Magazine Calcio

Liverpool, Balotelli non convince: poker di candidati per la sostituzione

Creato il 09 dicembre 2014 da Pablitosway1983 @TuttoCalcioEste



balotelli

BALOTELLI - L’avventura di Balotelli a Liverpool non è iniziata sotto i migliori auspici: solo due reti segnate (in Champions e League Cup, nessuna rete, invece, in Premier League) e tante prove deludenti che, di fatto, l’hanno messo ai margini della squadra di Brendan Rodgers. Colui che, seppur con caratteristiche diverse, doveva sostituire Luis Suarez, non ha fatto altro che acuire il rimpianto per l’addio del fuoriclasse uruguaino, passato a peso d’oro (81 milioni) al Barcellona di Luis Enrique. Nel prossimo mercato invernale, quindi, pare inevitabile un ritorno sul mercato per i dirigenti Reds. Secondo i mass-media inglesi, a Liverpool arriverà sicuramente un attaccante che, con ogni probabilità, uscirà da una rosa di quattro nomi. Eccoli.

JACKSON MARTINEZ (PORTO) – L’attaccante colombiano è stato accostato, a più riprese, ai maggiori clubs europei, ma alla fine è rimasto sempre in terra lusitana. Quest’estate, il Milan aveva pensato seriamente all’acquisto del giocatore, il Porto, però, era stato inflessibile: “o pagate l’intera clausola rescissoria, o il calciatore resta dov’è“. E il club rossonero, da diversi anni a corto di liquidità sul mercato, non ha potuto nemmeno avviare una trattativa con i Dragoni. La Pantera colombiana è il primo obiettivo dei Reds. Ma i dirigenti inglesi saranno disposti a versare i 35 milioni previsti dalla clausola rescissoria?

DIAFRA SAKHO (WEST HAM) – Arrivato quest’anno in Premier League, forte delle 20 reti messe a segno in Ligue 2 (seconda divisione inglese) con la maglia del Metz, il senegalese ha stupito tutti, rivelandosi la maggior sorpresa di questo primo scorcio di stagione, come recita il bottino fin qui accumulato: nove presenze, sette reti! Un ruolino di marcia che gli è valso l’ingresso in pianta stabile nella nazionale senegalese e ha contributo, inevitabilmente, a far lievitare la propria quotazione. Convincere il West Ham a cedere il calciatore, però, non sarà affatto semplice. Gli Hammers, clamorosamente quarti in classifica, sono reduci da un avvio di stagione che non si vedeva da svariati anni e non sembrano affatto intenzionati a cedere la loro perla di diamante.

SAIDO BERAHINO (WBA) - Ultima speranza del calcio inglese, già convocato da Roy Hodgson nell’ultimo match giocato dai Three Lions contro lo Slovenia, e capace di mettere a segno 12 reti in 10 partite disputate con l’Under 21, si potrebbe muovere verso Anfield per una cifra intorno ai 10 milioni. Dopo essersi messo in mostra la scorsa stagione, dove si è diviso spesso fra il ruolo di esterno e di punto di riferimento offensivo, Berahino è stato impiegato con maggior frequenza nel ruolo di prima punta ed ha messo a segno la bellezza di 7 reti in 15 partite, media di tutto rispetto in un campionato ostico come la Premier League. In questo caso, a differenza della trattativa con il West Ham per Sakho, i Reds non dovrebbero aver problemi a raggiungere un accordo con i Baggies, ma Rodgers non sembra convinto, al momento, di investire una somma elevata sull’attaccante nativo del Burundi.

DIVOCK ORIGI (LILLE) - Messosi in luce nell’ultimo Mondiale, tanto da rubare il posto all’attesissimo Lukaku, il giovane attaccante belga è stato acquistato dal Liverpool per la bellezza di 12 milioni. La società inglese, però, ha preferito lasciarlo in prestito al Lille, società che, fino allo scorso anno, ne deteneva il cartellino. Il Liverpool – stando a quanto riportato da alcuni rumors transalpini – vorrebbe riportare il giocatore a Anfield Road già nel prossimo gennaio, ma il Lille vuole almeno 5 milioni per liberare immediatamente il calciatore. Probabile, salvo una richiesta meno esosa del club francese, che il calciatore giunga in Inghilterra solo nel prossimo luglio, rispettando quanto pattuito dalle due società nella scorsa estate.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog