapponese?Se è un anime di Miyazaki, decisamente giapponese. 11. Bevi acqua contaminata e all'improvviso ti salta in testa l'idea di fare il cosplayer (si scherza, eh?). Quale personaggio dei fumetti e/o dei cartoni animati scegli di omaggiare?Anzitutto non avrei bisogno di bere acqua contaminata, sono una teatrante io, guarda un po' qui. :)Liebster Award 2017
Liebster Award 2017
:-))))Direi che omaggerei Capitan Uncino, la strega Grimilde e una guerriera dell'epica carolingia. Terminate le domande di Ivano, propongo le mie facili facili agli 11 blogger premiati:1.  Il primissimo libro che hai ricevuto in dono.2. Come ti immagini da vecchio/a? (descrivi una tua ipotetica foto)3. C'è un viaggio in luoghi remoti che vorresti fare prima o poi?4. Hai mai scritto un libro?5. Hai mai scritto una poesia?6. Tre aggettivi che riguardano i tuoi pregi. 7. Tre aggettivi che riguardano i tuoi difetti.8. In quale epoca storica del passato ti vedresti assai bene?9.  Pianifichi tutto prima di un viaggio o inventi là per là?10. Se tu fossi un personaggio della letteratura, saresti...11. Quanto tempo hai impiegato a scrivere questo post? :-)
Bene, ho terminato. Come al solito, partecipare è stato bello e impegnativo in ugual misura. :)

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines