Magazine Attualità

Liga riaperta: riflessioni post-Clásico

Creato il 03 aprile 2016 da Retrò Online Magazine @retr_online

Nell’anticipo della 31^ giornata di Liga, il Real Madrid espugna il Camp Nou, dove non vinceva dal 2012, spezzando la serie di 39 utili consecutivi del Barça. Decisivi i gol di Benzema e Cristiano Ronaldo nella rimonta dopo il vantaggio dei padroni di casa con Piqué.

È stato un bel Clásico, quello di ieri sera nel sabato sera della 31a giornata di Liga: partita equilibrata, dal bel gioco ed il risultato imprevedibile. I blaugrana iniziano sicuramente meglio nel primo tempo confermando inizialmente l’ottimo periodo di forma che li porta ad essere, al momento, la squadra più forte d’Europa. Molto tiki-taka e qualche importante occasione di gol, viziata da un arbitraggio non perfetto dell’esordiente Hernández Hernández – troppo timido in alcune decisioni -, ma ciò che più stupisce nella prima mezz’ora di gioco è l’atteggiamento dei Blancos che restano schiacciati nella propria tre quarti lasciando agli avversari il pallino del gioco. La tattica di Zidane ricorda vagamente quella del catenaccio all’italiana e, seppur nell’ambito iberico desti qualche perplessità, funziona perché il Real si rende pericoloso in qualche ripartenza approfittando delle solite, anche se sporadiche, disattenzioni del Barcellona a trazione anteriore.

Una coreografia pazzesca per rendere omaggio ad un giocatore meraviglioso. #GraciesJohan @DiMarzio pic.twitter.com/0uo6K860wI

— GuillaumeMP (@Guillaumemp) 2 aprile 2016

La ripresa

Nella ripresa, i padroni di casa si portano in vantaggio: al 56′ Piquè insacca con un colpo di testa da calcio d’angolo che non lascia scampo a Keylor Navas. La partita, però, non è chiusa. Sì, perché il magico tridente blaugrana si spegne, mentre cresce il Real, con orgoglio, e pochi minuti dopo Benzema tira fuori dal repertorio una semi-rovesciata spettacolare con cui riaggancia la parità. Nel finale è un vero assedio alla porta di Bravo: prima viene assurdamente annullato un gol regolarissimo di Bale, poi CR7 fa tremare la traversa con un tiro da fuori. Zidane è una furia in panchina e sembra che da un momento all’altro possa entrare in campo per metterla dentro, e infatti al Real mancherebbe pochissimo per quello che sarebbe un meritato vantaggio. Il 2-1 arriva comunque, incredibilmente, con il Real in 10 complice l’espulsione di Sergio Ramos, quando sempre lui, Cristiano Ronaldo, riceve in area da Bale e gonfia la rete, rompendo così il digiuno che durava dal 2012.

1-2: El Real Madrid remonta y gana el Clásico con diez. https://t.co/gaOuWPxT5l#RMClasico #RMLiga #HalaMadrid pic.twitter.com/V1OhX7Crjo

— Real Madrid C. F. (@realmadrid) 2 aprile 2016

Real a -7 e Atlético a -6 dal Barcellona primo: la Liga è riaperta?

Che sia solo una caduta degli extra terrestri sulla Terra lo scopriremo più avanti, ma d’ora in avanti il Barça dovrà tenere la guardia alta perché Atlético e Real sono lì, a due passi di distanza. Sembrava infatti un Clàsico scontato, come sembrava scontato l’esito di questa Liga: eppure, con una vittoria, Zidane ha rimesso tutto in gioco. Il francese si dichiara contento dei suoi giocatori, ma la verità è che gran parte dei meriti vanno proprio alla mentalità e l’umiltà che l’ex stella dei Galacticos è riuscito ad infondere nella squadra. Gode anche l’Atlético di Simeone, oggi a meno 6 e prossimo avversario dei catalani nei quarti di Champions: i Colchoneros si tengono stretti il secondo posto dopo aver asfaltato il Betis Sevilla per 5-1 grazie al solito Griezmann ed un Torres rinato – suo il gol che apre le danze -. I cugini dei Blancos giocano un buon calcio ed hanno trovato fantasia in attacco con il trio TorresGriezmannCorrea: martedì sera sarà, quindi, non solo un emozionante derby spagnolo in Champions, ma anche un importante test in chiave Liga.

L’#AtleticoMadrid batte 5-1 il #Betis. Il video dei gol! https://t.co/WhrvkzxvSe pic.twitter.com/FwTu3sCott

— FOX Sports (@FOXSportsIT) 2 aprile 2016

Tags:Bale,Barca,barcellona,Benzema,Clasico,cr7,liga,Piqué,Real,real madrid,Ronaldo

Related Posts

BlogCalcioIl corriere SportivoSerie ASport & CuriositàSports

Antonio Sanabria, un 20enne da record

BlogCalcioIl corriere SportivoSport & CuriositàSports

Once upon a time: il Real Madrid ’55-’60

BlogCalcioChampions LeagueIl corriere SportivoSport & CuriositàSports

Out of Sight: Ronaldo, the goal scoring machine

AttualitàBlogCalcioIl corriere SportivoSport & CuriositàSports

Messi come Cruyff: calcio di rigore a due


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog