Magazine Sport

Ligue 1, 11a giornata: Cavani affonda il Nizza, Nantes ko dopo 8 gare

Creato il 30 ottobre 2017 da Agentianonimi
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Et voilà! Eccoci arrivati al momento di tirare le somme sull’undicesima giornata di una Ligue 1 che regala sempre gol e spettacolo, e vede il PSG distruggere un Nizza in chiara ed evidente difficoltà, resistendo al rientro del Monaco, che a sua volta manda in crisi il Bordeaux. Tra le altre, prosegue la risalita dell’Olympique Marsiglia, con Bielsa che inizia a pensare alle dimissioni dal Lille, mentre Ranieri viene fermato e perde dopo 8 risultati utili consecutivi del suo magic Nantes: andiamo a scoprire tutti i risultati e la classifica al termine di questo turno.

Venerdì. PSG-NIZZA 3-0: LEZIONE DI CALCIO PER I ROSSONERI, CAVANI IMPLACABILE– Crisi da un lato, apoteosi dall’altro: PSG e Nizza rappresentano due mondi diversi, due squadre che vivono momenti a dir poco opposti e si sono scontrate nella serata di venerdì. A volte i miracoli succedono nel calcio (vedi il poker dei rossoneri al Monaco), ma non è questo il giorno, col PSG che passeggia sui resti di una squadra in grandissima crisi, che ha ottenuto un misero punto nelle ultime 5 e perso quattro gare su quattro. Nizza in piena zona-retrocessione, con 10 punti in 11 gare, che crolla dopo pochissimi minuti: Cavani fa doppietta in 31′, arrivando a 64 gol nelle ultime 64 gare di Ligue 1 e a 11 reti in 11 gare nell’edizione 2017-18 (15 gol in 14 gare stagionali), centrando tra l’altro il gol n° 2500 nella storia del PSG. Risultati mostruosi per una squadra che, senza Neymar, schiera una trequarti composta da Di Maria, Draxler e Mbappé alle spalle di un centravanti fantascientifico, che andava oltre i 15 gol pur giocando al fianco di Ibra e partendo dall’ala: la terza rete, invece, porta la firma di Dante, che realizza un clamoroso autogol al 52′. PSG a 29 punti, il +4 sul Monaco rimane.

Sabato. BORDEAUX-MONACO 0-2: KEITA E LEMAR PROLUNGANO LA CRISI GIRONDINA– Il Bordeaux era una bellissima favola, poi ecco il tracollo col PSG e la crisi psicologica e tecnica: col ko contro il Monaco, siamo a un punto in quattro gare per Les Girondins, che crollano contro un Monaco bravo e cinico. Apre le danze la zampata di Keita (57′), schierato da punta con Rony Lopes a supporto e autore della seconda rete in Ligue 1, chiude i giochi Lemar, che la piazza tra le gambe di un imbarazzante Costil al 65′. Monaco a 25pti, sperando che il PSG prima o poi faccia qualche passo falso.

CAEN-TROYES 1-0: RODELIN RILANCIA LE AMBIZIONI EUROPEE DEI BRETONI– Riecco il Caen, riecco la squadra che, a suon di vittorie contro le avversarie per la salvezza, sta iniziando a sognare un piazzamento europeo: contro il Troyes, che era in un momento positivo, la decide l’ex promessa Ronny Rodelin, che punisce gli avversari con un gol semplicemente mostruoso dalla distanza. Rete bellissima (guardatela nel video), e vittoria altrettanto bella: il Caen è sesto a pari merito, in piena zona-Europa League e con 18 punti. Chi poteva immaginarlo?

DIJON-NANTES 1-0: INTERROTTA L’IMBATTIBILITÀ DEI RANIERI-BOYS8 gare da imbattuto, con due pareggi e sei vittorie, ma tutte le serie positive sono destinate a concludersi, e quella del Nantes di Claudio Ranieri è finita nel pomeriggio di sabato: fatali le condizioni precarie di Emiliano Sala, che hanno costretto sir Claudio a schierare un autentico 3-6-1 col solo Nakoulma in attacco e Rongier un pizzico più avanzato delle altre mezzali, ma anche un Dijon in piena forma. Dopo un avvio da incubo, il DFCO è cresciuto tantissimo, ed è proprio la squadra di Olivier Dall’Oglio a interrompere l’imbattibilità del Nantes: decisiva una marcatura persa su una palla inattiva, che lascia Julio Tavares libero di segnare. l’1-0 arriva al 21′, e la scarsa pericolosità dei canarini porta all’inevitabile ko: il Nantes perde terreno, ma è comunque in corsa per il terzo posto, distante due punti.

GUINGAMP-AMIENS 1-1: MOUSTAPHA DIALLO REGALA IL PARI ALL’EAG– Vantaggio e disillusione: l’Amiens sogna la nuova vittoria contro una diretta rivale per la permanenza nella Ligue 1, ma il sogno dura 22 minuti. Il gol della neopromossa arriva al 22′ e porta la firma di El Hajjam, autore di una gran rete e di un bellissimo diagonale, ma al 44′ ecco il pari di Moustapha Diallo a spegnere gli entusiasmi: l’Amiens resta anche in 10 per il rosso a Gouano, ma tiene quello che è un pari prezioso e si aggancia a Strasburgo e Nizza a quota 10 punti.

MONTPELLIER-RENNES 0-1: VITTORIA ESTERNA PER I RAGAZZI DI GOURCUFF– Scout di livello e scommesse: il Rennes vive così da anni, e la gestione di Christian Gourcuff non ha cambiato le cose. Lo notiamo, per l’ennesima volta, dalla vittoria ottenuta contro il Montpellier, la squadra che aveva bloccato Monaco e PSG: tra tanti giocatori noti, il Rennes trova la vittoria grazie a Brandon, punta spagnola classe ’95 acquistata (con una scommessa, ça va sans dire) dal Maiorca. Brandon ripaga con un gol da tre punti, e chissà che il Rennes (ora a 12pti, +2 sulla retrocessione) non abbia azzeccato l’ennesimo talento sconosciuto.

STRASBURGO-ANGERS 2-2: PARI E SPETTACOLO ALLO STADE DE LA MEINAU– Una partita bellissima tra due delle rivelazioni (a targhe alterne) della Ligue 1 2017-18: Strasburgo e Angers giocano un buon calcio e hanno un’identità, e l’hanno dimostrato nella sfida di sabato sera. Aprono le danze i padroni di casa con la rete di Lala su rigore, ma il ritorno dei bianconeri è di qualità: Toko Ekambi salta come birilli i difensori avversari e trova il pari con un bel diagonale (68′), Sunu porta in vantaggio l’Angers con una girata in mischia (75′). Il pareggio definitivo dello Strasburgo arriva al 77′ e porta la firma di Martin Terrier, che segna con un bel tiro dalla distanza: sono due i gol in campionato per il gioiellino scuola Lille (in prestito), secondo noi i Dogues lo stanno rimpiangendo.

Domenica. OLYMPIQUE LIONE-METZ 2-0: SUPERLATIVO FEKIR, DOPPIETTA E VITTORIA PER L’OLSimply Fekir, che ormai sta diventando un sinonimo di ”the best”: il capitano del Lione è nella stagione della sua piena maturità, e continua a dimostrarsi superiore al campionato francese. La sua prestazione contro il Metz è semplicemente stupenda: gol da urlo al 6′ per l’1-0, zampata che vale il bis e il 2-0 finale al 20′. Nel mezzo, tante giocate di livello per quello che è uno dei più grandi talenti della Ligue 1 e della Francia calcistica, leader tecnico del Lione: la squadra di Bruno Genesio ha trovato la quadra, ottiene la terza vittoria consecutiva (11pti nelle ultime cinque) e vola al terzo posto con 22 punti. Occhio all’OL, fa sul serio, mentre il Metz è sempre ultimissimo con tre punti in 11 gare.

TOLOSA-SAINT ETIENNE 0-0: NUOVO STOP PER I VERTS– Crisi seria, o meglio, vittoria smarrita da tempo immemore: com’è successo al Bordeaux, anche il Saint-Etienne è entrato in un loop di gare senza successo, che potrebbe estromettere i Verts dall’Europa, se questa serie non s’interromperà all’improvviso. Sono 5 punti in altrettante gare per la squadra che sembrava poter diventare il terzo violino della Ligue 1, e invece non sa più vincere: contro il coraggioso Tolosa di Dupraz, in ottima forma, arriva un altro pareggio per l’ASSE, che si ferma a 18 punti, a pari merito con un Caen qualunque.

LILLE-OLYMPIQUE MARSIGLIA 0-1: SANSON INFLIGGE LA SESTA SCONFITTA A BIELSA– C’era da aspettarselo. D’altronde le crisi non si risolvono in un amen, ancor di più se il materiale per ripartire è scarso o inesistente: ormai il campionato del Lille si sta trasformando in un incubo continuo, e Marcelo Bielsa si starà sicuramente pentendo del suo ritorno in Francia sulla panchina dei Dogues, che non vedono la luce e, continuando a ”non giocare” in questa maniera, difficilmente la vedranno: il Lille va subito sotto con la rete di Morgan Sanson (5′), e di fatto non si riprende mai nonostante il suo assetto offensivo. Manca, come sempre e come sarà fino a gennaio, la punta centrale, con Pépé che non può cambiare gli equilibri offensivi, essendo un esterno adattato, e così le uniche occasioni del LOSC arrivano dalle ali e dai calci piazzati, con una punizione di El Ghazi che rischia di trasformarsi in gol dopo una deviazione. Lille attivo solo per pochi minuti della ripresa, nel finale l’OM sfiora il bis con Germain (a caccia del 1° gol coi marsigliesi in campionato), ma rischia nel finale: Ponce si mangia letteralmente il pari, un pari che sarebbe stato immeritato per un Lille disastroso. I ragazzi di Bielsa vanno ko per la 6a volta in 10 gare, restano fermi a 6pti e scivolano a -4 dall’ipotetica salvezza in un calando drammatico: il Lille ha ottenuto 3pti nelle ultime nove gare (6 gol fatti, 15 subiti) e non vince da inizio agosto, anche se oggi ha disputato una buona gara per intensità, nonostante le poche occasioni.

La classifica al termine dell’11a giornata:  PSG 29 pti, Monaco 25, Lione 22, Olympique Marsiglia 21, Nantes 20, Caen e Saint-Etienne 18, Bordeaux 16, Montpellier e Tolosa 15, Guingamp 14, Angers 13, Rennes, Dijon e Troyes 12, Amiens*, Strasburgo e Nizza 10, Lille 6*, Metz 3.

*Lille e Amiens dovranno riprendere la gara sospesa per il crollo di una delle tribune: si era sull’1-0 Lille.

Classifica marcatori: Radamel Falcao (Monaco) 13 gol, Edinson Cavani (PSG) 11 gol, Nabil Fekir (Lione) 9 gol.

Il programma della 12a giornata:

Venerdì 3 novembre, h. 20.45: Rennes-Bordeaux
Sabato 4 novembre, h. 17: Angers-PSG
Sabato 4 novembre, h. 20: Monaco-Guingamp
Montpellier-Amiens
Nantes-Tolosa
Troyes-Strasburgo
Domenica 5 novembre, h. 15: Nizza-Dijon
Domenica 5 novembre, h. 17: Metz-Lille
Olympique Marsiglia-Caen
Domenica 5 novembre, h. 21: Saint-Etienne-Olympique Lione.

(di Marco Corradi, @corradone91)

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU: AGENTI ANONIMI

Facebook
twitter
google_plus
linkedin
mail

L'articolo Ligue 1, 11a giornata: Cavani affonda il Nizza, Nantes ko dopo 8 gare proviene da Agenti Anonimi.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :